FILOLOGIA ROMANZA (AVANZATO)

Sabrina GALANO FILOLOGIA ROMANZA (AVANZATO)

4322100132
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
LINGUE E LETTERATURE MODERNE
2021/2022



ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2018
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
945LEZIONE
AppelloData
APPELLO RISERVATO AI F. C.11/01/2022 - 10:00
APPELLO RISERVATO AI F. C.11/01/2022 - 10:00
APPELLO GENNAIO18/01/2022 - 10:00
APPELLO GENNAIO18/01/2022 - 10:00
APPELLO FEBBRAIO15/02/2022 - 10:00
APPELLO FEBBRAIO15/02/2022 - 10:00
APPELLO MAGGIO19/05/2022 - 10:00
APPELLO GIUGNO14/06/2022 - 10:00
APPELLO LUGLIO12/07/2022 - 10:00
APPELLO SETTEMBRE13/09/2022 - 10:00
APPELLO DICEMBRE12/12/2022 - 10:00
Obiettivi
L’INSEGNAMENTO SI PROPONE DI APPROFONDIRE LE CONOSCENZE ACQUISITE NEL CORSO DEL PRIMO CICLO E COMPLETARE LA CONOSCENZA DEI PRINCIPI E DELLE METODOLOGIE DELL’ECDOTICA APPLICATA AI TESTI ROMANZI MEDIEVALI E MODERNI.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (DESCRITTORE 1 DUBLINO)
LO STUDENTE DISPORRÀ DI CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE IN MERITO:
-ALLE PROBLEMATICHE CRITICO-LETTERARIE CONNESSI ALL’EDIZIONE CRITICA DI TESTI MEDIEVALI;
-ALLE METODOLOGIE DI ANALISI DEI TESTI LETTERARI;
-AGLI STRUMENTI PALEOGRAFICI UTILIZZATI NELLA TRASCRIZIONI DI MANOSCRITTI MEDIEVALI.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (DESCRITTORE 2 DUBLINO) - LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-UTILIZZARE GLI STRUMENTI PALEOGRAFICI NELLA TRASCRIZIONE DI MANOSCRITTI;
-EFFETTUARE LA COLLAZIONE DELLE DIVERSE REDAZIONI MANOSCRITTE DI UN’OPERA;
-ELABORARE UN ALBERO GENEALOGICO (STEMMA CODICUM) CHE DESCRIVA I RAPPORTI DI FAMILIARITÀ TRA I CODICI CHE TRAMANDANO UN’OPERA MEDIEVALE;
-SCEGLIERE E GESTIRE DEI METODI DI CRITICA TESTUALE NELLA RICOSTRUZIONE DI UN QUALSIASI TESTO SIA MEDIEVALE CHE MODERNO.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO (DESCRITTORE 3 DUBLINO)
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI
-UTILIZZARE GLI STRUMENTI FILOLOGICI PER FORMULARE IPOTESI, ARGOMENTARE SU CONTENUTI E SULLA TIPOLOGIA DEI TESTI;
-CONFRONTARE E VALUTARE LE DIVERSE TIPOLOGIE TESTUALI, LE DIVERSE REDAZIONI TESTUALI E TRARNE ADEGUATE CONCLUSIONI.

ABILITÀ COMUNICATIVE (DESCRITTORE 4 DUBLINO)
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-RAPPRESENTARE E COMUNICARE IN MANIERA COERENTE E PRECISA I RISULTATI DELLE PROPRIE RICERCHE.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (DESCRITTORE 5 DUBLINO)
LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI:
-SERVIRSI DELLE COMPETENZE ACQUISITE PER APPROFONDIRE LO STUDIO DI AMBITI CULTURALI ETEROGENEI
-SVOLGERE ATTIVITÀ DI RICERCA SU VARIE TIPOLOGIE TESTUALI
Prerequisiti
AL FINE DI COMPRENDERE AL MEGLIO GLI ARGOMENTI TRATTATI DURANTE IL CORSO È PREFERIBILE CHE GLI STUDENTI ABBIANO SOSTENUTO UN ESAME DI FILOLOGIA ROMANZA NELLA LAUREA TRIENNALE
Contenuti
DURANTE IL CORSO SI AFFRONTERANNO I PROBLEMI DELLA TRASMISSIONE DEI TESTI MEDIEVALI, I PRINCIPI, LE METODOLOGIE E LA PRASSI DELL’ECDOTICA APPLICATI IN PARTICOLARE AI PROBLEMI DELL’EDIZIONE DI UN TESTO MEDIEVALE, NON TRASCURANDO I PROBLEMI DI TRASMISSIONE DEI TESTI NON CANONICI O SOTTOPOSTI AD UNA TRASMISSIONE PIÙ MODERNA E TRANSMEDIALE. IL CORSO COMPRENDERÀ LEZIONI TEORICHE, MA ANCHE ATTIVITÀ PRATICHE: GLI STUDENTI, GUIDATI DAL DOCENTE, IMPARERANNO A CONSULTARE I MANOSCRITTI DIGITALIZZATI, A TRASCRIVERLI, COLLAZIONARLI E A COMMENTARNE GLI ASPETTI LINGUISTICI E/O LETTERARI PIÙ INTERESSANTI.
Metodi Didattici
IL CORSO PREVEDE UNA PARTE TEORICA DURANTE LA QUALE LO STUDENTE APPRENDERÀ I METODI E LE TECNICHE TRADIZIONALI DELLA CRITICA TESTUALE. LA TEORIA SARÀ SEMPRE AFFIANCATA DA UN RISCONTRO APPLICATIVO DELLE CONOSCENZE ACQUISITE. LO STUDENTE, QUINDI, SARÀ IMPEGNATO IN ESERCIZI DI TRASCRIZIONE E COLLATIO DI TESTI SIA MEDIEVALI (MANOSCRITTI) CHE MODERNI. UNA PARTE DEL CORSO, DEDICATA ALL'ASPETTO TRANSMEDIALE, DELLA TRASMISSIONE DELLA CULTURA, COINVOLGERÀ LO STUDENTE NELLA RICERCA E NELL'ANALISI DEI VARI PROCESSI, TECNICHE E METODOLOGIE CHE CARATTERIZZANDO LA RIMODULAZIONE DI UN TESTO LETTERARIO IN ALTRI AMBITI CULTURALI, IN PARTICOLAR MODO MEDIATICI.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL'INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME ORALE CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI LA PROVA ORALE È COMPRENSIVA DELL'ESPOSIZIONE DI UN ELABORATO PREPARATO DURANTE LE ESERCITAZIONI LABORATORIALI PREVISTRE DURANTE IL CORSO, PRODOTTO DALLO STUDENTE IN MODO AUTONOM. L'ELABORATO CONSISTE NELLO STUDIO FILOLOGICO DI UN PARTICOLARE TESTO, ESEMPLATO, COLLAZIONATO CON ALTRE COPIE, PROVVISTO DI UNA BREVE INTRODUZIONE LINGUISTICA E DI UN APARATO CRITICO E DI NOTE DI COMMENTO. L'ELABORATOÈ FINALIZZATO A VERIFICARE LE CAPACITÀ DI APPLICARE CORRETTAMENTE LE CONOSCENTE TEORICHE E PRATICHE DELL'ECDOTICA A TESTI DIVERSI SIA DAL PUNTO DI VISTA CRONOLOGICO, STILISTICO E TEMATICO, CHE LINGUISTICO E LA CAPACITÀ DI RELAZIONARE IN MODO SCRITTO. NELLA DISCUSSIONE LO STUDENTE ILLUSTRERÀ LE PROBLEMATICHE POSTE DAL TESTO ASSEGNATO, L'IMPOSTAZIONE METODOLOGICA ADOTTATA, L'ANALISI DEI LOCI CRITICI RISCONTRATI E L'ANALISI DELLE CONGETTURE AVANZATE.NEL SUO INSIEME LA PROVA CONSENTE DI ACCERTARE SIA LA CAPACITÀ DI CONOSCENZA E COMPRENSIONE, SIA LA CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE, SIA LA CAPACITÀ DI APPRENDERE E DI AVANZARE CONGETTURE O ELABORARE SOLUZIONI INAUTONOMIA DI GIUDIZIO. PER I NON FREQUENTANTI LA PROVA FINALE CONSISTE IN UN COLLOQUIO CON DOMANDE E DISCUSSIONE SUI CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI INDICATI NEL PROGRAMMA DELL'INSEGNAMENTO ED È FINALIZZATA AD ACCERTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE RAGGIUNTA DALLO STUDENTE, NONCHÈ A VERIFICARE LA CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE RICORRENDO ALLA TERMINOLOGIA APPROPRIATA .
Testi
PROGRAMMA PER I FREQUENTANTI

A.STUSSI, FONDAMENTI DI CRITICA TESTUALE, BOLOGNA, IL MULINO, 1998.

ULTERIORE MATERIALE BIBLIOGRAFICO SARÀ INDICATO ALL'INIZIO DEL CORSO.

GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI SONO TENUTI A CONTATTARE IL DOCENTE PER STABILIRE UN PROGRAMMA ALTERNATIVO.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-11-30]