DIRITTO COSTITUZIONALE

Mario PANEBIANCO DIRITTO COSTITUZIONALE

0160100015
DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE (SCUOLA DI GIURISPRUDENZA)
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 5 ANNI
GIURISPRUDENZA
2017/2018

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2012
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1090LEZIONE


Obiettivi
L’APPRENDIMENTO DEL DIRITTO COSTITUZIONALE È FONDAMENTALE PER LA COMPRENSIONE DELLE BASI DEL DIRITTO E DELL’ORDINAMENTO GIURIDICO, COSTITUENDO L’INDISPENSABILE PREMESSA PER LO STUDIO E L’APPROFONDIMENTO DI TUTTE LE ALTRE DISCIPLINE GIURIDICHE. LO STUDIO DELLA MATERIA TENDE A FAR ACQUISIRE CONSAPEVOLEZZA ALLO STUDENTE DELL'IMPORTANZA DEI PRINCIPI RELATIVI ALL’ORGANIZZAZIONE, ALLE FUNZIONI E AI FINI DELLO STATO, CONDOTTO ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.
RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI:

1) CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE: ANALISI DEGLI ISTITUTI CONCERNENTI LE NOZIONI DI BASE DELLA SCIENZA GIURIDICA COSTITUZIONALISTICA, I PRINCIPI FONDAMENTALI, LE FONTI DEL DIRITTO, I DIRITTI FONDAMENTALI, GLI ORGANI COSTITUZIONALI, GLI STRUMENTI DI GARANZIA, LA FORMA DI STATO REGIONALE, I RAPPORTI TRA L’ORDINAMENTO ITALIANO E L’ORDINAMENTO EUROPEO E L’ORDINAMENTO INTERNAZIONALE, I RAPPORTI TRA FORMA DI STATO, PLURALISMO E INFORMAZIONE.

2) CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZE E COMPRENSIONE: LE CONOSCENZE FORNITE DEVONO CONTRIBUIRE A SVILUPPARE LE CAPACITÀ CRITICHE ED ARGOMENTATIVE DELLO STUDENTE E CONSENTIRE, QUINDI, L’ACQUISIZIONE DI UNA SPECIFICA PROFESSIONALITÀ DI STUDIOSO E/O OPERATORE DEL DIRITTO IN GRADO, IN PARTICOLARE, DI LEGGERE ED INTERPRETARE LA COSTITUZIONE E LE NORME ATTUATIVE ALLA LUCE DELL’ATTIVITÀ POLITICO-LEGISLATIVA.
Prerequisiti
CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA; CONOSCENZE STORICHE DI BASE ED IN PARTICOLARE DELLA STORIA DELL’ITALIA REPUBBLICANA.
Contenuti
IL PROGRAMMA DEL CORSO È SUDDIVISO IN DUE PARTI. LA PARTE GENERALE È ARTICOLATA IN QUATTRO MACRO-AREE INDIVIDUATE COME SEGUE: 1 - ORGANIZZAZIONE COSTITUZIONALE DELLO STATO 2 - FONTI DEL DIRITTO 3 - PRINCÌPI, LIBERTÀ E DIRITTI FONDAMENTALI 4 - GIUSTIZIA COSTITUZIONALE TALI AREE, POI, PREVEDONO LA SEGUENTE SCANSIONE IN MACRO-ARGOMENTI: 1.A – LO STATO 1.B – FORME DI STATO E FORME DI GOVERNO 1.C – LO STATO ITALIANO E LA SUA ORGANIZZAZIONE COSTITUZIONALE 2.A – INTRODUZIONE ALLE FONTI DEL DIRITTO 2.B – LA COSTITUZIONE E LE ALTRE FONTI DELL’ORDINAMENTO ITALIANO A LIVELLO STATUALE E SUB-STATUALE 2.C – LE FONTI DELL’ORDINAMENTO COMUNITARIO 3.A – PRINCÌPI, LIBERTÀ E DIRITTI FONDAMENTALI 3.B – PRINCÌPI E VALORI COSTITUZIONALI 3.C – LIBERTÀ E GARANZIE COSTITUZIONALI 3.D – I DIRITTI NELLA SFERA INDIVIDUALE E NELLA SFERA PUBBLICA 3.E – I DIRITTI NELLA SFERA SOCIALE ED ECONOMICA 3.F – LE AUTORITÀ AMMINISTRATIVE INDIPENDENTI 4.A – LA GIUSTIZIA COSTITUZIONALE IN GENERALE 4.B – LA CORTE COSTITUZIONALE 4.C – IL CONTROLLO DI COSTITUZIONALITÀ DELLE LEGGI 4.D. – CONFLITTI DI ATTRIBUZIONE, REFERENDUM E GIUDIZI “POLITICI”. NEL CORSO DELLE LEZIONI SARANNO ESAMINATE LE RIFORME APPROVATE NEL CORSO DELLA XVII LEGISLATURA LEGGENDOLE ALLA LUCE DELLA RECENTE GIURISPRUDENZA COSTITUZIONALE. LA PARTE SPECIALE RIGUARDA LE SEGUENTI TEMATICHE: LIBERTÀ DI INFORMAZIONE TELEVISIVA E DIRITTI FONDAMENTALI. FORMA DI STATO, PLURALISMO E INFORMAZIONE. PLURALISMO DELLE FONTI INFORMATIVE E LIMITI DEL DIRITTO AD ESSERE INFORMATI. LIMITI DEL DIRITTO DI INFORMARE. ETICA, PRINCIPI COSTITUZIONALI E LIBERTÀ DI INFORMAZIONE TELEVISIVA.
Metodi Didattici
IL CORSO È ARTICOLATO IN 90 ORE DI LEZIONI FRONTALI E DIALOGATE, CHE SI SVOLGERANNO CON L’AUSILIO DI STRUMENTI INFORMATICI. SONO PREVISTE, INOLTRE, ESERCITAZIONI E ED ATTIVITÀ DI TUTORATO. NELL’AMBITO DEL CORSO VERRANNO ORGANIZZATI SEMINARI ED ALTRI MOMENTI DI APPROFONDIMENTO SU TEMI SPECIFICI, ANCHE CON LA PARTECIPAZIONE DI RELATORI ESTERNI. MODALITÀ DI FREQUENZA: E' CONSIGLIATA LA FREQUENZA AL CORSO. GLI STUDENTI CHE NON POSSONO FREQUENTARE IL CORSO POTRANNO, COMUNQUE, SEGUIRE LE ATTIVITÀ DI TUTORATO. LINGUA DI INSEGNAMENTO È L'ITALIANO.
Verifica dell'apprendimento
OLTRE AD UNA VERIFICA INFRACORSO, NON OBBLIGATORIA, È PREVISTO UN ESAME FINALE ORALE CHE SARÀ VALUTATO TENENDO CONTO DELLA CONOSCENZA DELL’INTERA MATERIA E DELLA COSTITUZIONE, NONCHÉ DELLA CAPACITÀ ESPOSITIVA (CHIAREZZA, PROPRIETA’ DI LINGUAGGIO GIURIDICO E PUNTUALITÀ NEI RIFERIMENTI NORMATIVI E GIURISPRUDENZIALI). L’ATTIVITA’ DI VERIFICA RIGUARDERA IN PARTICOLARE :
1) AUTONOMIA DI GIUDIZIO: LO STUDIO DEL DIRITTO COSTITUZIONALE TENDE INNANZITUTTO A FORNIRE ALLO STUDENTE GLI STRUMENTI DI CONOSCENZA E DI INTERPRETAZIONE DELLA COSTITUZIONE, TENENDO ANCHE CONTO DELL’ORDINAMENTO DELL’UNIONE EUROPEA. IN SECONDO LUOGO TENDE A CONSENTIRE AGLI STUDENTI L’ACQUISIZIONE DI UN METODO DI LETTURA E DI ANALISI DELLA LEGISLAZIONE ORDINARIA E DELLA GIURISPRUDENZA COSTITUZIONALE, NONCHÉ DELLA GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA.

2) ABILITÀ COMUNICATIVE: ACQUISIZIONE DI UNA CAPACITÀ ESPOSITIVA DELLA MATERIA CARATTERIZZATA DA CHIAREZZA, PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO GIURIDICO E PUNTUALITÀ NEI RIFERIMENTI NORMATIVI E GIURISPRUDENZIALI.

3) CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO: ACQUISIZIONE DI UN METODO DI STUDIO DELLA MATERIA CHE CONSENTA DI INDIVIDUARE, ESAMINARE ED INTERPRETARE CONOSCENZE DI BASE, LEGISLAZIONE E GIURISPRUDENZA COSTITUZIONALE E DI POTERLE, POI, APPLICARE ANCHE AD ALTRI INSEGNAMENTI.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’ESAME ORALE SARANNO:
- CAPACITÀ DI RACCOGLIERE E INTERPRETARE CRITICAMENTE DATI E INFORMAZIONI COMPLESSE NELLO SPECIFICO CAMPO DELLA REALTÀ COSTITUZIONALE ITALIANA, CON LE RISPETTIVE INFLUENZA EUROPEE ED INTERNAZIONALI;
- CAPACITÀ DI COMUNICARE AD UN PUBBLICO DI NON SPECIALISTI INFORMAZIONI, IDEE, PROBLEMI, INTERPRETAZIONI E SOLUZIONI NELLO SPECIFICO CAMPO DISCIPLINARE CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E BUONA ARTICOLAZIONE DI PENSIERO;
- ACQUISIZIONE DEI RIFERIMENTI, DEGLI STRUMENTI E DELLA CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO NECESSARI PER ARRICCHIRE ULTERIORMENTE LE COMPETENZE NELLA TUTELA DEI DIRITTI E DELLE REGOLE COSTITUZIONALI E PER APPLICARE TALI COMPETENZE ANCHE AD ALTRI INSEGNAMENTI DEL CORSO DI STUDIO.
GLI STUDENTI POTRANNO PRESENTARE BREVI ELABORATI SU TEMI SPECIFICI DI APPROFONDIMENTO, PREVIAMENTE CONCORDATI CON IL DOCENTE, I CUI RISULTATI SARANNO TENUTI IN CONSIDERAZIONE NELLA VOTAZIONE FINALE.




Testi
FRANCO MODUGNO (A CURA DI), DIRITTO PUBBLICO, GIAPPICHELLI, ULTIMA EDIZIONE.
OPPURE

TEMISTOCLE MARTINES, DIRITTO COSTITUZIONALE, GIUFFRE', ULTIMA EDIZIONE.

PARTE SPECIALE, MARIO PANEBIANCO (A CURA DI) IL PARLAMENTO FRA PAREGGIO DI BILANCIO E FEDERALISMO FISCALE, ARACNE, 2014 - UN SAGGIO A SCELTA -
Altre Informazioni
LO STUDENTE È TENUTO A DIMOSTRARE FAMIGLIARITÀ CON GLI ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE REPUBBLICANA
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-05-14]