METODI FISICI IN CHIMICA ORGANICA

Agostino CASAPULLO METODI FISICI IN CHIMICA ORGANICA

0760200056
DIPARTIMENTO DI FARMACIA
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 5 ANNI
CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE
2022/2023

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2020
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
648LEZIONE
Obiettivi
L’INSEGNAMENTO DI METODI FISICI IN CHIMICA ORGANICA È VOLTO ALLA ACQUISIZIONE DELLE CONOSCENZE E ALLA COMPRENSIONE DELLA TEORIA E APPLICAZIONE DELLE TECNICHE STRUMENTALI PER LA CARATTERIZZAZIONE QUALI-QUANTITATIVA DI COMPOSTI ORGANICI E BIOMOLECOLE, MEDIANTE APPROCCIO SPETTROSCOPICO (IR, UV, CD, NMR) E SPETTROMETRIA DI MASSA.
LO STUDENTE, APPLICANDO LE COMPETENZE ACQUISITE, DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI SELEZIONARE E COMBINARE LE PRINCIPALI METODICHE STRUMENTALI IN USO PER LA SOLUZIONE DI PROBLEMI ANALITICI IN CAMPO BIOORGANICO.

Prerequisiti
È NECESSARIA LA CONOSCENZA DELLA CHIMICA GENERALE, INORGANICA E ORGANICA. PROPEDEUTICO ALL'INSEGNAMENTO È L’ACQUISIZIONE DEGLI OBIETTIVI RIGUARDANTI LE SEGUENTI DISCIPLINE: TUTTI GLI ESAMI DEL I ANNO, CHIMICA ORGANICA I, BIOCHIMICA GENERALE.

Contenuti
IL CORSO DI INSEGNAMENTO È COSTITUITO DA 48 ORE (6 CFU) DI LEZIONI EROGATE IN AULA.
GLI ARGOMENTI TRATTATI SONO:
1: LA RADIAZIONE ELETTROMAGNETICA E INTRODUZIONE ALLA SPETTROSCOPIA MOLECOLARE (2 ORE)
2: SPETTROSCOPIA NELL’INFRAROSSO (IR): MODELLI PER LA DESCRIZIONE DELLE PROPRIETÀ VIBRAZIONALI: L’OSCILLATORE ARMONICO. CONFRONTO TRA RISULTATI CLASSICI E QUANTISTICI. APPROSSIMAZIONE DI GRUPPO. L’USO DELL’INFRAROSSO A SCOPO DIAGNOSTICO CHIMICO. CONSIDERAZIONI APPLICATIVE (6 ORE)
3: SPETTROSCOPIA NELL’ULTRAVIOLETTO-VISIBILE (UV-VIS): ORBITALI MOLECOLARI E RICHIAMI DELLA TEORIA LCAO. TRANSIZIONI ELETTRONICHE. LEGGE DI LAMBERT-BEER. ASPETTI QUANTITATIVI DELLA SPETTROSCOPIA UV ANCHE IN RELAZIONE AL CONTROLLO DI QUALITÀ. PREVISIONE DELLA LAMBDA-MAX DI ASSORBIMENTO ATTRAVERSO LE REGOLE DI WOODWARD. CONSIDERAZIONI APPLICATIVE (6 ORE)
4: SPETTROSCOPIA DI DICROISMO CIRCOLARE (CD): PRINCIPI DELLA SPETTROSCOPIA DI DICROISMO CIRCOLARE (CD) E POLARIMETRIA. FUNZIONAMENTO E UTILIZZO DI UNO SPETTROFOTOMETRO PER DICROISMO CIRCOLARE. UTILIZZO DELLA SPETTROSCOPIA CD PER LA DETERMINAZIONE DELLA CONFORMAZIONE E DELLA CONFIGURAZIONE DI MOLECOLE ORGANICHE (2 ORE).
5: RISONANZA PLASMONICA DI SUPERFICIE (SPR): PRINCIPI GENERALI, STRUMENTAZIONE E CAMPO DI APPLICAZIONE (2 ORE).
6: SPETTROMETRIA DI MASSA: SORGENTI ED ANALIZZATORI DI IONI. CENNI SULLA TEORIA FISICA RELATIVA ALLA PRODUZIONE E ALL’OSSERVAZIONE DI IONI MOLECOLARI. TECNICHE DI IONIZZAZIONE. ANALIZZATORI. SPETTROMETRIA DI MASSA TANDEM E APPLICAZIONI (12 ORE)
8: RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE (NMR): CARATTERISTICHE GENERALI E TEORIA DEL CHEMICAL SHIFT E ACCOPPIAMENTO DI SPIN. SPETTROSCOPIA 1H-NMR E 13C-NMR. SPETTROSCOPIA NMR BIDIMENSIONALE. CAMPO DI APPLICAZIONE (18 ORE)




Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO (6 CFU) PREVEDE 48 ORE DI DIDATTICA NELLA FORMA DI LEZIONI FRONTALI CHE SI SVOLGONO IN AULA CON L’AUSILIO DI PROIEZIONI. LA FREQUENZA DELLE LEZIONI IN AULA È OBBLIGATORIA. PER POTER SOSTENERE L’ESAME FINALE LO STUDENTE DEVE AVER FREQUENTATO ALMENO IL 70% DELLE ORE PREVISTE DALL’INSEGNAMENTO. LA VERIFICA DELLA PRESENZA È OTTENUTA TRAMITE PROCEDURA ONLINE.
Verifica dell'apprendimento
L’ESAME PREVEDE UNA PROVA SCRITTA E UNA PROVA ORALE. LA PROVA SCRITTA È PROPEDEUTICA ALLA PROVA ORALE E CONSISTE IN UN TEST A RISPOSTA APERTA SUGLI ARGOMENTI DEL PROGRAMMA DI INSEGNAMENTO ED È COMPOSTA DA QUESITI SPECIFICI SUI SEGUENTI ARGOMENTI:
A) SPETTROSCOPIA IR (MAX 4 PUNTI)
B) SPETTROSCOPIA UV (MAX 4 PUNTI)
C) SPETTROMETRIA DI MASSA (MAX 8 PUNTI)
D) SPETTROSCOPIA NMR (MAX 5 PUNTI)
E) DATI SPETTRALI DI MOLECOLE ORGANICHE (MAX 5 PUNTI)
F) QUESITI A RISPOSTA BREVE (MAX 4 PUNTI)
LA PROVA SI SVOLGE ANTERIORMENTE ALLA PROVA ORALE E SI CONSIDERA SUPERATA CON IL PUNTEGGIO MINIMO DI 18/30. LA PROVA SCRITTA HA DI NORMA UNA DURATA DI 90 MINUTI ED È FINALIZZATA A VERIFICARE LA CAPACITÀ DI APPLICARE CORRETTAMENTE LE CONOSCENZE TEORICHE E LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DELLE PROBLEMATICHE PROPOSTE.
LA PROVA ORALE SARA’ ACCESSIBILE AI SOLI STUDENTI CHE ABBIANO RAGGIUNTO LA SOGLIA MINIMA ALLA PROVA SCRITTA (18/30) E CONSISTE IN UN COLLOQUIO CON DOMANDE E DISCUSSIONE SUI CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI INDICATI NEL PROGRAMMA DELL’INSEGNAMENTO. È FINALIZZATA AD ACCERTARE IL LIVELLO DI CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE RAGGIUNTO DALLO STUDENTE, NONCHÉ A VERIFICARE LA CAPACITÀ DI ESPORRE GLI ARGOMENTI RICORRENDO ALLA TERMINOLOGIA APPROPRIATA. ANCHE PER LA PROVA ORALE IL VOTO È VALUTATO IN TRENTESIMI. IL VOTO FINALE È RICAVATO DALLA MEDIA PESATA (SCRITTO: ORALE 1:2) DEI VOTI DELLE DUE PROVE.
Testi
TESTI DI RIFERIMENTO:
1. HESSE, MEIER, ZEEH, METODI SPETTROSCOPICI NELLA CHIMICA ORGANICA, EDISES, NAPOLI
2. R.M. SILVERSTEIN, F.X. WEBSTER, IDENTIFICAZIONE SPETTROSCOPICA DI COMPOSTI ORGANICI, AMBROSIANA EDITRICE
3. CHIAPPE, D'ANDREA, TECNICHE SPETTROSCOPICHE E IDENTIFICAZIONE DI COMPOSTI ORGANICI, EDIZIONI ETS
4. HOLLER, SKOOG, GROUCH, CHIMICA ANALITICA STRUMENTALE, EDISES
5. PEDULLI, METODI FISICI IN CHIMICA ORGANICA, PICCIN ED.
MATERIALE DIDATTICO AGGIUNTIVO (DIAPOSITIVE) SUL SITO DEL DOCENTE. (HTTPS://DOCENTI.UNISA.IT/003789/HOME)
Altre Informazioni
LINGUA DI INSEGNAMENTO: ITALIANO
MODALITÀ DI FREQUENZA: OBBLIGATORIA
SEDE: DIPARTIMENTO DI FARMACIA



  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-11-30]