ADVANCED METHODS FOR TRANSPORTATION SYSTEM ANALYSIS & DESIGN

Giulio Erberto CANTARELLA ADVANCED METHODS FOR TRANSPORTATION SYSTEM ANALYSIS & DESIGN

0622100037
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
INGEGNERIA CIVILE
2018/2019

ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2017
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
660LEZIONE
Obiettivi
1. RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
QUESTO INSEGNAMENTO RIGUARDA LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE TEORICO-APPLICATIVE DI STRUMENTI AVANZATI PER LA ANALISI E LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI TRASPORTO, RELATIVI AI TEMI PIÙ RILEVANTI DELLA RICERCA ATTUALE: ASSEGNAZIONE CON DINAMICA INTER-PERIODALE MEDIANTE MODELLI DI PROCESSO DETERMINISTICO O DI PROCESSO STOCASTICO; ASSEGNAZIONE CON DINAMICA INTRA-PERIODALE MEDIANTE MODELLI MACROSCOPICI, MESOSCOPICI, MICROSCOPICI; PROGETTAZIONE DI RETI DI TRASPORTO URBANE, CHE INCLUDE REGOLAZIONE SEMAFORICA E ALLOCAZIONE DELLE CORSIE, MEDIANTE METAURISTICHE DI OTTIMIZZAZIONE DISCRETA.

1.1 CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
COMPRENSIONE DELLE PROPRIETÀ DEI VARI MODELLI MATEMATICI PER L'ASSEGNAZIONE DINAMICA DELLA DOMANDA DI MOBILITÀ A UNA RETE DI TRASPORTO E PER LA PROGETTAZIONE CON FLUSSI ASSEGNATI; CONOSCENZA DI MODELLI DI PROCESSO DETERMINISTICO O STOCASTICO E DI METAEURISTICHE DI OTTIMIZZAZIONE DISCRETA.

1.2 CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
CAPACITÀ DI ANALIZZARE GLI EFFETTI DI INTERVENTI SU UN SISTEMA DI TRASPORTO MEDIANTE L'APPLICAZIONE DI MODELLI DI ASSEGNAZIONE DINAMICA, RISPETTO ALLA ASSEGNAZIONE DI EQUILIBRIO IN CONDIZIONI STAZIONARIE, ANCHE SE NON DISPONIBILI IN SW COMMERCIALI..

1-3 AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
SAPER INDIVIDUARE I METODI DI ASSEGNAZIONE E DI PROGETTAZIONE PIÙ APPROPRIATI RISPETTO AL SISTEMA DI TRASPORTO DA ANALIZZARE

1.4 ABILITÀ COMUNICATIVE:
SAPER LAVORARE IN GRUPPO, REDIGERE UNA RELAZIONE TECNICA E ESPORNE ORALMENTE.
Prerequisiti
NESSUNO
Contenuti
0.1 INTRODUZIONE AL CORSO.
LEZIONI TEORICHE: 5 ORE.

1.1 RICHIAMI DELL'ASSEGNAZIONE IN CONDIZIONI STAZIONARIE.
LEZIONI TEORICHE: 3 ORE, ESERCITAZIONI NUMERICHE: 2 ORE.

2.1 DINAMICA INTER-PERIODALE: MODELLI DI APPRENDIMENTO E DI MEMORIA, MODELLI DI ABITUDINE E DI INERZIA.
LEZIONI TEORICHE: 3 ORE, ESERCITAZIONI NUMERICHE: 2 ORE.
2.2 DINAMICA INTER-PERIODALE: PROCESSI DETERMINISTICI, ATTRATTORI, SISTEMI DISSIPATIVI, STABILITÀ LOCALE, STABILITÀ GLOBALE, BIFORCAZIONI.
LEZIONI TEORICHE: 6 ORE, ESERCITAZIONI NUMERICHE: 4 ORE.
2.3 DINAMICA INTER-PERIODALE: MODELLI DI PROCESSO DETERMINISTICO PER L'ASSEGNAZIONE.
LEZIONI TEORICHE: 6 ORE, ESERCITAZIONI NUMERICHE: 4 ORE.
2.4 DINAMICA INTER-PERIODALE: PROCESSI STOCASTICI, DISTRIBUZIONI INVARIANTI, PROCESSO STAZIONARIO - ERGODICO - REGOLARE, CONVERGENZA NEI MOMENTI; MODELLI DI PROCESSO STOCASTICO PER L'ASSEGNAZIONE.
LEZIONI TEORICHE: 3 ORE, ESERCITAZIONI NUMERICHE: 2 ORE.

3.1 DINAMICA INTRA-PERIODALE: TEORIA DEL DEFLUSSO IN CONDIZIONI NON STAZIONARIE.
LEZIONI TEORICHE: 6 ORE, ESERCITAZIONI NUMERICHE: 4 ORE.
3.2 DINAMICA INTRA-PERIODALE: MODELLI DI SCELTA DELL'ORARIO DI PARTENZA, METODI DI ASSEGNAZIONE IN CONDIZIONI NON STAZIONARIE, CTM, LTM.
LEZIONI TEORICHE: 3 ORE, ESERCITAZIONI NUMERICHE: 2 ORE.

4.1 PROGETTO DI RETI DI TRASPORTO URBANE: REGOLAZIONE SEMAFORICA CON VINCOLI DI EQUILIBRIO, REGOLAZIONE SEMAFORICA CON VINCOLI DI EQUILIBRIO STABILE, REGOLAZIONE SEMAFORICA E ALLOCAZIONE DELLE CORSIE CON VINCOLI DI EQUILIBRIO.
LEZIONI TEORICHE: 5 ORE.
Metodi Didattici
L'INSEGNAMENTO, 6 CFU, CONSISTE IN 40 ORE DI LEZIONI TEORICHE, E 20 ORE DI ESERCITAZIONI NUMERICHE. IN COERENZA CON IL REGOLAMENTO DI ATENEO LA FREQUENZA NON È OBBLIGATORIA.
Verifica dell'apprendimento
LA VERIFICA PREVEDE UNA UNICA PROVA ORALE, DELLA DURATA DI CIRCA 30 MIN, SUCCESSIVA AL TERMINE DELLE LEZIONI; LA PROVA CONSISTE IN UN COLLOQUIO COSTITUITO DA UNA DISCUSSIONE SUI CONTENUTI TEORICI E METODOLOGICI DEL PROGRAMMA E DA UNA PRESENTAZIONE DI EVENTUALI ELABORATI; È FINALIZZATA AD ACCERTARE IL LIVELLO E LA QUALITÀ DI CONOSCENZA E COMPRENSIONE ACQUISITA, LA QUALITÀ DI ESPOSIZIONE CON TERMINOLOGIA APPROPRIATA E ORGANIZZAZIONE AUTONOMA DELL'ESPOSIZIONE.
IL RISULTATO È ESPRESSO DA UNA VALUTAZIONE IN TRENTESIMI; IL VOTO MINIMO PER IL SUPERAMENTO DELL’ESAME È 18/30, PER UN LIVELLO E QUALITÀ SUFFICIENTI, IL VOTO MASSIMO È 30/30, PER UN LIVELLO E QUALITÀ OTTIMO; LA LODE È ATTRIBUITA AGLI STUDENTI CHE RAGGIUNGANO IL VOTO MASSIMO DI 30/30 E DIMOSTRINO UN LIVELLO E QUALITÀ ECCELLENTI INSIEME CON CAPACITÀ DI APPLICARE AUTONOMAMENTE CONOSCENZE E COMPETENZE ACQUISITE ANCHE IN CONTESTI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI A LEZIONE.
Testi
- CASCETTA E. (2006) MODELLI PER I SISTEMI DI TRASPORTO. TEORIA E APPLICAZIONI UTET

- CANTARELLA, G. E. E VELONÀ, P. (2010) ASSEGNAZIONE A RETI DI TRASPORTO. MODELLI DI PUNTO FISSO FRANCO ANGELI EDITORE

- CANTARELLA G. E. AND D.P. WATLING DYNAMICS AND STOCHASTICITY IN TRANSPORTATION SYSTEMS, TEACHING NOTES
Altre Informazioni
NESSUNA
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-10-21]