Progetti

Mariassunta IMBRENDA Progetti

RESPONSABILITÀ MEDICA NEI RAPPORTI CONVENZIONATI

Nella ricerca si intende analizzare come, finora, nel momento patologico del rapporto ‘paziente-medico di medicina generale’ che si è inteso instaurare, si sia quasi sempre fatta ricadere sul solo medico o pediatra la responsabilità personale ed esclusiva,con scarsi e talvolta deplorevoli risultati, o per insufficienti coperture assicurative di costui o per il suo dileguarsi,ma, finora mai ripartita con l’Asl in forma coordinata e continuativa. Si vuol quindi studiare il rapporto convenzionato per poter verificare se sia possibile configurare siffatto rapporto del personale convenzionato con l’ASL non più ex articolo 2222 del codice civile, madiversamente in ragione della specifica natura della sua prestazione, il compimento della quale è l’oggetto del rapporto obbligatorio,e in ragione dell’uso discrezionale delle sue capacità mediche e delle sue convinzioni scientifiche in quanto professionista, al fine di coglierne la dipendenza non soltanto sotto il profilo economico (i.e.: per il trattamento retributivo che percepisce);ma anche sotto il profilo funzionale finora quasi sempre escluso come anche anche sotto il profilo gerarchico direttivo.Ciò sembra risultare più agevole alla luce della recente novella in materia di responsabilità medica, in quanto non è più giustificabile considerare i due piani comportamentali, del medico convenzionato e dell’ASL, scissi almeno da quella unità di intenti che deve caratterizzarli rispetto alla realizzazione della finalità primaria, la sicurezza delle cure, propria del sistema sanitario nel quale il medico di medicina generale o il pediatra si incardina,giacché la persona, in quanto ad un tempo utente e paziente, ha diritto:a soddisfare un interesse di natura esistenziale, la tutela della sua salute, in conformità degli articoli 2 e 32 della Costituzione,e ad ottenere una riparazione integrale, là dove quell’interesse, la tutela della sua salute appunto, risulti leso per errori diagnostici o ritardi del medico di base o del pediatra che, in concreto, ha agito investito di questa funzione per conto di quello stesso sistema.

StrutturaDipartimento di Scienze Giuridiche (Scuola di Giurisprudenza)
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo1.424,00 euro
Periodo20 Novembre 2017 - 20 Novembre 2020
Proroga20 febbraio 2021
Gruppo di RicercaMALOMO Anna (Coordinatore Progetto)
FEDERICO Andrea (Ricercatore)
IMBRENDA Mariassunta (Ricercatore)
LAZZARELLI Federica (Ricercatore)