LEGISLAZIONE PENALE MINORILE

Antonino SESSA LEGISLAZIONE PENALE MINORILE

0160100079
DIPARTIMENTO DI SCIENZE GIURIDICHE (SCUOLA DI GIURISPRUDENZA)
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 5 ANNI
GIURISPRUDENZA
2015/2016

ANNO ORDINAMENTO 2006
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
872LEZIONE
Obiettivi
FAR ACQUISIRE CONSAPEVOLEZZA ALLO STUDENTE DELL'IMPORTANZA FONDAMENTALE DI UNA POLITICA CRIMINALE PER I MINORI DI STRETTA DERIVAZIONE COSTITUZIONALE PER UNA SANZIONE PENALE MINORILE CHE SECONDO PROCESSI PROGNOSTICI INDIVIDUALIZZANTI SAPPIA RECUPERARE ESIGENZE DI PREVENZIONE GENERALE E SPECIALI POSITIVE IN UN PROGETTO DI INTEGRAZIONE SOCIALE DEL DEVIANTE-REO.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI:

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
CONOSCENZA GENERALE DELLE TECNICHE DI PROTEZIONE DEL MINORE, AUTORE E VITTIMA, CON ANALISI SISTEMATICA DEGLI ISTITUTI GIURIDICI CHE PORTANO ALLA ELABORAZIONE DI UN DIRITTO PENALE MINORILE COSTITUZIONALMENTE DEDUCIBILE E CHE FORNISCE LE BASI PER UNA POLITICA CRIMINALE PER I MINORI IN CUI PREVENZIONE E REPRESSIONE ABBIANO COME RIFERIMENTO IL PRINCIPIO EDUCATIVO CHE TELEOLOGICAMENTE NE ORIENTA LO SVILUPPO.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
CAPACITÀ DI ANALIZZARE CON CONSAPEVOLEZZA GLI ISTITUTI GIURIDICI IN UNA DIMENSIONE CHE, TRA ESSERE E DOVER ESSERE, SIA CAPACE DI ORGANIZZARE IL SISTEMA DI GIUSTIZIA MINORILE A CRITERI DI RAZIONALITÀ; ACQUISIZIONE E PADRONANZA DEGLI STRUMENTI CRITICI PER LA COSTRUZIONE DI UN PERCORSO LOGICO-GIURIDICO IN GRADO DI FORNIRE GLI STRUMENTI UTILI ALLA DISAMINA DI SITUAZIONI COMPLESSE IN CONTESTI DI STUDIO E LAVORATIVI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
CAPACITÀ DI RACCOGLIERE E INTERPRETARE CRITICAMENTE DATI E INFORMAZIONI COMPLESSI NELLO SPECIFICO CAMPO DI
STUDI.

ABILITÀ COMUNICATIVE
CAPACITÀ DI COMUNICARE AD UN PUBBLICO DI NON SPECIALISTI INFORMAZIONI, IDEE, PROBLEMI E SOLUZIONI NELLO
SPECIFICO CAMPO DISCIPLINARE CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E BUONA ARTICOLAZIONE DI PENSIERO.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
ACQUISIZIONE DEI RIFERIMENTI, DEGLI STRUMENTI E DELLA CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO NECESSARI PER ARRICCHIRE ULTERIORMENTE LE COMPETENZE GIURIDICHE ACQUISITE NEL PRESENTE CORSO E PER APPLICARE TALI COMPETENZE ANCHE AD ALTRI INSEGNAMENTI DEL CORSO DI STUDIO.


Prerequisiti
CONSOLIDATA CONOSCENZA DI MATERIE DI BASE DI STAMPO FILOSOFICO, PRIVATISTICO E COSTITUZIONALE; CONOSCENZE DI BASE DELLA STRUTTURA CIVICA E SOCIALE
Contenuti
ALLE ORIGINI DEL DIRITTO PENALE MINORILE NEL SISTEMA COMPLESSIVO DI GIUSTIZIA PENALE COSTITUZIONALMENTE DEDUCIBILE. LA SANZIONE PENALE MINORILE. IL MINORE AUTORE E VITTIMA DEL (FATTO DI)REATO.TELEOLOGICAMENTE NE ORIENTA LO SVILUPPO
Metodi Didattici
IL CORSO SI COMPONE DI 72 ORE DI LEZIONI; HA CARATTERE SEMINARIALE E PREVEDE LA LETTURA E IL COMMENTO DI TESTI SELEZIONATI. SI PROPONE, INOLTRE, L'ACQUISIZIONE DEI RIFERIMENTI, DEGLI STRUMENTI E DELLA CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO NECESSARI PER ARRICCHIRE ULTERIORMENTE LE COMPETENZE GIURIDICHE ACQUISITE NEL PRESENTE CORSO E PER APPLICARE TALI COMPETENZE ANCHE AD ALTRI INSEGNAMENTI DEL CORSO DI STUDIO.CONOSCENZA GENERALE DELLE TECNICHE DI PROTEZIONE DEL MINORE, AUTORE E VITTIMA,POI, SUL PIANO DEL METODO, COSTITUIRÀ IL FONDAMENTO PER UNA ANALISI SISTEMATICA DEGLI ISTITUTI GIURIDICI CHE PORTANO ALLA ELABORAZIONE DI UN DIRITTO PENALE MINORILE COSTITUZIONALMENTE DEDUCIBILE E CHE FORNISCE LE BASI PER UNA POLITICA CRIMINALE PER I MINORI IN CUI PREVENZIONE E REPRESSIONE ABBIANO COME RIFERIMENTO IL PRINCIPIO EDUCATIVO CHE TELEOLOGICAMENTE NE ORIENTA LO SVILUPPO
Verifica dell'apprendimento
STUDENTI FREQUENTANTI
ESAME FINALE ORALE, CHE TIENE CONTO DELLA PARTECIPAZIONE ATTIVA ALLE LEZIONI E DELLA CONTESTUALE STUDIO DEL MATERIALE DIDATTICO DISTRIBUITO. DURANTE L'ULTIMA SETTIMANA DEL CORSO GLI STUDENTI FREQUENTANTI, SE VOGLIONO,POSSONO SOSTENERE UNA PROVA DI ESPOSIZIONE ORALE DI UNA RELAZIONE SCRITTA SU TEMI APPOSITAMENTE CONCORDATI CHE, INTEGRATIVI DELL'ESAME, DIVENTERANNO ANCHE OGGETTO DI SCAMBIO CON QUELLI PREPARATI DAI COLLEGHI PER UNA STRUTTURA SEMINARIALE CHE ARRICCHISCE TUTTI I PARTECIPANTI AL CORSO.

STUDENTI NON FREQUENTANTI
ESAME FINALE ORALE.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELL'ESAME SARANNO:
1) CAPACITÀ DI ARTICOLARE UN DISCORSO COMPLESSO
2) CAPACITÀ DI ESPRIMERSI CON CHIAREZZA E CON LINGUAGGIO GIURIDICO APPROPRIATO
3) CAPACITÀ DI INSERIRE GLI ISTITUTI GIURIDICI IN UN PRECISO QUADRO D'INSIEME LOGICO SISTEMATICO
4) CAPACITÀ DI SELEZIONARE I DATI GIURIDICI, MEMORIZZANDO CON METODO QUELLI SIGNIFICATIVI.
Testi
LIBRI DI TESTO CONSIGLIATI
PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI
COSTITUISCONO PARTE INTEGRANTE DEL PROGRAMMA DI ESAME GLI APPUNTI ELABORATI DURANTE LE LEZIONI DEL CORSO, OPPORTUNAMENTE INTEGRATI, CON I LIBRI DI TESTO DI SEGUITO CONSIGLIATI, PER TUTTO QUANTO SI RENDA NECESSARIO.

PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI
A) PER IL CORSO DI LAUREA C.D. 3 + 2:

1) PER L'ESAME DI 3 CREDITI:
•A.C. MORO, MANUALE DI DIRITTO MINORILE, BOLOGNA, ZANICHELLI, 2014. ESCLUSA LA PARTE II; I CAPITOLI 10, 11, 12, 13 E 14 DELLA PARTE III; NONCHÉ I CAPITOLI 19 E 20 DELLA PARTE IV.
2) PER L'ESAME DI 4 CREDITI:
•A.C. MORO, MANUALE DI DIRITTO MINORILE, BOLOGNA, ZANICHELLI, 2014. ESCLUSA LA PARTE II; NONCHÉ I CAPITOLI 10, 11, 12, 13 E 14 DELLA PARTE III.

B) PER IL CORSO DI LAUREA QUINQUENNALE C.D. 1+4:
•A.C. MORO, MANUALE DI DIRITTO MINORILE, BOLOGNA, ZANICHELLI, 2014. ESCLUSA LA PARTE II; NONCHÉ I CAPITOLI 10, 11, 12, 13 E 14 DELLA PARTE III.
•A. SESSA, DALLA BIOETICA AL BIODIRITTO: IRRAZIONALITÀ E SIMBOLISMO NEGLI ESITI DI UNA LEGISLAZIONE EMERGENZIALE IN MATERIA DI PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA, IN INDICE PENALE 2004, P.879 SS.
•M.A. RUFFO, LA TUTELA PENALE DELLA FAMIGLIA. PROSPETTIVE DOMMATICHE E DI POLITICA CRIMINALE, NAPOLI, ESI, 1998.
Altre Informazioni
IL CORSO SI PROPONE, INOLTRE, DI PROMUOVERE NELLO STUDENTE LA CAPACITÀ DI ANALIZZARE CON CONSAPEVOLEZZA GLI ISTITUTI GIURIDICI IN UNA DIMENSIONE CHE, TRA ESSERE E DOVER ESSERE, SIA CAPACE DI ORGANIZZARE IL SISTEMA COMPLESSIVO DI GIUSTIZIA PENALE MINORILE SECONDO CRITERI DI RAZIONALITÀ; ACQUISIZIONE E PADRONANZA DEGLI STRUMENTI CRITICI PER LA COSTRUZIONE DI UN PERCORSO LOGICO-GIURIDICO IN GRADO DI FORNIRE GLI STRUMENTI UTILI ALLA DISAMINA DI SITUAZIONI COMPLESSE IN CONTESTI DI STUDIO E LAVORATIVI; CAPACITÀ DI RACCOGLIERE E INTERPRETARE CRITICAMENTE DATI E INFORMAZIONI COMPLESSE NELLO SPECIFICO CAMPO DI
CAPACITÀ DI COMUNICARE AD UN PUBBLICO DI NON SPECIALISTI INFORMAZIONI, IDEE, PROBLEMI E SOLUZIONI NELLO SPECIFICO CAMPO DISCIPLINARE CON PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E BUONA ARTICOLAZIONE DI PENSIERO.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2016-09-30]