Osservatorio per lo Sviluppo Territoriale

Laboratories

Members

BENCARDINO MassimilianoResponsabile Scientifico
TROISI RobertaScientific Director
CONTE AlfonsoMembro
IACOVINO AngelaMembro
ADDEO FeliceMembro
ALIBERTI SabatoMembro
NESTICO' AntonioMembro
VOLLERO AgostinoMembro
ROSARIO PALESEMembro
CASTALDO PAOLOMembro
INNAMORATO FRANCESCO PAOLOMembro
PAOLO ROMANOMembro
GIULIANO D'ANTONIOMembro
ANGELA DELLI PAOLIMembro
SILVANO DEL DUCAMembro
INGLESE MafaldaMembro
Francesco LatorreMembro
Gabriele GranatoMembro
VITALE PIERLUIGIMembro
FIORE PierfrancescoMembro

Responsabile scientifico: Massimiliano Bencardino

Comitato direttivo: Massimiliano Bencardino, Felice Addeo, Sabato Aliberti, Alfonso Conte, Angela Delli Paoli, Antonio Nesticò, Angela Iacovino, Roberta Troisi, Agostino Vollero.

Comitato scientifico: Giuliano D'Antonio, Paolo Romano, Silvano Del Duca, Rosario Palese, Paolo Castaldo, Francesco Paolo Innamorato e Mafalda Inglese.

Premessa e cenni storici

L’Osservatorio per lo Sviluppo Territoriale (OST), istituito nell’ambito del Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione, svolge attività di ricerca, di supporto alla ricerca e alla didattica e di terza missione.

L’Osservatorio ha come obiettivo principale l’analisi delle diverse realtà territoriali, collegata e finalizzata ad individuare gli interventi più adeguati; lo studio delle identità territoriali e l'individuazione delle politiche più corrispondenti saranno condotti attraverso il metodo interdisciplinare, che si intende inizialmente sperimentare tra docenti del Dipartimento appartenenti a settori disciplinari diversi e, in una seconda fase, estendere anche a rappresentanti delle professioni, dei soggetti attivi e dei promotori sociali.

Gli strumenti che si intendono utilizzare sono, quindi, quelli della ricerca storica (indagini bibliografiche ed archivistiche finalizzate alla redazione di schede sintetiche), geografica (supportata da sistemi GIS con funzioni molteplici che si estendono dalla pianificazione di interventi, al supporto al decision-making, alla gestione dei rischi, alle scelte localizzative derivanti da pianificazioni territoriali), sociologica (raccolta ed analisi dei dati attraverso osservazione partecipante, storie di vita, questionari ed interviste) economica, con particolare riferimento alle organizzazioni pubbliche e private (principi e metodi della progettazione, tecniche di valutazione); l’esame statistico dei microdati legati agli agenti territoriali che compongono un sistema locale, comprensivo degli agenti pubblici e delle imprese, l’analisi di efficienza delle regole e delle decisioni locali di allocazione delle risorse, la valutazione della ricadute economico sociali delle azioni locali; la valutazione di progetti, programmi, politiche.

Il laboratorio intende porsi come struttura di supporto a tutti i membri del Dipartimento e agli studenti dei corsi di laurea di afferenza allo stesso, partecipando a convenzioni con enti e istituzioni esterne all’Università, (pubbliche e private) sia nazionali che europei e internazionali.

DELIMITAZIONE DEL CAMPO DI RICERCA E SCOPI DELL’OST

Attività di ricerca

Dal punto di vista scientifico, il centro si propone di condurre analisi territoriali e cartografiche che possano fornire strumenti di lettura dei processi di sviluppo locale nei loro aspetti sociali, economici, urbanistici, storici e culturali e di supporto alla governance territoriale. Da questo punto di vista, i GIS – Geographical Information System – costituiscono la “cassetta degli attrezzi” per analisi place-based che per tramite della georeferenziazione delle informazioni cioè dell’associazione tra fenomeni e coordinate geografiche possano supportare il decision making e far emergere aspetti che sarebbero rimasti nascosti con analisi tradizionali o forme di rappresentazione statica. Al contempo la lettura dei microdati attraverso un approccio statistico consentirà di approfondire aspetti legati tanto al singolo agente che all’interazione dello stesso all’interno di un sistema. L’uso dei dell’analisi longitudinale inoltre consentirà di ricostruire, nel tempo, l’evoluzione dei sistemi locali evidenziandone eventuali criticità.

Attività di supporto alla ricerca

Il centro si pone inoltre come strumento di servizio metodologico alla ricerca territoriale dell’intero Ateneo e supporto al disegno della ricerca, alla predisposizione degli strumenti di rilevazione delle informazioni e relativo pre-testing, al campionamento, alla raccolta delle informazioni, alla creazione del dataset e all’analisi dei dati territoriali.

Attività di supporto alla didattica

All’interno dell’Osservatorio è attivo un laboratorio didattico di Spatial Analysis and Local Development (SPLoD Lab) finalizzato allo sviluppo di competenze di analisi territoriale attraverso:

  • Percorsi formativi rivolti agli studenti sull’uso di software specifici di analisi cartografica;
  • tirocini formativi curriculari e extracurriculari;
  • assistenza a tesi di laurea;
  • accesso agli archivi cartografici e statistici per la consultazione.

Attività di terza missione

Tra gli obiettivi dell’Osservatorio vi è quello di contribuire, insieme ad attori pubblici e privati, alla creazione di una rete di “Osservatori permanenti di sviluppo locale”, da attivare in aree territoriali individuate in base a specifici elementi identitari, ricadenti nell’area in cui opera l’Ateneo salernitano.

RIPARTIZIONE DELLA RICERCA PER GRANDI TEMI

Processi e politiche di trasformazione urbana

  • analisi delle trasformazioni storiche e economiche delle aree urbane;
  • analisi dei processi decisionali;
  • politiche urbane e strumenti di pianificazione, di gestione e controllo delle trasformazioni urbane;
  • situazioni territoriali specifiche (in particolare centri storici campani).

Paesaggio e sistemi ambientali

  • pianificazione di aree naturali protette;
  • pianificazione di aree di protezione faunistica;
  • valutazione dei rischi ambientali.

Sistemi informativi e rappresentazioni territoriali

  • sistemi informativi geografici e loro applicazioni alla pianificazione territoriale;
  • uso di tecniche informatiche nel campo del rilevamento delle risorse e della pianificazione territoriale;
  • esplorazione delle potenzialità del GIS nell’analisi spaziale.

Processi e fenomeni sociali

  • analisi di processi sociali;
  • valutazione di rischi sociali.

Contesti geografico-culturali

- analisi di contesti territoriali specifici a differenti scale.

TRASFERIMENTO DEI RISULTATI

Particolare attenzione è dedicata all’attività di trasferimento dei risultati scientifici, svolta mediante un’ampia opera di diffusione che include anche la possibilità di visionare in rete la gran parte degli applicativi prodotti. L’osservatorio mette infatti a disposizione un centro di documentazione sotto forma di open data costituito da schede di analisi territoriale, archivi cartografici digitali, mappe tematiche, geodatabase, banche dati territoriali, sistemi informativi geografici a supporto del decision making e delle policy, siti web tematici.

Social