GESTIONE DEI PROGETTI SOFTWARE

Francesco ORCIUOLI GESTIONE DEI PROGETTI SOFTWARE

0522500008
DIPARTIMENTO DI INFORMATICA
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
INFORMATICA
2014/2015



ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2010
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
756LEZIONE
216LABORATORIO
Obiettivi
IL CORSO INTRODUCE AI CONCETTI FONDAMENTALI DEL PROJECT MANAGEMENT ED APPROFONDISCE LE METODOLOGIE, I PROCESSI E LE TECNICHE NECESSARIE ALLA GESTIONE DEI PROGETTI SOFTWARE. VENGONO COPERTE LE 10 AREE DI CONOSCENZA PREVISTE DALLA GUIDA PMBOK IN CUI SIA FONDAMENTI TEORICI CHE COMPETENZE PRATICHE SI TRASFERISCONO A CHI VUOLE ESERCITARE CON SUCCESSO LA PROFESSIONE DI PROJECT MANAGER. LE AREE DI CONOSCENZA VENGONO SPECIALIZZATE ALL’AMBITO DEI PROGETTI SOFTWARE.
Prerequisiti
GLI STUDENTI DEVONO CONOSCERE I CONCETTI FONDAMENTALI DELL''INFORMATICA E DELL''INGEGNERIA DEL SOFTWARE E DEVONO ESSERE PREDISPOSTI AL LAVORO IN GRUPPO E ALLA COMUNICAZIONE DELLA CONOSCENZA.
Contenuti
PARTE PRIMA: ORGANIZZAZIONI E MANAGEMENT
L’IMPRESA COME SISTEMA: CHE COS’È UN’ORGANIZZAZIONE, TIPI E IMPORTANZA DELLE ORGANIZZAZIONI; DIVISIONE DEL LAVORO, SPECIALIZZAZIONE E COORDINAMENTO.
PROSPETTIVE SULLE ORGANIZZAZIONI: SISTEMA CHIUSO E SISTEMA APERTO; CONFIGURAZIONE ORGANIZZATIVA; LE DIMENSIONI DELLA PROGETTAZIONE ORGANIZZATIVA; RISULTATI EFFICIENZA E DI EFFICACIA; L’EVOLUZIONE DELLA TEORIA ORGANIZZATIVA.
STRATEGIA, PROGETTAZIONE ORGANIZZATIVA ED EFFICACIA; ELEMENTI FONDAMENTALI DELLA STRUTTURA ORGANIZZATIVA; LEADERSHIP E PROCESSI DECISIONALI; MODELLI PER LA VALUTAZIONE DELL’AMBIENTE ESTERNO.
PARTE SECONDA: PROJECT MANAGEMENT
DEFINIZIONI FONDAMENTALI: PROGETTO, PROJECT MANAGEMENT, PORTFOLIO E PROGRAMMA. IL RUOLO DEL PROJECT MANAGER.
L’INFLUENZA DELL’ORGANIZZAZIONE SUL CICLO DI VITA DI UN PROGETTO; GLI STAKEHOLDERS; IL GOVERNO DEL PROGETTO.
I GRUPPI DI PROCESSI FONDAMENTALI DEL PROJECT MANAGEMENT: INIZIO, PIANIFICAZIONE, ESECUZIONE, MONITORAGGIO E CONTROLLO, CHIUSURA.
LA GESTIONE DELLE AREE DI CONOSCENZA: L’INTEGRAZIONE, L’AMBITO, IL TEMPO, IL COSTO, LA QUALITÀ, LE RISORSE UMANE, LA COMUNICAZIONE, IL RISCHIO, GLI ACQUISTI, GLI STAKEHOLDER.
LA GESTIONE DEL CONTRATTO: VISTE DI PROGETTO E RISOLUZIONE DELLE DISPUTE.
PARTE TERZA: LA GESTIONE DEI PROGETTI SOFTWARE
ATTIVITÀ DI GESTIONE IN UN PROGETTO SOFTWARE; LA WORK BREAKDOWN STRUCTURE (WBS); IL PIANO DI GESTIONE DEL PROGETTO SOFTWARE; MISURAZIONE DEL SOFTWARE; STIMA DI UN PROGETTO SOFTWARE; PROCESSI DI SVILUPPO, PROCESSI DI MANAGEMENT E PROCESSI D’INTEGRAZIONE. IL CAPABILITY MATURITY MODEL (CMM).
IL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE. LO STANDARD IEEE 1074. MODELLI DEL CICLO DI VITA DEL SOFTWARE: MODELLO SEQUENZIALE, IL V-MODEL, L’UNIFIED SOFTWARE DEVELOPMENT PROCESS (UP); METODOLOGIE AGILI.
Metodi Didattici
IL CORSO DI GESTIONE DEI PROGETTI SOFTWARE, DI 9 CFU, PREVEDE 48 ORE DI LEZIONI FRONTALI E 24 ORE DI ESERCITAZIONI E LABORATORIO. A VALLE DELLE LEZIONI DI TEORIA SARANNO PRESENTATI DEGLI SCENARI, IN AMBIENTE SIMULATO, RELATIVI A CASI REALI DI GESTIONE DI PROGETTI SOFTWARE. OGNI ALLIEVO RICEVERÀ UNO SCENARIO CHE GLI ASSEGNA IL RUOLO DI PROJECT MANAGER. NELL’AMBITO DEL PROGETTO SOFTWARE LEGATO ALLO SCENARIO SI RICHIEDERÀ LA SUA GESTIONE DELL’AVVIO ALLA CHIUSURA DEL PROGETTO. STRUMENTI SOFTWARE DI SUPPORTO SARANNO IMPIEGATI AL FINE DI GESTIRE IN MANIERA PIÙ EFFICACE LE AREE DI CONOSCENZA DEL PROGETTO.
Verifica dell'apprendimento
IL CORSO PREVEDE UNA PRESENZA COSTANTE DEGLI STUDENTI SIA IN AULA CHE IN LABORATORIO. LE ATTIVITÀ DI VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO SARANNO PERIODICHE DURANTE TUTTO IL CORSO E CONSISTERANNO NELLA VALUTAZIONE DI QUALITÀ DEGLI ARTEFATTI PRODOTTI PER GESTIRE LO SCENARIO ASSEGNATO. LA VERIFICA FINALE CONSISTE IN: 1) VALUTAZIONE DEI DELIVERABLE DI PROJECT MANAGEMENT PRODOTTI DURANTE IL CORSO; 2) PROVA ORALE SUGLI ARGOMENTI DEL CORSO.
Testi
1.R. L. DAFT. ORGANIZZAZIONE AZIENDALE, QUINTA ED., APOGEO GE. 2014 (CAP 1, 2, 3 E 4).

2.A GUIDE TO THE PROJECT MANAGEMENT BODY OF KNOWLEDGE – FIFTH EDITION. PROJECT MANAGEMENT INSTITUTE, 2013.

3.BERND BRUEGGE, ALLEN H. DUTOIT “OBJECT-ORIENTED SOFTWARE ENGINEERING USING UML, PATTERNS AND JAVA” - THIRD ED. - PEARSON, 2010 (CAP. 14, 15 E 16).

4.PRINCIPI DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE, R. S. PRESSMAN, QUINTA ED. MC GRAW-HILL, 2008. (CAP 19 E 20).
Altre Informazioni
NELL''AMBITO DEL CORSO SARÀ USATA LA PIATTAFORMA PER LA GESTIONE DELLA CONOSCENZA RAGGIUNGIBILE AL LINK:
WWW.KTREE.UNISA.IT
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]