ITALIANO E LINGUAGGI SPECIALISTICI

Sergio LUBELLO ITALIANO E LINGUAGGI SPECIALISTICI

4322100099
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
LINGUE E LETTERATURE MODERNE
2023/2024

ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2018
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
630LEZIONE
Obiettivi
L’OBIETTIVO DEL CORSO È QUELLO DI FORNIRE AGLI STUDENTI UNA SOLIDA CONOSCENZA DELLE VARIETÀ DELL’ITALIANO E DI COLLOCARE I LINGUAGGI SPECIALISTICI NELL’ARCHITETTURA DELLE VARIETÀ DELL’ITALIANO CONTEMPORANEO.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
GLI STUDENTI ACQUISIRANNO CONOSCENZA:
-SULLE PRINCIPALI DIMENSIONI DI VARIAZIONE LINGUISTICA (DIATOPICA, DIASTRATICA, DIAFASICA, DIAMESICA);
-SULLA DEFINIZIONE E TRATTI GENERALI DI UN LINGUAGGIO SPECIALISTICO (AI LIVELLI LESSICALE, MORFOLOGICO, SINTATTICO, TESTUALE).

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI:
-CONDURRE UN’ANALISI APPLICATIVA DI ALCUNI USI SPECIALI DELL’ITALIANO (DA QUELLI PIÙ PROPRIAMENTE SPECIALISTICI, COME NELLA MEDICINA E NEL DIRITTO, A QUELLI PIÙ LARGAMENTE SETTORIALI COME NELLA BUROCRAZIA E NELLA POLITICA);
-CONDURRE UN’ANALISI MULTIMODALE DI DISCORSI PARLATI E TESTI SCRITTI.

AUTONOMIA DI GIUDIZIO
GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI:
-DEFINIRE UN LINGUAGGIO SPECIALISTICO E I SUOI TRATTI LINGUISTICI GENERALI;
-ANALIZZARE UN LINGUAGGIO SPECIALISTICO NELLE SUE DIMENSIONI VERTICALE (DAL LIVELLO SCIENTIFICO A QUELLO DIVULGATIVO) E ORIZZONTALE (TRAVASO DI LESSICO DA UN LINGUAGGIO SPECIALISTICO A UN ALTRO).

ABILITÀ COMUNICATIVE
GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI:
-MIGLIORARE LA PRECISIONE NELL’USO DEI LINGUAGGI SPECIALISTICI DELL’ITALIANO;
-ACQUISIRE UNA BUONA CONOSCENZA DELLE STRUTTURE LINGUISTICHE DELLA LINGUA ITALIANA SCRITTA E ORALE.

CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO
GLI STUDENTI SARANNO IN GRADO DI:
STUDIARE LE RECENTI RICERCHE SUI LINGUAGGI SPECIALISTICI DELL’ITALIANO;
ANALIZZARE TESTI SCRITTI E DISCORSI ORALI AL LIVELLO SCIENTIFICO E DIVULGATIVO.
Prerequisiti
BUONA CONOSCENZA DELLE STRUTTURE LINGUISTICHE DELLA LINGUA ITALIANA SCRITTA E ORALE; CONOSCENZA DEI FONDAMENTI DELLA LINGUISTICA GENERALE E DELLA LINGUISTICA ITALIANA.



Contenuti
PRINCIPALI DIMENSIONI DI VARIAZIONE LINGUISTICA (DIATOPICA, DIASTRATICA, DIAFASICA, DIAMESICA);
-DEFINIZIONE E TRATTI GENERALI DI UN LINGUAGGIO SPECIALISTICO (AI LIVELLI LESSICALE, MORFOLOGICO, SINTATTICO, TESTUALE);
-ANALISI APPLICATIVA DI ALCUNI USI SPECIALI DELL’ITALIANO (DA QUELLI PIÙ PROPRIAMENTE SPECIALISTICI, COME NELLA MEDICINA E NEL DIRITTO, A QUELLI PIÙ LARGAMENTE SETTORIALI, COME NELLA BUROCRAZIA E NELLA POLITICA);
-ANALISI MULTIMODALE DI DISCORSI PARLATI E TESTI SCRITTI.


Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, DISCUSSIONI PLENARIE, OSSERVAZIONE GUIDATA DI DATI, ESERCITAZIONI PRATICHE.
IL CORSO SI BASA ESSENZIALMENTE SULLA DIDATTICA FRONTALE. DURANTE LE LEZIONI È PREVISTA LA PROIEZIONE DI SLIDES UTILI AD ILLUSTRARE ED APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI DEI TESTI ADOTTATI MEDIANTE GRAFICI, SCHEMI ED OPPORTUNI ESEMPI.

Verifica dell'apprendimento
LA VERIFICA DELLE CONOSCENZE E ABILITÀ ACQUISITE AVVERRÀ MEDIANTE UNA PROVA SCRITTA (DELLA DURATA DI UN’ORA).
L'ESAME È VOLTO A VALUTARE IL LIVELLO RAGGIUNTO DALLO STUDENTE NELLA COMPRENSIONE DEGLI STRUMENTI TEORICI FORNITI DURANTE IL CORSO E NELLA LORO APPLICAZIONE A TESTI E DATI LINGUISTICI REALI.
Testi
- LUBELLO, S., NOBILI, C. (2018). L’ITALIANO E LE SUE VARIETÀ, FIRENZE, FRANCO CESATI, 2018
- LUBELLO, S., L’ITALIANO DEL DIRITTO, ROMA, CAROCCI, 2021
- FROSINI, G., LUBELLO S., L’ITALIANO DEL CIBO, ROMA, CAROCCI, 2023
- LUBELLO, S., IL LINGUAGGIO BUROCRATICO, ROMA, CAROCCI, 2014

Altre Informazioni
PERIODO DI INSEGNAMENTO: SECONDO SEMESTRE
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2024-06-28]