C.I. MATERIALI DENTARI E TECNOLOGIE ODONTOSTOMATOLOGICHE E DI LABORATORIO

Giovanna DELLA PORTA C.I. MATERIALI DENTARI E TECNOLOGIE ODONTOSTOMATOLOGICHE E DI LABORATORIO

1060200016
DIPARTIMENTO DI MEDICINA, CHIRURGIA E ODONTOIATRIA "SCUOLA MEDICA SALERNITANA"
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 6 ANNI
ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA
2020/2021

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2015
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1C.I. MATERIALI DENTARI E TECNOLOGIEODONTOSTOMATOLOGICHE E DI LABORATORIO - MOD. MATERIALI DENTARI
222LEZIONE
2C.I. MATERIALI DENTARI E TECNOLOGIEODONTOSTOMATOLOGICHE E DI LABORATORIO - MOD. ODONTOIATRIA CONSERVATIVA
222LEZIONE
3C.I. MATERIALI DENTARI E TECNOLOGIEODONTOSTOMATOLOGICHE E DI LABORATORIO - MOD. TECNOLOGIE PROTESICHE E DI LABORATORIO
333LEZIONE
4C.I. MATERIALI DENTARI E TECNOLOGIEODONTOSTOMATOLOGICHE E DI LABORATORIO - MOD. BIOMECCANICA
111LEZIONE
5C.I. MATERIALI DENTARI E TECNOLOGIEODONTOSTOMATOLOGICHE E DI LABORATORIO - MOD. MATERIALI DENTARI AFP
522STAGE INTERNO
Obiettivi
IL CORSO INTEGRATO DI “MATERIALI DENTARI E TECNOLOGIE ODONTOSTOMATOLOGICHE E DI LABORATORIO” È STRUTTURATO IN QUATTRO MODULI INTEGRATI PER FORNIRE AGLI STUDENTI UNA CONOSCENZA CRITICA DEI FONDAMENTI FISICI, TECNOLOGICI E APPLICATIVI NECESSARI PER COMPRENDERE IL RUOLO E IL COMPORTAMENTO DEI MATERIALI DENTARI, E IL FUNZIONAMENTO DELLE PRINCIPALI TECNOLOGIE ODONTOSTOMATOLOGICHE SU DI ESSI BASATI, SIA IN UN CONTESTO CLINICO CHE DI LABORATORIO.
LO STUDENTE AL TERMINE DEL CORSO AVRÀ ACQUISITO:
- CONOSCENZA DEI PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA BIOMECCANICA E DELLE PROBLEMATICHE INERENTI LA STRUTTURA DELLA MATERIA E I PRINCIPI CHE REGOLANO LE SUE TRASFORMAZIONI FISICHE;
- CONOSCENZA DEI MATERIALI E DELLE TECNOLOGIE CLINICO-PROTESICHE E DI LABORATORIO CONNESSE ALLE PROCEDURE DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE ED APPLICAZIONE DEI DISPOSITIVI PROTESICI FISSI, AMOVIBILI, IMPLANTARI, REALIZZATI CON METODICHE DIRETTE E INDIRETTE, E FINALIZZATI ALLA PROFILASSI, AL RESTAURO E ALLA PROTESIZZAZIONE;
- CONOSCENZA DELLE DIVERSE CATEGORIE MERCEOLOGICHE, COMPRESE QUELLE DEI PRODOTTI FINALIZZATI ALLA PREVENZIONE ED ALL’IGIENE ORALE, NELLE LORO CLASSIFICAZIONI, CARATTERISTICHE FISICHE, CHIMICHE, BIOLOGICHE ED EVENTUALMENTE ESTETICHE. CONOSCENZA DEI MECCANISMI ALLA BASE DELLA LORO MANIPOLAZIONE RAZIONALE, LE MODALITÀ OTTIMALI DELLA LORO CONSERVAZIONE E L’IMPORTANZA DELLA LORO CORRISPONDENZA AGLI STANDARD INTERNAZIONALI ED ALLE DIRETTIVE PER I DISPOSITIVI MEDICI;
- CAPACITÀ DI SOSTENERE CONVERSAZIONI SU TEMATICHE RELATIVE AGLI ASPETTI FONDAMENTALI DELLA DISCIPLINA FACENDO RICORSO AD UNA TERMINOLOGIA SCIENTIFICA ADEGUATA, E AGLI STRUMENTI DELLA RAPPRESENTAZIONE MATEMATICA E GRAFICA DEI PRINCIPALI FENOMENI DESCRITTI.
Prerequisiti
PROPEDEUTICITÀ E SBARRAMENTI COME DA ART 11 DEL REGOLAMENTO DIDATTICO PUBBLICATO
Contenuti
MODULO 1 (PRINCIPI DI BIOMECCANICA, 1 CFU, 11 ORE):
-GRADI DI LIBERTÀ, VINCOLI, FORZE E MOMENTI, SPOSTAMENTI, TENSIONI E DEFORMAZIONI
-TIPI DI SOLLECITAZIONE: TRAZIONE, COMPRESSIONE, TAGLIO, TORSIONE, FLESSIONE
-LEVE
-SISTEMI STATICAMENTE DETERMINATI
-SOLLECITAZIONI ARTICOLARI
-CARATTERISTICHE MECCANICHE DI UN MATERIALE
-PRINCIPI GENERALI DI CALCOLO DEGLI ELEMENTI STRUTTURALI
-METODI SPERIMENTALI E NUMERICI DI ANALISI DELLE TENSIONI E DELLE DEFORMAZIONI
-BIOMECCANICA DELL’OSSO E DEL SUO RIMODELLAMENTO
MODULO 2 (MATERIALI DENTARI, 2 CFU, 22 ORE, 1 CFU TEORICO-PRATICO):
MATERIALI DENTARI IN ORTOGNATODONZIA
-EFFETTI DELLA MORDENZATURA SU SMALTO INTEGRO ED ANALISI MICRO- E MACROSCOPICA DELLA SUPERFICIE;
-PROBLEMATICHE DEI SISTEMI ADESIVI IN ORTOGNATODONZIA;
-COMPOSIZIONE E CARATTERISTICHE CHIMICHE ED ULTRASTRUTTURALI DEGLI ADESIVI ORTODONTICI MONO E BICOMPONENTE;
-I BRACKETS ORTODONTICI IN CERAMICA, METALLO E POLICARBONATO;
-FATTORI CHE INFLUENZANO IL LEGAME INTERFACCE SMALTO-COMPOSITO-BRACKETT;
-FORZE DI DISTACCO DEI BRACKETS ORTODONTICI: SHEAR, TENSILE E TORSIONE;
-FILI ORTODONTICI: EVOLUZIONI DELLE CARATTERISTICHE FISICO-MECCANICHE-TERMICHE E UTILIZZO CLINICO;
-BANDE ORTODONTICHE;
-PROBLEMATICHE DEL RICONDIZIONAMENTO DEI BRACKETS, FILI E BANDE ORTODONTICHE.
MATERIALI DENTARI IN PARODONTOLOGIA ED IMPLANTOLOGIA
-CENNI DI ANATOMIA PARODONTALE;
-CENNI DI ETIOPATOGENESI DELLA MALATTIA PARODONTALE;
-LE MEMBRANE RIASSORBIBILI: STRUTTURA E FUNZIONE;
-LE MEMBRANE IRRIASSORBIBILI : STRUT TURA E FUNZIONE;
-I MATERIALI DA RIEMPIMENTO AUTOLOGHI, ETEROLOGHI, ALLOPLASTICI IN PARODONTOLOGIA ED IMPLANTOLOGIA;
-LA AMELOGENINA IN TERAPIA PARODONTALE;
-IL TITANIO IN IMPLANTOLOGIA;
-AGHI E FILI PER SUTURA;
-EMOSTATICI.
MODULO 3 (ODONTOIATRIA CONSERVATIVA, 2 CFU, 22 ORE, 2 CFU TEORICO-PRATICI):
-AMALGAMA;
-COMPOSITI/SISTEMI ADESIVI;
-I CLASSE PER IL RESTAURO IN COMPOSITO;
-II CLASSE PER IL RESTAURO IN COMPOSITO;
-III E IV CLASSE PER IL RESTAURO IN COMPOSITO;
-V CLASSE PER IL RESTAURO IN COMPOSITO;
-COMPOMERI;
-CEMENTI DENTARI;
-GUTTAPERCA;
-ORO PER ORIFICAZIONI;
-MATERIALI PER IL RESTAURO POST-ENDODONTICO;
-USO DEI PERNI ENDODONTICI;
-MATERIALI E TECNICHE PER LO SBIANCAMENTO;
-FACCETTE IN CERAMICA. TIPOLOGIA, INDICAZIONI, CONTROINDICAZIONI;
-MATERIALI DENTARI IN PREVENZIONE ODONTOSTOMATOLOGICA: FLUORO SISTEMICO, TOPICO E SIGILLANTI.
MODULO 4 (TECNOLOGIE PROTESICHE DI LABORATORIO, 3 CFU, 22 ORE, 2 CFU TEORICO-PRATICI):
MATERIALI DENTARI IN PROTESI
MATERIALI DA IMPRONTA: CLASSIFICAZIONE E REQUISITI FONDAMENTALI;
-IDROCOLLOIDI ED ELASTOMERI;
-PORTAIMPRONTA;
-GESSI DENTALI;
-SILICONI E POLIESTERI;
-ORO;
-PORCELLANE;
-RESINE SINTETICHE;
-LEGHE PER SCHELETRATI;
CEMENTI PER FISSAGGIO DI PONTI E CORONE.
Modulo di tecnologie protesiche e di laboratorio

Rapporto Odontoiatra-Odontotecnico
Organizzazione del laboratorio
Classificazione dei materiali
Elementi di struttura della materia e richiami di chimica
Strati di aggregazione della materia
Proprietà dei materiali
Strumenti di misura
Temperature e termometria
Calore
Cere
Materiali da impronta
Materiali per lo sviluppo dell’impronta
Materiali metallici
Leghe metalliche, leghe nobili, leghe non nobili, leghe semi-lavorate
Materiali da rivestimento, fusione, colata
Identificazione dei difetti, decappaggio e saldatura
Il fenomeno della corrosione
Resine sintetiche
Polimeri
Materiali ceramici, colore e porcellane dentali
Macchine e metodologie d’uso
Prove sui materiali
Protesi scheletrata
Il digitale in laboratorio
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO PREVEDE LEZIONI TEORICHE IN AULA CON IL SUPPORTO DI PRESENTAZIONI ELETTRONICHE ED ATTIVITÀ DI TIPO TEORICO-PRATICO (INCLUSO LABORATORIO). DURANTE LE ORE DI ATTIVITÀ TEORICO-PRATICA SI PROPONE ALLO STUDENTE DI METTERE IN ATTO LE MANOVRE NECESSARIE PER L’UTILIZZO DEI MATERIALI DI PIÙ GENERALE USO NELLA PRATICA ODONTOIATRICA.
IL METODO GENERALE DI RISOLUZIONE DELLE PROBLEMATICHE PROPOSTE CONSISTE NELLA COMPRENSIONE DEL PROBLEMA, NELLA PIANIFICAZIONE DELLA SOLUZIONE, E INFINE NELLA RISOLUZIONE. QUEST’ULTIMA FASE PROMUOVE L’ABITUDINE A VALUTARE LA RAGIONEVOLEZZA DELLA RISPOSTA E A VERIFICARE LA COERENZA CON I PRINCIPI FONDAMENTALI PRESENTATI DURANTE LE LEZIONI TEORICHE.
Verifica dell'apprendimento
LA PROVA DI ESAME ORALE È FINALIZZATA A VALUTARE ATTRAVERSO UN COLLOQUIO LA CAPACITÀ DELLO STUDENTE DI AVERE APPRESO I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA BIOMECCANICA E DEI MATERIALI DENTARI. È IMPORTANTE CHE VENGANO RECEPITE LE PROCEDURE NELLE LORO POSSIBILITÀ E LIMITI NONCHÉ IL CORRETTO IMPIEGO DELLE TECNICHE E DEI MATERIALI A DISPOSIZIONE AL FINE DI RENDERE POSSIBILE AL PROFESSIONISTA UNA IDONEA REALIZZAZIONE E CORRETTA APPLICAZIONE DEI MANUFATTI PROTESICI ANCHE ALLA LUCE DELLA CORRETTA APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA 93/42 CEE – DL 46/97 E SUCCESSIVI. DEVONO INOLTRE ESSERE CHIARI GLI AMBITI PROFESSIONALI DELL’ATTIVITÀ DELL’ODONTOTECNICO ED I CORRETTI RAPPORTI DI COLLABORAZIONE CON L’ODONTOIATRA.
IL VOTO, ESPRESSO IN TRENTESIMI CON EVENTUALE LODE, DIPENDERÀ DALLA MATURITÀ ACQUISITA SUI CONTENUTI DEL CORSO. AI FINI DELLA LODE SI TERRÀ CONTO DELLA QUALITÀ DELL’ESPOSIZIONE, IN TERMINI DI UTILIZZO DI LINGUAGGIO SCIENTIFICO APPROPRIATO, E DELL’AUTONOMIA DI GIUDIZIO DIMOSTRATA.
Testi
RACCOLTA DI APPUNTI E SLIDE DISTRIBUITI DAI DOCENTI.
IN ALTERNATIVA (ANCHE PER CONSULTAZIONE):
-V. FEODOSSIEV. RESISTENZA DEI MATERIALI, EDITORI RIUNITI, ROMA 1977
-P. BUCCI. COMPENDIO DI MATERIALI DENTARI, ED. FLORIO 2000
-F. SIMIONATO. TECNOLOGIE DEI MATERIALI DENTARI, ED. PICCIN 1985
-R. W. PHILLIPS, SKINNER. SCIENZA DEI MATERIALI DENTALI, ED. STARDUST 1991
- R. GRANDINI, S. RENGO, L. STROHMENGHER. ODONTOIATRIA RESTAURATIVA. UTET 2000
J. LINDHE. PARODONTOLOGIA ED IMPLANTOLOGIA. ED. MARTINA 1999
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-06-03]