CHIMICA ANALITICA AMBIENTALE

Antonio PROTO CHIMICA ANALITICA AMBIENTALE

0512700013
DIPARTIMENTO DI CHIMICA E BIOLOGIA "ADOLFO ZAMBELLI"
CORSO DI LAUREA
SCIENZE AMBIENTALI
2022/2023

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2016
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1CHIMICA ANALITICA AMBIENTALE (MODULO DI CHIMICA ANALITICA AMBIENTALE)
648LEZIONE
2LABORATORIO DI CHIMICA ANALITICA AMBIENTALE (MODULO DI CHIMICA ANALITICA AMBIENTALE)
324LEZIONE
336LABORATORIO
Obiettivi
GLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO SI INSERISCONO NEL CORSO DI LAUREA CHE PREVEDE LA FORMAZIONE DI UNA FIGURA PROFESSIONALE CAPACE DI OPERARE NEL CAMPO DELLA PREVENZIONE DEI RISCHI AMBIENTALI E DELLA SALVAGUARDIA DELLE RISORSE AMBIENTALI ALLO SCOPO, IN PARTICOLARE, DI EVIDENZIARE E CONTRIBUIRE ALLA PREVENZIONE DEGLI IMPATTI DERIVANTI DALLE ATTIVITÀ ANTROPICHE SULL'AMBIENTE.
L'INSEGNAMENTO È FONDAMENTALMENTE IMPRONTATO ALL’ACQUISIZIONE DEGLI STRUMENTI CONOSCITIVI DELLA CHIMICA ANALITICA PER L’IDENTIFICAZIONE DEI PRINCIPALI INQUINANTI PRESENTI NEGLI AMBIENTI NATURALI ED ANTROPIZZATI. QUESTO INSEGNAMENTO HA L'OBIETTIVO DI CONTRIBUIRE A FORMARE UNA FIGURA PROFESSIONALE CHE SIA CAPACE DI IDENTIFICARE E VALUTARE, NELLE ACQUE, NELL’ARIA E NEI SUOLI GLI INQUINANTI IN ESSI PRESENTI, NONCHÉ ESSERE CAPACE DI UTILIZZARE STRUMENTI ANALITICI PER OPERARE IN UN LABORATORIO DI ANALISI AMBIENTALI O DI CONTROLLO QUALITÀ.
PER QUANTO RIGUARDA CONOSCENZE/SAPERE
L'INSEGNAMENTO FORNISCE:
• LE CONOSCENZE TEORICHE DELLA CHIMICA ANALITICA CLASSICA E STRUMENTALE.
• LE CONOSCENZE SPERIMENTALI UTILI ALLA CONDUZIONE DI ANALISI CHIMICHE CON I METODI CLASSICI, SPETTROSCOPICI E CROMATOGRAFICI PER LA DETERMINAZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA DI COMPOSTI CHIMICI IN MATRICI AMBIENTALI.
• LE CONOSCENZE DEL FUNZIONAMENTO DELLE PRINCIPALI STRUMENTAZIONI DI LABORATORIO AMBIENTALE.
• LE TECNICHE PRINCIPALI DI CAMPIONAMENTO E GLI ERRORI AD ESSE CONNESSI.
PER QUANTO RIGUARDA ABILITÀ/SAPER FARE
L'INSEGNAMENTO METTE LO STUDENTE IN CONDIZIONE DI:
• AFFRONTARE LE PROBLEMATICHE RELATIVE ALLE ANALISI CHIMICHE IN AMBITO AMBIENTALE.
• ESEGUIRE ANALISI QUALITATIVE E QUANTITATIVE STRUMENTALI SU DIVERSE MATRICI AMBIENTALI.
• VALUTARE I DATI OTTENUTI DURANTE LE ESERCITAZIONE AL FINE DI GARANTIRE LA QUALITÀ DEL RISULTATO ANALITICO.
• VALUTARE L’IMPATTO DEGLI INQUINANTI SULL’AMBIENTE E SULLA SALUTE UMANA.
Prerequisiti
CONOSCENZE DI CHIMICA GENERALE INORGANICA E DI CHIMICA ORGANICA
Contenuti
L’INSEGNAMENTO È SUDDIVISO IN DUE MODULI: UN MODULO (CHIMICA ANALITICA AMBIENTALE) DI CARATTERE TEORICO (6 CFU, 48 ORE) ED UN MODULO (LABORATORIO DI CHIMICA ANALITICA AMBIENTALE) DI CARATTERE APPLICATIVO (6 CFU, 60 ORE).
NEL MODULO TEORICO SONO AFFRONTATE LE BASI DELLA CHIMICA ANALITICA PARTENDO DAI CONCETTI DI MASSA E VOLUME ED ARRIVANDO FINO ALLA DESCRIZIONE DELLE STRUMENTAZIONI ANALITICHE PIÙ COMUNI. IN PARTICOLARE, IL MODULO SARÀ STRUTTURATO COME SEGUE:
- BASI CHIMICO FISICHE (1 CFU, 8 ORE): UNITÀ DI MISURA E GRANDEZZE UTILI NELLA CHIMICA ANALITICA, LE CIFRE SIGNIFICATIVE E GLI ERRORI DI MISURA, CONCETTI DI MASSA, VOLUME, MOLE, LE CONCENTRAZIONI, ETC.
- CHIMICA ANALITICA CLASSICA (2 CFU, 16 ORE): ATTIVITÀ CHIMICA ED EQUILIBRIO CHIMICO, SOLUBILITÀ E ANALISI GRAVIMETRICA, TITOLAZIONI ACIDO-BASE, TITOLAZIONI REDOX, TITOLAZIONI COMPLESSIMETRICHE, ANALISI ELETTROCHIMICA.
- CHIMICA ANALITICA STRUMENTALE (2 CFU, 24 ORE): LA CONDUCIBILITÀ, LA POTENZIOMETRIA, INTRODUZIONE ALLA SPETTROSCOPIA, ASSORBIMENTO ATOMICO, SPETTROFOTOMETRIA UV-VIS. INTRODUZIONE ALLE SEPARAZIONI CROMATOGRAFICHE, CROMATOGRAFIA LIQUIDA SU COLONNA E GAS CROMATOGRAFIA.
- APPLICAZIONI IN CAMPO AMBIENTALE (1 CFU, 8 ORE): CARATTERIZZAZIONE E SELEZIONE DEI METODI ANALITICI, ANALISI DI MATRICI AMBIENTALI, ANALISI DEI CONTAMINANTI AMBIENTALI PIÙ COMUNI.
NEL MODULO DI LABORATORIO SARANNO FATTE ESERCITAZIONI IN AULA E IN LABORATORIO PER ILLUSTRARE LA MESSA IN PRATICA DEI CONCETTI APPRESI NEL MODULO TEORICO. IN PARTICOLARE, IL MODULO SARÀ STRUTTURATO COME SEGUE:
- ESERCITAZIONI IN AULA (3 CFU, 24 ORE): STECHIOMETRIA AVANZATA, BILANCIAMENTO DI REAZIONI REDOX, REAZIONI ACIDO-BASE, EQUILIBRI MULTIPLI IN SOLUZIONE.
- ESERCITAZIONI IN LABORATORIO (3 CFU, 36 ORE): 8 ESERCITAZIONI DA 4 ORE CIASCUNA CON RELATIVE SPIEGAZIONI TEORICHE IN AULA (2 ORE): ESERCIZI CON FOGLIO DI CALCOLO MICROSOFT EXCEL®, TARATURA DI UN DISPOSITIVO VOLUMETRICO, DETERMINAZIONE DEI SOLIDI SEDIMENTABILI, TITOLAZIONE ACIDO-BASE CON INDICATORE (PREPARAZIONE E STANDARDIZZAZIONE DI UNA SOLUZIONE DI NAOH), TITOLAZIONE COMPLESSOMETRICA CON INDICATORE (PREPARAZIONE E STANDARDIZZAZIONE DI UNA SOLUZIONE DI EDTA - DETERMINAZIONE DELLA DUREZZA DI UN CAMPIONE D’ACQUA), ANALISI CONDUTTIMETRICHE (MISURA DELLA CONDUCIBILITÀ DI CAMPIONI D’ACQUA, DETERMINAZIONE DELLA CONCENTRAZIONE DEI BICARBONATI IN UN CAMPIONE DI ACQUA), ANALISI POTENZIOMETRICHE (MISURA DEL PH DI CAMPIONI DI ACQUA - DETERMINAZIONE DELL’ACIDITÀ DI UN ACETO COMMERCIALE MEDIANTE TITOLAZIONE POTENZIOMETRICA), ANALSI SPETTROFOTOMETRICHE UV/VIS (DETERMINAZIONE DEL COD IN CAMPIONI DI ACQUA DI SCARICO - DETERMINAZIONE DEGLI ORTOFOSFATI IN CAMPIONI DI ACQUA), ANALISI SPETTROFOTOMETRICHE DI ASSORBIMENTO ATOMICO (DETERMINAZIONE DI METALLI IN UN CAMPIONE DI TERRENO), ANALISI CROMATOGRAFICA (DETERMINAZIONE DI ANIONI IN UN CAMPIONE DI ACQUA DI UN FIUME).
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, ESERCITAZIONI IN AULA ED ESPERIENZE DI LABORATORIO. LA FREQUENZA DEL MODULO DI LABORATORIO DI CHIMICA ANALITICA AMBIENTELE È OBBIGATORIA PER I 2/3 DELLE ORE DI LABORATORIO.
Verifica dell'apprendimento
L'ESAME CONSISTE IN UNA PROVA SCRITTA ED UNA ORALE.

NELLA PROVA SCRITTA LO STUDENTE DOVRÀ RISOLVERE DEGLI ESERCIZI RELATIVI AL PROGRAMMA SVOLTO (BILANCIAMENTI REDOX, REAZIONI ACIDO-BASE, CALCOLI PER LA PREPARAZIONE DI SOLUZIONI E DILUIZIONI, DETERMINAZIONE DI PARAMETRI AMBIENTALI UTILIZZANDO LE METODICHE ANALITICHE UTILIZZATE DURANTE LE ESERCITAZIONI DI LABORATORIO).
NELLA PROVA SCRITTA È CONSENTITO CONSULTARE LA TAVOLA PERIODICA DEGLI ELEMENTI ED UTILIZZARE LA CALCOLATRICE. È VIETATO L'USO DELLA FUNZIONE DI CALCOLATRICE PRESENTE SU ALTRI DISPOSITIVI ELETTRONICI (ES CELLULARI O COMPUTER).

NELLA PROVA ORALE LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI AVER COMPRESO I CONCETTI FONDAMENTALI DELLA CHIMICA ANALITICA DI BASE (REQUISITI MINIMI: votazione 18/30) ED I FONDAMENTI TEORICI DELLE TECNICHE ANALITICHE, CLASSICHE E STRUMENTALI E DELLE ATTIVITÀ SVOLTE IN LABORATORIO.
IL VOTO MASSIMO (30/30) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA UNA CONOSCENZA COMPLETA ED APPROFONDITA ed è capace di STABILIRE CONNESSIONI TRA GLI ARGOMENTI TRATTATI.
LA LODE POTRÀ ESSERE ATTRIBUITA AGLI STUDENTI CHE RAGGIUNGONO IL VOTO MASSIMO DI 30/30 E CHE DIMOSTRINO DI ESSERE IN GRADO DI APPLICARE AUTONOMAMENTE CONOSCENZE E COMPETENZE ACQUISITE ANCHE IN CONTESTI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI A LEZIONE
Testi
- D. HAGE E J.D. CARR, CHIMICA ANALITICA E ANALISI QUANTITATIVA, PICCIN
- D.C. HARRIS, FONDAMENTI DI CHIMICA ANALITICA, ZANICHELLI
- A.I. VOGEL, ANALISI CHIMICA QUANTITATIVA, CEA
- R. COZZI, P. PROTTI, T. RUARO, ELEMENTI DI CHMICA ANALITICA STRUMENTALE -TECNICHE DI ANALISI PER CHIMICA E MATERIALI, ZANICHELLI
- J.R. TAYLOR, INTRODUZIONE ALL’ANALISI DEGLI ERRORI, ZANICHELLI
Altre Informazioni
- LINGUA DI EROGAZIONE DELL'INSEGNAMENTO: ITALIANO
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-11-30]