Logo UNISA

Curriculum

Dottore di ricerca in "Ingegneria delle strutture e del recupero edilizio urbano"; dal 2006 al 2011 è Ricercatore per il Settore Scientifico Disciplinare ICAR/17 – DISEGNO presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Salerno. Nel 2010 è idoneo in una valutazione comparativa a un posto di Professore Associato presso la Facoltà del Design del Politecnico di Milano e, nel 2011, è chiamato dall'Università degli Studi di Salerno (ai sensi dell'art. 18, comma 1, Legge 240/2010) afferendo poi al locale Dipartimento di Ingegneria Civile.

Abilitato alla prima fascia per il Settore Concorsuale 8/E1 - DISEGNO, nell'ambito della tornata 2012 dell'Abilitazione Scientifica Nazionale.

Dal 2007 al 2013 è Professore esterno, a supplenza, presso la Facoltà di Architettura e Società del Politecnico di Milano con l'affidamento, negli anni, degli insegnamenti di "Rappresentazione dell'ambiente e del territorio", "Fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva" e di "Disegno dell'architettura". Componente – fin dalla sua prima attivazione, nel 2008 – del collegio dei docenti del dottorato internazionale in "Architecture and Urban Phenomenology" presso l'Università degli Studi della Basilicata. Dal 2013 afferisce al locale collegio dei docenti del nuovo dottorato in "Rischio e sostenibilità nei sistemi dell'ingegneria civile, edile ed ambientale" attivato dall'Ateno salernitano. Ha diretto una tesi di dottorato europeo presso la Escuela Técnica Superior de Arquitectura dell'Universidad de Valladolid.

In maniera continua dal 2006 ha svolto attività di "teaching mobility" e di "training" nell'ambito del progetto Erasmus (con la responsabilità di più bilateral agreement). Ha avuto attribuzione di incarichi di insegnamento e/o di ricerca ufficiale all'estero, anche come Visiting Professor, in numerose istituti internazionali in Argentina, Cuba, Spagna, Stati Uniti d'America e Sud Africa. Dal 2010 ha anche tenuto numerosi corsi post-laurea all'estero, quali "Técnicas y aplicaciones del láser escáner" - Master officiale della Escuela Politécnica de Cáceres, la II Escuela Internacional para la Documentación Gráfica del Patrimonio a Sevilla, il Curso-Taller internazionale "Técnicas avanzadas de relevamiento: fotogrametría digital y láser escáner" dichiarato di interesse accademico dall'Universidad Nacional de Córdoba, ecc.

Promotore dell'Accordo sottoscritto tra l'Università degli Studi di Salerno e la Universidad Nacional de Córdoba per il rilascio di un Doppio Titolo di laurea magistrale della classe di Architettura e Ingegneria edile-architettura.

Anche grazie ai rapporti maturati in questi anni con le istituzioni universitarie spagnole è stato valutatore per i progetti per le Azioni integrate Italia-Spagna 2006 e analoga attività ha svolto anche per i progetti PRIN 2012 e Futuro in Ricerca 2013.

È coordinatore del progetto di ricerca scientifica "Modelli digitali e modelli fisici nella rappresentazione della città e nelle valutazioni di compatibilità paesaggistica" finanziato dalla Regione Campania. Ricercatore dell'unità di ricerca "Ensayos de restitucion fotogrametrica de bajo coste mediante fotografía digital" - Plan Nacional I+D+i, presso l'Universidad de Valladolid. Responsabile scientifico dei progetti di ricerca "Una proposta metodologica per il rilievo integrato dell'architettura: dal laser scanner alla prototipazione (FARB 2010), "Sistemi range-based 3D modeling per la documentazione di beni architettonici e archeologici" (FARB 2011), "Painted tombs of Paestum: 3D reconstruction through stereoscopic restitution" (FARB 2012), "Tecniche avanzate di image editing per i beni culturali: una variante al metodo della Reflectance Transformation Imaging" (FARB 2013), "Tecnologie innovative e attività di formazione per la conservazione e valorizzazione di siti architettonico-archeologici" (FARB 2014) e "Per un restauro su base fotogrammetrica del malecón e del patrimonio architettonico de La Habana Vieja" (FARB 2015), tutti ammessi al finanziamento nell'ambito delle quote di stanziamento di bilancio (ex 60%) per la ricerca di base.

Ha, inoltre, partecipato ai seguenti Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale - PRIN: "Rilievo e rappresentazione del sottosistema urbano dei servizi tecnologici" (2002), "Ricognizione dell'architettura di influenza spagnola dell'estremo meridione d'Italia" (2003), "Codifica della documentazione per la rappresentazione e la gestione informatizzata finalizzata alla trasformazione dell'architettura e della città" (2004), Prospettive Architettoniche: conservazione digitale, divulgazione e studio (2010-11).

È stato responsabile delle attività di laboratorio del progetto di Cooperazione Interuniversitaria Internazionale "Drawing and structural analysis", cofinanziato dal MIUR per il 2009 con il sostegno del programma argentino PROMEI (programma per il miglioramento dell'insegnamento dell'ingegneria); membro del gruppo di ricerca del progetto "Strutture innovative per edifici energeticamente efficienti" cofinanziato dal MAE per il 2014. Con il CNR-ITABC ha partecipato al progetto "Terra di Ninive, formazione per la valorizzazione del patrimonio culturale del Kurdistan settentrionale" affidato dallo stesso MAE. Dal 2011 organizza e coordina, con la Fondazione Bruno Kessler di Trento, la Summer School "Rilievo e Modellazione 3D", che con il supporto del MIBAC si svolge presso l'Area Archeologia di Paestum.

Promotore, quindi, del progetto di Social Innovation "SPH3RA - Smart Paestum Heritage: 3D Reconstruction of Antiquity", risultato finanziato per 250.000 euro nell'ambito del PON Ricerca e Competitività 2007-13 promosso dal MIUR. Un progetto che dal 2012 al 2015 si è proposto di strutturare un'attività di trasferimento tecnologico e ricerca applicata interdisciplinare, riferita all'ambito delle "Smart Culture e Turismo", con l'obiettivo di promuovere, attraverso l'utilizzo di tecnologie emergenti, lo sviluppo di applicazioni delle ICT volte al rilievo, alla catalogazione e conservazione digitale, alla diffusione, divulgazione e sostenibilità del patrimonio archeologico e architettonico del sito di Paestum (patrimonio UNESCO). Il progetto è stato sottoposto a valutazione comparata da una commissione di esperti indipendenti individuati dal MIUR e dal MATTM, congiuntamente all'Agenzia per la Diffusione delle Tecnologie. Analogamente, un altro progetto MeRiDA - Modellazione e Rilievi Digitali Archeologici, supportato da Italia Lavoro S.p.A. e dal Ministero del Lavoro, ha avuto come obiettivo il trasferimento tecnologico di una metodologia che valorizzi i risultati della ricerca universitaria in campo tecnico, scientifico e umanistico.

Co-direttore dell'Unità "Técnicas de relevamiento no convencionales para a representación gráfica de naturaleza técnica. Aplicaciones en el campo de la ingeniería inversa, el diseño industrial y la conservación de patrimonio", accreditata per l'Universidad Nacional de La Plata nell'ambito del Programa Argentino de Incentivos a la Investigación.

Ha preso parte a seminari scientifici internazionali instaurando rapporti di collaborazione coi docenti delle discipline del disegno che si ritrovano nell'UID, di cui è socio, come nell'EGA, in EGRAFIA, in APEGA, nell'ABEG, nell'INGEGRAF, in SIGRADI, in SELPER, fino alla forse più ampia ISGG. Dal 2004, in qualità di relatore invitato, ha tenuto una serie di conferenze in Sud America, ad esempio, presso il Centro Nazionale di Conservazione, Restauro e Museologia del Ministero della Cultura di Cuba, il Museo e Gabinetto di Archeologia della Oficina del Historiador de la Ciudad de La Habana e La Casa de las Américas; è stato invitato nell'ambito del XIV Cursos Internacionales de la Universidad de Cádiz en Algeciras, alle attività del seminario "Más allá de las columnas de Hércules: experiencias internacionales en ingeniería industrial y civil" e al VIII Congreso Latinoamericano de Agrimensura e alla I Jornada Nacional de Mediciones Especiales, sempre a Córdoba.

È autore di oltre ottanta pubblicazioni scientifiche, tra scritti in volumi collettivi, due monografie, l'e-book "Tecniche digitali per il rilievo di contatto", atti di convegni e riviste (ISPRS, EGA, DISEGNARE). Il libro "Il Disegno dei Viaggiatori" per la Collana "Incontri sul Disegno", così come lo specifico contributo "Dai suoi disegni di viaggio si vede che Aalto amava l'Italia" sono stati più volte citati e recensiti, ad esempio da G. Orefice su "Storia dell'Urbanistica/Toscana XI" e da F. Linares García. È co-autore del lavoro "3D digitization and mapping of heritage monuments and comparison with historical drawings" premiato come CIPA Best Paper Award 2013. Recentemente ha curato la nuova edizione critica – la terza –, riveduta e ampliata, del libro di Vito Cardone "Modelli grafici dell'architettura e del territorio".

Dalla fondazione della Collana è redattore dei Quaderni della Conferenza dei Presidi delle Facoltà di Ingegneria, di cui ha curato personalmente l'ottavo volume, "L'Ingegneria edile-architettura". Partecipa ai comitati editoriali, anche come revisore, dell'Asociación Argentina de Profesores de Expresión Gráfica, della Collana Amea, del Digital Heritage, di Rehabend, della Revista FAUD-UNC e della stessa Unione Italiana per il Disegno.

Dal 2010 è responsabile del Laboratorio Modelli della Facoltà di Ingegneria di Salerno, risultato vincitore, nel 2015, della procedura aperta per l'affidamento del "Piano della conoscenza, servizi di diagnosi e monitoraggio dello stato di conservazione di Pompei" del lotto "Regio II e extra moenia" nell'ambito del progetto "Grande Pompei".