TECNICA DELLE COSTRUZIONI

Gianvittorio RIZZANO TECNICA DELLE COSTRUZIONI

0612100053
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE
CORSO DI LAUREA
INGEGNERIA CIVILE
2021/2022

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2018
ANNUALE
CFUOREATTIVITÀ
990LEZIONE
Obiettivi
RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI E COMPETENZA DA ACQUISIRE:
CONOSCENZE DI BASE PER IL PROGETTO E LA VERIFICA DI STRUTTURE IN CALCESTRUZZO ARMATO SIA ALLO STATO LIMITE DI ESERCIZIO (CAMPO ELASTICO) CHE ALLO STATO LIMITE ULTIMO.
COMPETENZE SU: I MATERIALI DA COSTRUZIONE; LE AZIONI SULLE COSTRUZIONI; IL “METODO SEMIPROBABILISTICO AGLI STATI LIMITE”.
CONOSCENZA DEI METODI PER LA “ANALISI STRUTTURALE” SOTTO AZIONI DI TIPO STATICO, CON RIFERIMENTO A TRAVI ISOSTATICHE ED IPERSTATICHE ED AI SISTEMI DI TRAVI (TELAI E TRAVATURE).
CONOSCENZE DI BASE PER IL CALCOLO DELLE TRAVI DI FONDAZIONE RIGIDE SU SUOLO ELASTICO.
CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
SAPER APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE E ACQUISIRE LA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DEI PROBLEMI TECNICI.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
SAPER SVILUPPARE “ESERCIZI PROGETTUALI” SUI SOLAI LATERO-CEMENTIZI, ADOPERANDO LA NORMATIVA ITALIANA VIGENTE E SUI TELAI PIAN IN CALCESTRUZZO ARMATO.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
CAPACITÀ DI SVILUPPARE AUTONOMIA DI GIUDIZIO E RAGIONAMENTO CRITICO NELLA SOLUZIONE DEI PROBLEMI TECNICI LORO PROPOSTI.
ABILITÀ COMUNICATIVE:
SAPER LAVORARE IN GRUPPO ED ESPORRE ORALMENTE ARGOMENTI ILLUSTRATI DURANTE L’INSEGNAMENTO.
CAPACITÀ DI APPRENDERE:
SAPER APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE A CONTESTI DIFFERENTI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE L’INSEGNAMENTO ED APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI TRATTATI USANDO MATERIALI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI.
Prerequisiti
PER IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI SONO RICHIESTE LE CONOSCENZE MATEMATICHE E FISICHE CON RIFERIMENTO ALLA MECCANICA DEI SOLIDI RIGIDI E DEFORMABILI.
E'PROPEDEUTICO A QUESTO INSEGNAMENTO L'ESAME DI SCIENZA DELLE COSTRUZIONI I.
Contenuti
INTRODUZIONE ALL'INSEGNAMENTO (ORE LEZ. 5; ORE ESERC. 2):METODI DI VERIFICA DELLA SICUREZZA STRUTTURALE, METODO ELASTICO, METODO SEMIPROBABILISTICO AGLI STATI LIMITE. FONDAMENTI DELLA TEORIA TECNICA DEL C.A.; PROPRIETÀ DEL CALCESTRUZZO; CRITERI DI ROTTURA; ACCIAI DA C.A.; L’ADERENZA; IL RITIRO E LA VISCOSITÀ: IL RILASSAMENTO DELL’ACCIAIO.

TEORIA TECNICA DELLE SEZIONI E DEGLI ELEMENTI IN C.A. IN CAMPO NON LINEARE (ORE LEZ. 15; ORE ESERC. 10; ORE LABOR. 2): IL METODO SEMIPROBABILISTICO AGLI STATI LIMITE, RESISTENZE DI PROGETTO, AZIONI, COMBINAZIONE DI PROGETTO DELLE AZIONI.
STATI LIMITE ULTIMI (SLU) E DI ESERCIZIO (SLE): INTRODUZIONE.
S.L.U. PER TENSIONI NORMALI: LA SEZIONE RETTANGOLARE INFLESSA E PRESSOINFLESSA; I DOMINI DI RESISTENZA;
S.L.U. PER TENSIONI TANGENZIALI;
ESERCITAZIONE PROGETTUALE: PROGETTO E VERIFICA DI UN SOLAIO IN LATERO-CEMENTO ALLO SLU.

TEORIA TECNICA DELLE SEZIONI E DEGLI ELEMENTI IN C.A. IN CAMPO LINEARE E STATI LIMITE DI ESERCIZIO (ORE LEZ. 10; ORE ESERC. 7; ORE LABOR. 2): LE IPOTESI DI CALCOLO DELLE SEZIONI IN CAMPO LINEARE
CALCOLO DEGLI ELEMENTI IN C.A.: TIRANTI; PUNTONI; TRAVI INFLESSE; ELEMENTI PRESSO-INFLESSI.
S.L.E. PER TENSIONI IN ESERCIZIO, PER FESSURAZIONE E DEFORMAZIONE.
ESERCITAZIONE PROGETTUALE: VERIFICA DI UN SOLAIO IN LATERO-CEMENTO AGLI SLE.

ANALISI DEI TELAI PIANI (ORE LEZ. 20; ORE ESERC. 10): MODELLI STRUTTURALI, AZIONI SULLE STRUTTURE. ANALISI ELASTICA DELLE STRUTTURE INTELAIATE PIANE: TIPOLOGIE. METODO DELLE FORZE E METODO DELLE DEFORMAZIONI. METODI DI RILASSAMENTO. ANALISI MATRICIALE DELLE STRUTTURE INTELAIATE.
ESERCITAZIONE PROGETTUALE: PROGETTO E VERIFICA DI UN TELAIO IN C.A. ALLO SLU.

TRAVI DI FONDAZIONI RIGIDE SU SUOLO ELASTICO (ORE LEZ. 5; ORE ESERC. 2): MODELLO DEL SUOLO DI FONDAZIONE, PLINTI DIRETTI. TRAVI RIGIDE SU SUOLO ELASTICO.
Metodi Didattici
L'INSEGNAMENTO PREVEDE L'EROGAZIONE DI 90 ORE DI LEZIONE FRONTALI CORRISPONDENTI A 9 CFU SUDDIVISE IN LEZIONI TEORICHE (CIRCA 60% - 5.5 CFU), ESERCITAZIONI IN AULA (CIRCA 35% - 3 CFU) ED ESERCITAZIONI PRATICHE DI LABORATORIO (CIRCA 5% - 0.5 CFU). NELLE ESERCITAZIONI IN AULA VENGONO SVILUPPATI ESEMPI NUMERICI DI QUANTO ILLUSTRATO NELLE LEZIONI TEORICHE E DUE TEMI PROGETTUALI: SOLAIO IN LATERO-CEMENTO E TELAIO IN C.A. DI DUE PIANI E DUE CAMPATE.
LA FREQUENZA DEI CORSI DI INSEGNAMENTO È OBBLIGATORIA PER ALMENO IL 70% DELLE ORE DI ATTIVITÀ DIDATTICA
ASSISTITA NECESSARIE PER LO SVOLGIMENTO DEL PROGRAMMA PREVISTO. LA FREQUENZA È ACCERTATA ATTRAVERSO BADGE
MAGNETICO.
Verifica dell'apprendimento
L’ESAME CONSTA DI UNA PROVA SCRITTA ED UNA PROVA ORALE DA SOSTENERE DOPO IL COMPLETAMENTO DELLE LEZIONI FRONTALI DEL CORSO.
LA PROVA SCRITTA, DI DURATA 4 ORE, CONSISTE NELLO SVOLGIMENTO DI ESERCIZI NUMERICI SUL CALCOLO DELLE SOLLECITAZIONI IN TRAVI E/O IN STRUTTURE INTELAIATE, SUL PROGETTO E/O VERIFICA DI MEMBRATURE IN C.A. IN CAMPO LINEARE E NON LINEARE.

IL COLLOQUIO, CON L'OBIETTIVO DI ACCERTARE ANCHE LA CAPACITÀ DI ESAMINARE IN SENSO CRITICO I RISULTATI DELLE ANALISI STRUTTURALI E LE ABILITÀ COMUNICATIVE, VERTE SU:
A)DISCUSSIONE DEGLI ELABORATI PROGETTUALI REDATTI DALLO STUDENTE DURANTE LO SVOLGIMENTO DEL CORSO;
B)DISCUSSIONE DELLA PROVA SCRITTA;
C)DISCUSSIONE DEI TEMI SIA TEORICI CHE APPLICATIVI TRATTATI NEL CORSO CON ALMENO UNA DOMANDA SULLA VERIFICA E PROGETTO DI MEMBRATURE IN C.A. IN CAMPO LINEARE ED AGLI STATI LIMITE ULTIMI, UNA DOMANDA SULLA DETERMINAZIONE DELLE SOLLECITAZIONI IN TRAVI ISOSTATICHE ED IPERSTATICHE O IN STRUTTURE INTELAIATE, UNA DOMANDA SULLA MODELLAZIONE E L’ANALISI DELLE SOLLECITAZIONI PER STRUTTURE DI MODESTE DIMENSIONI.
IL VOTO FINALE VERRÀ DETERMINATO COME MEDIA TRA QUELLO ATTRIBUITO ALLA DISCUSSIONE DELLA PROVA SCRITTA, ALLA DISCUSSIONE DEGLI ELABORATI GRAFICI E ALLE RISPOSTE ALLE SINGOLE DOMANDE.
AI FINI DELLA LODE SI TERRÀ CONTO:
DELLA QUALITÀ DELL’ESPOSIZIONE, IN TERMINI DI UTILIZZO DI LINGUAGGIO SCIENTIFICO APPROPRIATO
DELLA CAPACITÀ DI CORRELAZIONE TRASVERSALE TRA I DIVERSI ARGOMENTI DEL CORSO E, OVE POSSIBILE, CON ALTRE
DISCIPLINE
DELL’AUTONOMIA DI GIUDIZIO DIMOSTRATA.

Testi
C. FAELLA, ARGOMENTI DI TEORIA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI – COSTRUZIONI IN CALCESTRUZZO ARMATO NORMALE E PRECOMPRESSO, VOL. 1A-1B, CUES
C. FAELLA, ARGOMENTI DI TEORIA E TECNICA DELLE COSTRUZIONI – ANALISI DI STRUTTURE INTELAIATE, VOL. 2, CUES
E. COSENZA, G. MANFREDI, M. PECCE, STRUTTURE IN CEMENTO ARMATO, HOEPLI EDITORE
Altre Informazioni
LINGUA DI INSEGNAMENTO:
ITALIANO.
SEDE E ORARIO:
L'INSEGNAMENTO È EROGATO PRESSO LA FACOLTÀ DI INGEGNERIA. SI CONSULTI IL SITO DI FACOLTÀ (HTTP://WWW.INGEGNERIA.UNISA.IT/) PER L’INDICAZIONE DELL’ORARIO E DELLE AULE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-12-07]