ETICA ED ECONOMIA

Ingrid SALVATORE ETICA ED ECONOMIA

1212200019
DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E STATISTICHE
CORSO DI LAUREA
SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE E DELL'ORGANIZZAZIONE
2016/2017



CFUOREATTIVITÀ
530LEZIONE
Obiettivi
PRESENTANDO UNA VARIETÀ DI TEORIE NORMATIVE, L'INSEGNAMENTO È INTESO A FORNIRE STRUMENTI PER RISPONDERE A DOMANDE RIGUARDO A CHE COSA È GIUSTO O INGIUSTO, CON PARTICOLARE E ATTENZIONE ALLA TEORIA DELLA SOCIETÀ GIUSTA.
LA GIUSTIZIA SOCIALE COSTITUISCE IL PUNTO DI INCONTRO DI QUESTIONI ETICHE (MORALI) E FATTORI ECONOMICI E POLITICI, DAL MOMENTO CHE RIGUARDA IN PARTICOLARE LA DISTRIBUZIONE DEI BENI CHE INSIEME PRODUCIAMO.
IL CORSO SI PROPONE DI CONSENTIRE AI FUTURI COMPONENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E NON SOLO DI PENSARE IN TERMINI NORMATIVI E MORALI L'ASSETTO FUTURO DELLA SOCIETÀ.
Prerequisiti
NESSUNO
Contenuti
CI SONO MODI DIVERSI IN CUI SI PUÒ CONCEPIRE IL SENSO E LO SCOPO DELLA FILOSOFIA POLITICA. SECONDO LA VISIONE CHE IL CORSO ASSUME, LA FILOSOFIA POLITICA HA INTENTI NORMATIVI. QUESTO SIGNIFICA CHE IL SUO SCOPO È ELABORARE TEORIE CHE RISPONDANO A DOMANDE RIGUARDO A CHE COSA È GIUSTO O INGIUSTO, SI TRATTI DI AZIONI O DI ISTITUZIONI SOCIALI.
TEORIE DIVERSE RISPONDONO IN MODO DIVERSO A QUESTE DOMANDE E PRESENTANO ARGOMENTAZIONI DIFFERENTI IN FAVORE DELLE LORO CONCEZIONI. NEL CORSO DELLE LEZIONI, LE PRINCIPALI TEORIE NORMATIVE VENGONO ILLUSTRATE E CONFRONTATE E GLI ARGOMENTI CHE LE CONTRAPPONGONO LE UNE ALLE ALTRE MESSI IN LUCE.
SPESSO DIFFERENTI TEORIE MORALI PRESUPPONGONO DIFFERENTI ASSUNZIONI PSICOLOGICHE E MOTIVAZIONALI CHE IL CORSO INDAGA. PARTICOLARE ATTENZIONE È DEDICATA A QUANTO AMPIO O RISTRETTO SIA IL RUOLO CHE LA RAZIONALITÀ GIOCA NELLE NOSTRE DELIBERAZIONI, RISPETTO AD ALTRI ELEMENTI CHE DETERMINANO IL NOSTRO COMPORTAMENTO.
IN GENERALE, LE TEORIE NORMATIVE SI CONTRAPPONGONO A CONCEZIONI SOGGETTIVISTE O RELATIVISTE DEL GIUDIZIO MORALE. E’ INTUIZIONE COMUNE, INFATTI, CHE MENTRE I GIUDIZI EMPICI (C’È UN TAVOLO DAVANTI A ME, SALERNO È PIÙ GRANDE DI AVELLINO) HANNO UN GRADO DI OGGETTIVITÀ, QUESTO NON VALGA PER I GIUDIZI MORALI.
PRESENTANDO UNA VARIETÀ DI TEORIE NORMATIVE CHE SFIDANO QUESTA INTUIZIONE COMUNE IL CORSO È INTESO A METTERE IN LUCE LE RAGIONI CHE SOTTENDONO QUESTA LINEA DI DIVISIONE, COSÌ COME LA SUA PROBLEMATICITÀ.

SPESSO, DEL RESTO, NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI, CI TROVIAMO AD AFFRONTARE QUESTIONI DI GIUSTIZIA, SIA QUANDO DOBBIAMO PRENDERE DECISIONI SU QUELLO CHE DOBBIAMO FARE O NON FARE (DEVO DIRE O NON DIRE A UNA PERSONA CARE UNA VERITÀ CHE LA POTREBBE FERIRE?), SIA QUANDO GIUDICHIAMO LE AZIONI DEGLI ALTRI (UN ATTO DI SLEALTÀ).
LO STESSO VALE QUANDO L’OGGETTO DEI NOSTRI GIUDIZI È PIÙ DISTANTE E RIGUARDA NON LE AZIONI DI PARTICOLARI INDIVIDUI (SI TRATTI DI NOI STESSI O DI ALTRI), MA ISTITUZIONI SOCIALI, SIA NEL SENSO DI SPECIFICI ASSETTI DI UNA SOCIETÀ (LA PENA DI MORTE, LA SCHIAVITÙ, ASSETTI CAUSANO POVERTÀ O DIVERSE OPPORTUNITÀ DI VITA), SIA NEL SENSO PIÙ COMPLESSIVO DI COME DOVREBBE ESSERE FATTA UNA SOCIETÀ GIUSTA.

SECONDO ALCUNE VISIONI ESISTE UNA SOSTANZIALE CONTINUITÀ FRA IL TIPO DI ARGOMENTAZIONE CHE SOTTENDE IL GIUDIZIO SULLE AZIONI DEGLI INDIVIDUI E QUELLO CHE RIGUARDA LE ISTITITUZIONI SOCIALI, COSÌ CHE LA TEORIA DELLA SOCIETÀ GIUSTA PUÒ ESSERE CONSIDERATA UNA SEMPLICE ESTENSIONE DELLA TEORIA CHE APPLICHIAMO AGLI INDIVIDUI. SECONDO ALTRE CONCEZIONI, VICEVERSA, SI TRATTA DI GIUDIZI DIFFERENTI CHE RICHIEDONO DIFFERENTI TIPI DI ASSUNZIONI E VALUTAZIONI.

IL CORSO DÀ SPECIALE ATTENZIONE ALLA TEORIA DELLA SOCIETÀ GIUSTA.

LA GIUSTIZIA SOCIALE COSTITUISCE IL PUNTO DI INCONTRO DI QUESTIONI ETICHE (MORALI) E FATTORI ECONOMICI E POLITICI, DAL MOMENTO CHE RIGUARDA IN PARTICOLARE LA DISTRIBUZIONE DEI BENI CHE INSIEME PRODUCIAMO.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI A CUI SI AFFIANCANO DIVERSI TIPI DI ESERCITAZIONI UTILI AD AFFRONTARE IL TESTO. LE ESERCITAZIONI SONO SEMPLICI ESERCIZI (BREVI RIASSUNTI, ESERCIZI DI LOGICA DELL'ARGOMENTAZIONE ECC.), MA SI RICHIEDE CONTINUITÀ NEL LORO SVOLGIMENTO.
Verifica dell'apprendimento
L'ESAME È ORALE. TUTTAVIA, È PREVISTA LA POSSIBILITÀ PER CHI ABBIA SEGUITO IL CORSO DI SOSTITUIRE L'ESAME CON UNA TESINA SCRITTA CHE DOVE MESSERE CONSEGNATA QUALCHE GIORNO PRIMA DELL'ESAME. LA TESINA È PREFERITA, IN QUANTO RITENUTA PIÙ UTILE ALL'APPRENDIMENTO. D'ALTRO CANTO, NON COSTITUISCE UNA SEMPLIFICAZIONE DELL'ESAME.
Testi
MICHAEL SANDEL, GIUSTIZIA. IL NOSTRO BENE COMUNE, FELTRINELLI 2010.
Altre Informazioni
LA FREQUENZA È PIUTTOSTO UTILE E RACCOMANDATA.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-03-11]