Progetti

Antonio PIETROSANTO Progetti

TECNICHE PER IL RILIEVO IN TEMPO REALE DI COMPONENTI A BASSA FREQUENZA: APPLICAZIONE ALLA RILEVAZIONE DI CONDIZIONI DI RISONANZA IN MOTOCICLI

Il ruolo del sistema di sospensioni é fondamentale per ogni tipo di veicolo, ed in particolare per i motocicli. Le sospensioni assorbendo i moti causati dal fondo autostradale garantiscono il confort per i passeggeri, ma esse hanno anche la funzione di minimizzare le forze tra le ruote e la superficie per assicurare la tenuta di strada. Queste due esigenze sono in contrapposizione: per ottenere un elevato confort occorre impiegare sospensioni “morbide” viceversa la tenuta di strada di ottiene con sospensioni “rigide”. Le sospensioni semiattive, consentono di superare tale problema in quanto con esse è possibile ottenere un comportamento adattativo in funzione delle condizioni della strada e del carico. Naturalmente, le prestazioni di tali sistemi dipendono fortemente dalla strategia di controllo della sospensione. La metodologia che si vuole sviluppare consente di migliorare la strategia di controllo.Nel primo anno è stata messa a punto una metodologia per il rilievo di tali componenti. Il metodo proposto si basa sul monitoraggio del contenuto spettrale del segnale in una banda di frequenza limitata: in presenza di una componente spettrale nella banda esaminata, il contenuto spettrale del segnale in essa aumenta significativamente. Il monitoraggio si basa sul calcolo e l’analisi di un indice definito come il rapporto del contenuto spettrale nella banda di interesse sul contenuto energetico dell’intero segnale: quando tale indice supera un’opportuna soglia si rileva la presenza dell’anomalia. L'algoritmo proposto è molto generale, e le sue prestazioni possono essere ottimizzate regolando opportunamente i suoi parametri: frequenza di campionamento, numero di punti elaborati, banda di analisi, k0 .. k1, valore della soglia. Essi possono essere fissati solo sulla base della conoscenza dello specifico fenomeno da rilevare. Tra i molteplici campi di applicazione del metodo, nel secondo anno di attività sarà esplorata la possibilità di rilevare i fenomeni di risonanza in un motociclo con sospensioni magnetoreologiche. Generalmente, si presentano due fenomeni di risonanza: uno dovuto alle masse sospese, intorno ai 2-3 Hz ed uno dovuto alle masse non sospese, intorno ai 10-20 Hz. Il metodo sarà particolarizzato al rilievo di entrambe le risonanze, sarà messo a punto un sistema di acquisizione dati e, al fine di identificare i parametri ottimali della procedura, verranno eseguite delle prove su segnali emulati aggiungendo a segnali reali, acquisiti durante il normale funzionamento del motociclo ed in assenza di fenomeni di risonanza, delle oscillazioni rumorose a frequenze prossime alle frequenze di risonanza di interesse con frequenza, ampiezza ed istante di applicazione variabili.Quindi la procedura sarà implementata su di un Hardware impiegato per le centraline delle motociclette al fine di verificare la possibilità di impiegare la procedura in tempo reale per l’integrazione della procedura di rilievo delle condizioni di risonanza e nella strategia di controllo delle sospensioni.

StrutturaDipartimento di Ingegneria Industriale/DIIN
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo19.022,00 euro
Periodo11 Dicembre 2013 - 11 Dicembre 2015
Proroga30 giugno 2016
Gruppo di RicercaLIGUORI Consolatina (Coordinatore Progetto)
PAOLILLO Alfredo (Coordinatore Progetto)
BEVILACQUA MAURIZIO (Ricercatore)
DEL GIUDICE ANTONIO (Ricercatore)
DI LEO Giuseppe (Ricercatore)
PACIELLO Vincenzo (Ricercatore)
PIETROSANTO Antonio (Ricercatore)
SOMMELLA Paolo (Ricercatore)