ECONOMIA INTERNAZIONALE

Adalgiso AMENDOLA ECONOMIA INTERNAZIONALE

1212100064
DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E DELLA COMUNICAZIONE
CORSO DI LAUREA
SCIENZE POLITICHE E DELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI
2021/2022



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2019
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1ECONOMIA INTERNAZIONALE - M1
530LEZIONE
2ECONOMIA INTERNAZIONALE - M2
430LEZIONE
Obiettivi
OBIETTIVI
FORNIRE UN'ADEGUATA STRUMENTAZIONE CONCETTUALE E ANALITICA PER COMPRENDERE LE QUESTIONI RELATIVE A: (I) COMMERCIO INTERNAZIONALE E MOBILITÀ INTERNAZIONALE DEI FATTORI, (II) POLITICHE COMMERCIALI,(III) POSIZIONE DELL’ITALIA NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE.
CONOSCENZE E COMPETENZE:
GLI STUDENTI ACQUISIRANNO, IN PARTICOLARE: (I) CONOSCENZA DEI PRINCIPALI MODELLI CHE SPIEGANO IL COMMERCIO INTERNAZIONALE E DELLE PRINCIPALI POLITICHE COMMERCIALI; (II) CAPACITÀ DI APPLICARE I MODELLI PER COMPRENDERE I PRINCIPALI FATTI STILIZZATI DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE; (III) CAPACITÀ DI VALUTARE AUTONOMAMENTE GLI EFFETTI DEI DIVERSI STRUMENTI DI POLITICA COMMERCIALE; (IV) CAPACITÀ DI ORGANIZZARE, IN FORMA SCRITTA E ORALE, UN RAPPORTO BASE SUL COMMERCIO ESTERO DI UN PAESE O DI UNA REGIONE; (V) CAPACITÀ DI APPRENDERE TECNICHE PIÙ AVANZATE DI ANALISI DEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI.

Prerequisiti
MICROECONOMIA (Istituzioni di Economia)
Contenuti
IL CORSO È DIVISO IN DUE MODULI: IL PRIMO DEDICATO ALL’ECONOMIA DEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI, IL SECONDO ALLE POLITICHE COMMERCIALI. NELLA PARTE SEMINARIALE QUESTI STRUMENTI VENGONO UTILIZZATI PER ESAMINARE I PRINCIPALI ASPETTI DEL COMMERCIO ESTERO DELL’ITALIA.
MODULO 1
1. ECONOMIA DELLA GLOBALIZZAZIONE: (1.1) INTRODUZIONE ALL'ECONOMIA INTERNAZIONALE; (1.2) LA GLOBALIZZAZIONE: FATTI STILIZZATI E PROBLEMI APERTI;
2. ECONOMIA DEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI: (2.1) I VANTAGGI DEL LIBERO SCAMBIO E LA TEORIA DEI COSTI COMPARATI; (2.2) COMMERCIO INTERNAZIONALE, DOTAZIONE DI RISORSE E DISTRIBUZIONE; (2.3) L’OUTSOURCING INTERNAZIONALE: LA SEPARAZIONE SPAZIALE DELLE FASI PRODUTTIVE;
3. MOBILITÀ INTERNAZIONALE DEI FATTORI: (3.1) LA MOBILITÀ INTERNAZIONALE DEL LAVORO: LE MIGRAZIONI INTERNAZIONALI; (3.2) LA MOBILITÀ INTERNAZIONALE DEI CAPITALI: GLI INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI.
MODULO 2
4. POLITICHE COMMERCIALI E PROCESSI DI INTEGRAZIONE: (4.1) LE POLITICHE COMMERCIALI: OBIETTIVI E STRUMENTI DELLA POLITICA COMMERCIALE; (4.2) L''ECONOMIA POLITICA DELLA POLITICA COMMERCIALE: LE POLITICHE COMMERCIALI IN AZIONE E IL REGIONALISMO.
5. IL COMMERCIO ESTERO DELL'ITALIA E DELL'UNIONE EUROPEA.

Metodi Didattici
LEZIONI: PRESENTAZIONE DI MODELLI ANCHE CON L’AUSILIO DI SLIDES
ESERCITAZIONI: APPLICAZIONI ANCHE NUMERICHE E STUDI DI CASO
SEMINARI: DISCUSSIONE CON LA PARTECIPAZIONE ATTIVA DEGLI STUDENTI
Verifica dell'apprendimento
I CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’APPRENDIMENTO RIGUARDANO: LA CONOSCENZA DEI TEMI TRATTATI NEL CORSO, LA PADRONANZA DEGLI STRUMENTI LOGICI E ANALITICI E LA CAPACITÀ DI APPLICARLI, LA CHIAREZZA, ANCHE LESSICALE, DI ESPOSIZIONE.
LA VERIFCA DELL’APPENDIMENTO SI BASA SU UNA PROVA DI ESAME CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. L’ESAME SI ARTICOLA IN UNA PROVA SCRITTA ED UNA PROVA ORALE, LA PROVA SCRITTA È PROPEDEUTICA ALLA PROVA ORALE. ENTRAMBE LE PROVE SONO VALUTATE IN TRENTESIMI, E SI INTENDONO SUPERATE CON UN VOTAZIONE MINIMA DI 18/30. LA VALUTAZIONE FINALE, SEMPRE IN TRENTESIMI, CORRISPONDERÀ ALLA MEDIA DEI VOTI RIPORTATI NELLE DUE PROVE.
LA PROVA SCRITTA VERIFICA L’ACQUISIZIONE DEGLI STRUMENTI METODOLOGICI E TEORICI DELLA DISCIPLINA E L’ABILITÀ DI UTILIZZARLI. ESSA, DELLA DURATA DI 90 MINUTI, È ARTICOLATA IN DUE PARTI: (A) ALCUNE DOMANDE A RISPOSTA MULTIPLA, NELLE QUALI LO STUDENTE È RICHIESTO ANCHE DI MOTIVARE SINTETICAMENTE LA RISPOSTA, EVENTALMENE CON L’AUSILIO DI GRAFICI, (B) DUE ESERCIZI ANCHE NUMERICI (A SCELTA TRA TRE). I QUESITI DELLA PROVA SCRITTA SONO SIMILI A QUELLI ILLUSTRATI NEL CORSO DELLE LEZIONI E/O PUBBLICATI SULLA PAGINA DESK DEL CORSO.
LA PROVA ORALE VERIFICA IL GRADO DI CONOSCENZA E LA CAPACITÀ DI ARGOMENTAZIONE SULLE TEMATICHE AFFRONTATE NEL CORSO. DELLA DURATA DI 15 MINUTI CIRCA, ESSA CONSISTE IN UN COLLOQUIO NEL QUALE LO STUDENTE È RICHIESTO DI RISPONDERE SU ASPETTI TEORICI E METODOLOGICI OGGETTO DEL PROGRAMMA DI STUDIO.
Testi
MODULO 1
AMENDOLA,A.-BIAGIOLI,M.-CELI,G. (2014), ECONOMIA DELLA GLOBALIZZAZIONE. ECONOMIA DEGLI SCAMBI E MACROECONOMIA INTERNAZIONALE, EGEA, MILANO, CAPP. 1-8 (ESCLUSO IL §.5.2) (PP.1-128 E 142-229);
OPPURE
KRUGMAN, P.R. - OBSFIELD, M. – MELITZ, M.J. (2019), ECONOMIA INTERNAZIONALE 1, TEORIA E POLITICA DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE, PEARSON ITALIA, MILANO, CAPP. 1-8 (PP. 1-230).

MODULO 2
1.AMENDOLA,A.-BIAGIOLI,M.-CELI,G. (2014), ECONOMIA DELLA GLOBALIZZAZIONE. ECONOMIA DEGLI SCAMBI E MACROECONOMIA INTERNAZIONALE, EGEA, MILANO, CAPP. 9-10 (PP. 231-298);
OPPURE
KRUGMAN, P.R. - OBSFIELD, M. – MELITZ, M.J. (2019), ECONOMIA INTERNAZIONALE 1, TEORIA E POLITICA DEL COMMERCIO INTERNAZIONALE, PEARSON ITALIA, MILANO, CAPP. 9-10 (PP. 231-308)).

2.ISTAT- ICE (2020), RAPPORTO ICE 2019-2020. L’ITALIA NELL’ECONOMIA INTERNAZIONALE, PP. 1-58 PIÙ UN QUADERNO TEMATICO A SCELTA. HTTP://WWW.ICE.IT
OPPURE
EUROPEAN COMMISSION (2020), DG TRADE STATISTICAL GUIDE HTTPS://TRADE.EC.EUROPA.EU/DOCLIB/DOCS/2013/MAY/TRADOC_151348.PDF
Altre Informazioni
ULTERIORI RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI E MATERIALI DIDATTICI DI SUPPORTO SARNNO RESI DISPONIBILE ON-LINE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-09-16]