MICROECONOMIA

Emanuele SALSANO MICROECONOMIA

0212700005
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA
ECONOMIA E MANAGEMENT
2018/2019



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2014
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1060LEZIONE


Obiettivi
CONOSCENZA E CAPACITA’ DI COMPRENSIONE
L’INSEGNAMENTO RAPPRESENTA UN CORSO INTRODUTTIVO ALLA TEORIA MICROECONOMICA. LO STUDENTE ACQUISIRÀ I FONDAMENTALI STRUMENTI METODOLOGICI E TEORICI DELLA MICROECONOMIA, RELATIVI ALLE DECISIONI INDIVIDUALI DI FAMIGLIE E IMPRESE E AL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO, INTESO COME UN MECCANISMO DI COORDINAMENTO DELLE SCELTE, SIA AI FENOMENI DI FALLIMENTO DEL MERCATO E DI CORRETTIVI PUBBLICI.

CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI UTILIZZARE I MODELLI MICROECONOMICI DI BASE SIA PER SPIEGARE CASI E FENOMENI ECONOMICI RIGUARDANTI FAMIGLIE E IMPRESE IN DIFFERENTI CONTESTI DI MERCATO, CONCORRENZIALE E NON CONCORRENZIALE, NEL BREVE E NEL LUNGO PERIODO, SIA PER INDIVIDUARE E COMPRENDERE ESEMPI E FATTORI DETERMINANTI DI FALLIMENTO DEL MERCATO E INTERVENTI CORRETTIVI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)
GLI STUDENTI SARANNO STIMOLATI A CONTESTUALIZZARE GLI ARGOMENTI OGGETTO DI STUDIO, IN MODO DA SVILUPPARE UNA CAPACITÀ CRITICA E DI ANALISI RELATIVAMENTE ALLE PROBLEMATICHE ECONOMICHE ATTUALI E ALLE PRINCIPALI CONTROVERSIE DI POLITICA ECONOMICA.

ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)
LE ABILITÀ MATURATE NELLA RACCOLTA E SINTESI DI INFORMAZIONI ECONOMICHE E NELL’ORGANIZZAZIONE DI DATI, CONCETTI E PRINCIPI CONSENTIRANNO AGLI STUDENTI DI DESCRIVERE E DIBATTERE ARGOMENTI DI TEORIA E POLITICA ECONOMICA CON UN LINGUAGGIO ECONOMICO RIGOROSO ED EFFICACE, CON BUONA COMPETENZA E CON ADEGUATA CHIAREZZA ESPOSITIVA.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)
GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI MOSTRARE LE CONOSCENZE ACQUISITE E L’ABILITÀ INTERPRETATIVA DI TEMATICHE CONNESSE ALL’ANALISI MICROECONOMICA, GRAZIE ALLA CONSAPEVOLEZZA DEL RUOLO CRUCIALE DELLA MODELLIZZAZIONE ECONOMICA, LA QUALE ALTRESÌ POTRÀ CONSENTIRE LORO UN MIGLIORAMENTO DELLA CAPACITÀ DI INDIVIDUARE LE TECNICHE IDONEE A RISOLVERE PARTICOLARI PROBLEMI E AD AFFRONTARLI CON SPIRITO CRITICO.
Prerequisiti
CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA (PREREQUISITO) SUPERAMENTO DELL'ESAME DI MATEMATICA PER L'ECONOMIA (PROPEDEUTICO).
Contenuti
PRIMA PARTE: INTRODUZIONE (10 ORE)
INTRODUZIONE ALLA MICROECONOMIA, DOMANDA, OFFERTA, PREZZO, ELASTICITÀ.
SECONDA PARTE: TEORIA DEL CONSUMATORE (16 ORE)
LA TEORIA DELLE SCELTE INDIVIDUALI: PREFERENZE, UTILITÀ, CONSUMO, LAVORO, RISPARMIO.
TERZA PARTE TEORIA DELL’IMPRESA (30 ORE)
LA TEORIA DELLA PRODUZIONE E I COSTI DELL'IMPRESA; BREVE E LUNGO PERIODO.
MERCATI PERFETTAMENTE CONCORRENZIALI: TEORIA E APPLICAZIONI.
MONOPOLIO. DISCRIMINAZIONE DEL PREZZO E PUBBLICITÀ.
OLIGOPOLIO E CONCORRENZA MONOPOLISTICA. TEORIA DEI GIOCHI E COMPORTAMENTO STRATEGICO.
QUARTA PARTE ALTRE CAUSE DI FALLIMENTO DEL MERCATO (4 ORE)
RISCHIO E INFORMAZIONE. ESTERNALITÀ E BENI PUBBLICI.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, STUDIO E/O DISCUSSIONI DI CASI, ESERCITAZIONI, DISCUSSIONI IN AULA
Verifica dell'apprendimento
PROVA FINALE SCRITTA, CON DOMANDE A RISPOSTA APERTA E RISOLUZIONE DI UN ESERCIZIO. DURATA DELLA PROVA 1H E 30M. PROVA ORALE. VALUTAZIONE FINALE ESPRESSA IN TRENTESIMI.

Testi
D.A. BESANKO, R.R. BRAEUTIGAM, MICROECONOMIA, MCGRAW-HILL, MILANO, III EDIZIONE, 2016 (ESCLUSO I CAPP. 16 E 18)

TESTI ALTERNATIVI :
M. KATZ, H. ROSEN, C.A. BOLLINO, MICROECONOMIA, MCGRAW-HILL, 5 EDIZIONE 2015
J. PERLOFF, MICROECONOMIA, APOGEO, 2011
J. STIGLITZ, C. WALSH, PRINCIPI DI MICROECONOMIA, HOEPLI, 2005
H. VARIAN, MICROECONOMIA, CAFOSCARINA, 7 EDIZIONE 2011
Altre Informazioni
NESSUNA
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-10-21]