SOCIOLOGIA DEL WELFARE E DELLO SVILUPPO

Domenico MADDALONI SOCIOLOGIA DEL WELFARE E DELLO SVILUPPO

1222600006
DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE E DELLA COMUNICAZIONE
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
POLITICHE TERRITORIALI E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
2021/2022

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2019
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
960LEZIONE
Obiettivi
L'INSEGNAMENTO DI SOCIOLOGIA DEL WELFARE E DELLO SVILUPPO È FINALIZZATO AD IMPARTIRE GLI STRUMENTI CONCETTUALI PER L’ANALISI SOCIOLOGICA DI FENOMENI QUALI LA DISEGUAGLIANZA SOCIALE E TERRITORIALE E LE POLITICHE PUBBLICHE PER L’EGUAGLIANZA E LA COESIONE SOCIALE E TERRITORIALE.
Prerequisiti
NESSUN PREREQUISITO
Contenuti
IL CORSO FORNIRÀ GLI STRUMENTI TEORICI E CONCETTUALI PER L'ANALISI DELLE RELAZIONI TRA IL MUTAMENTO SOCIALE A LIVELLO SISTEMICO (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLO STADIO RECENTE DELLA GLOBALIZZAZIONE NEOLIBERISTA), LE SUE CONSEGUENZE IN TERMINI DI DISUGUAGLIANZE SOCIALI E TERRITORIALI E I CAMBIAMENTI IN CORSO IN AMBITI SPECIFICI DI POLITICA PUBBLICA: (1) I SISTEMI DI WELFARE (20 ORE), (2) LE POLITICHE SOCIALI (20 ORE), LE POLITICHE DI SVILUPPO LOCALE E REGIONALE (20 ORE).
Metodi Didattici
LEZIONI, SEMINARI ED ESERCITAZIONI A CARATTERE SIA INDIVIDUALE CHE COLLETTIVO.
Verifica dell'apprendimento
L'ESAME CONSISTERÀ IN UN COLLOQUIO SUI CONTENUTI DEL CORSO. IL SUO SCOPO È ACCERTARE L'ACQUISIZIONE DELLE CONOSCENZE IMPARTITE. LA PARTECIPAZIONE AD ESERCITAZIONI (CON ATTRIBUZIONE DI VOTO) O A SEMINARI CHE GENERINO L’ESONERO DA UNA PARTE DEL PROGRAMMA DI ESAME È FACOLTATIVA.
Testi
1. MUTAMENTO SOCIALE E POLITICHE DI WELFARE
C. RANCI, E. PAVOLINI - LE POLITICHE DI WELFARE - IL MULINO, BOLOGNA, 2015 (ESCLUSI I CAPITOLI 5 E 7);
P. LANDRI (A CURA DI) - PRENDERSI CURA DEL WELFARE - ALTRAVISTA, PAVIA, 2016 (ESCLUSI I CAPITOLI 3 E 7).
2. MUTAMENTO SOCIALE E SVILUPPO REGIONALE
D. FARINELLA - MEZZOGIORNO ALLA FINESTRA - ARACNE, ROMA, 2010 (INTERO VOLUME);
D. PETROSINO, O. ROMANO - BUONANOTTE MEZZOGIORNO - CAROCCI, ROMA, 2017 (INTERO VOLUME)
Altre Informazioni
1. GLI STUDENTI FREQUENTANTI, CHE PARTECIPANO AD ESERCITAZIONI E SEMINARI, POTRANNO ESSERE ESENTATI DA PARTE DEL PROGRAMMA DI ESAME. ESERCITAZIONI E SEMINARI POTRANNO ESSERE TENUTI DA DOCENTI DI ALTRE UNIVERSITA’ O ENTI DI RICERCA, SIA ITALIANI CHE STRANIERI.
2. GLI STUDENTI PROVENIENTI DA ATENEI STRANIERI POTRANNO SOSTITUIRE I TESTI SOPRA INDICATI CON ALTRI IN LINGUA INGLESE O SPAGNOLA, PREVIO ACCORDO CON IL DOCENTE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-11-29]