FISICA TECNICA AMBIENTALE

Francesca Romana D'AMBROSIO FISICA TECNICA AMBIENTALE

0660100020
DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 5 ANNI
INGEGNERIA EDILE-ARCHITETTURA
2020/2021

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2017
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
660LEZIONE
AppelloData
FISICA TECNICA AMBIENTALE27/04/2021 - 09:00
Obiettivi
OBIETTIVI FORMATIVI
APPRENDIMENTO DEI CONCETTI DI BASE DELLA TERMODINAMICA E DELLA TRASMISSIONE DEL CALORE.
RISULTATI DI APPRENDIMENTO PREVISTI E COMPETENZA DA ACQUISIRE:
APPRENDERE I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA TERMODINAMICA E DELLO SCAMBIO TERMICO
CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:
CONOSCERE E COMPRENDERE I CONCETTI FONDAMENTALI E LA TERMINOLOGIA UTILIZZATA NELL’AMBITO DELLA
TERMODINAMICA, DELLA PSICROMETRIA A DELLO SCAMBIO TERMICO IN PARETI INDEFINITE E PARALLELE.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
SAPER ELABORARE LO STUDIO DEL PROGETTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI, NUOVI ED ESISTENTI.
AUTONOMIA DI GIUDIZIO:
SAPER APPLICARE I PRINCIPI DELLA TERMODINAMICA E LE LEGGI DELLO SCAMBIO TERMICO ALLA SOLUZIONE DI PROBLEMI.
ABILITÀ COMUNICATIVE:
SAPER LAVORARE IN GRUPPO. SAPER ESPORRE IN MANIERA SINTETICA E ORGANICA I CONCETTI LEGATI AGLI ARGOMENTI
STUDIATI.
CAPACITÀ DI APPRENDERE:
SAPER APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE A CONTESTI DIFFERENTI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE IL CORSO ED
APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI TRATTATI USANDO MATERIALI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI.
Prerequisiti
CONOSCENZE DI BASE DELLA FISICA (MECCANICA)
Contenuti
TERMODINAMICA: CONCETTI E DEFINIZIONI DI BASE, EQUAZIONE DELLA CONTINUITÀ, PRIMO E SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA PER SISTEMI CHIUSI E APERTI, TERMODINAMICA DEGLI STATI, ARIA UMIDA, FONDAMENTI DI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO DELL’ARIA.
TRASMISSIONE DEL CALORE: GENERALITÀ, CONDUZIONE IN LASTRA PIANA, FONDAMENTI DI CONVEZIONE, IRRAGGIAMENTO, MECCANISMI COMBINATI.
Metodi Didattici
LEZIONI TEORICHE ED ESERCITAZIONI IN AULA
Verifica dell'apprendimento
LA VALUTAZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI AVVERRÀ MEDIANTE UNA PROVA SCRITTA SELETTIVA ED UN SUCCESSIVO COLLOQUIO ORALE.
IL VOTO CONSEGUITO DIPENDERÀ DALLA MATURITÀ ACQUISITA DALL'ALLIEVO/A, E TERRÀ CONTO:
- DEL RISULTATO DELLA PROVA SCRITTA, SE SUPERATA;
-DELLA QUALITÀ DELL'ESPOSIZIONE ORALE;
- DELLA CONOSCENZA DEI PRINCIPI E DELLE LEGGI FONDAMENTALI DELLA DISCIPLINA E DELLE LORO APPLICAZIONI;
- DELLA CAPACITÀ DI ESPRIMERSI CON TERMINOLOGIA APPROPRIATA;
- DEL LIVELLO DI APPROFONDIMENTO DEGLI ARGOMENTI PRESENTI NEL PROGRAMMA;
- DELLA CAPACITÀ DI SINTESI E DI COLLEGAMENTO TRA I DIVERSI ARGOMENTI PRESENTI NEL PROGRAMMA.
LA EVENTUALE LODE SARÀ ATTRIBUITA SE TUTTI I PRECEDENTI REQUISITI SARANNO STATI ESPRESSI IN MANIERA ECCELLENTE DAL/LA STUDENTE.
Testi
G. ALFANO, V. BETTA, F.R. D'AMBROSIO, G. RICCIO. LEZIONI DI FISICA TECNICA. NAPOLI: LIGUORI EDITORE.
B. PALELLA. ESERCITAZIONI DI FISICA TECNICA. CASA EDITRICE ARACNE
Altre Informazioni
ORARIO DI RICEVIMENTO: MARTEDÌ 14.00-15.30
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-04-15]