DIRITTO COMMERCIALE

Alessio DI AMATO DIRITTO COMMERCIALE

0212100009
DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE E STATISTICHE
CORSO DI LAUREA
ECONOMIA AZIENDALE
2021/2022



OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2016
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1060LEZIONE


Obiettivi
CONOSCENZE E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE
GLI STUDENTI SVILUPPERANNO UNA CAPACITÀ DI UTILIZZO CONSAPEVOLE DELLE TECNICHE ERMENEUTICHE E DI ANALISI CRITICA DELLA DISCIPLINA DEL DIRITTO COMMERCIALE, NELLE SUE DIVERSE ARTICOLAZIONI. IN TAL MODO ACQUISIRANNO STRUMENTI CONCETTUALI ADEGUATI PER AFFRONTARE UNA REALTÀ ECONOMICA – GIURIDICA IN COSTANTE EVOLUZIONE.
CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
ATTRAVERSO LO STUDIO DELLA MATERIA, GLI STUDENTI POTRANNO AFFINARE LA PROPRIA SENSIBILITÀ VERSO LE PROBLEMATICHE GIURIDICHE SOTTESE ALL'ESERCIZIO DELL'ATTIVITÀ D'IMPRESA, E SVILUPPARE STRUMENTI COGNITIVI PER L’INDIVIDUAZIONE DELLE SOLUZIONI PIÙ EFFICIENTI. GLI STUDENTI IN VIRTÙ DELL’APPROCCIO METODOLOGICO PROBLEMATICO ACQUISITO AVRANNO MATURATO UNA CAPACITÀ CRITICA INDIVIDUALE E SARANNO IN GRADO COSÌ DI ASSICURARE CHE L’ATTIVITÀ D’IMPRESA SIA, IN OGNI SUA FASE, SVOLTA IN CONFORMITÀ CON LA DISCIPLINA VIGENTE.
Prerequisiti
DIRITTO PRIVATO (OBBLIGATORIA); RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA (CONSIGLIATA).
Contenuti
1)L’IMPRENDITORE – LE CATEGORIE DI IMPRENDITORI – L’ACQUISTO DELLA QUALITÀ DI IMPRENDITORE – LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE – L’AZIENDA – I SEGNI DISTINTIVI – LE OPERE DELL’INGEGNO E LE INVENZIONI INDUSTRIALI – LA DISCIPLINA DELLA CONCORRENZA – I CONSORZI FRA IMPRENDITORI. (20H LEZIONE)

2)LE SOCIETÀ – LA SOCIETÀ SEMPLICE. LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO – LA SOCIETÀ IN ACCOMANDITA SEMPLICE – LA SOCIETÀ PER AZIONI – LE AZIONI – L’ASSEMBLEA – AMMINISTRAZIONE. CONTROLLI – IL BILANCIO – LE MODIFICAZIONI DELLO STATUTO – LE OBBLIGAZIONI – LO SCIOGLIMENTO DELLA SOCIETÀ PER AZIONI – LA SOCIETÀ IN ACCOMANDITA PER AZIONI – LA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA – LE SOCIETÀ COOPERATIVE – TRASFORMAZIONE. FUSIONE E SCISSIONE. (25H LEZIONE)

SONO ESCLUSE: LE PARTECIPAZIONI RILEVANTI. I GRUPPI DI SOCIETÀ - LE SOCIETÀ EUROPEE.

3)LA CONTRATTAZIONE D’IMPRESA: I CONTRATTI BANCARI – I CONTRATTI DELL’INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA – IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE. (5H LEZIONE)

4)I TITOLI DI CREDITO – LA CAMBIALE – L’ASSEGNO BANCARIO – L’ASSEGNO CIRCOLARE. (5H LEZIONE)

5)LA CRISI DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE – IL FALLIMENTO – IL CONCORDATO PREVENTIVO – GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI – LA LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA – L’AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA DELLE GRANDI IMPRESE INSOLVENTI - I PRINCIPI DELLA NUOVA DISCIPLINA DELLA CRISI E DELL’INSOLVENZA – L’ALLERTA E LA COMPOSIZIONE ASSISTITA DELLA CRISI. (5H LEZIONE)

SONO ESCLUSE: LE PROCEDURE CONCORSUALI DELLE CRISI DA SOVRA INDEBITAMENTO.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, SEMINARI, ESERCITAZIONI, DISCUSSIONI IN AULA, PROBLEM SOLVING INDIVIDUALI.
Verifica dell'apprendimento
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME DI VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. L’ESAME PREVEDE UNA PROVA INTERCORSO, NON OBBLIGATORIA, E UNA PROVA ORALE, SU ARGOMENTI INDICATI DAL DOCENTE. NELLA PROVA INTERCORSO SARANNO SOMMINISTRATE 5 DOMANDE SCRITTE A RISPOSTA MULTIPLA E 1 DOMANDA SCRITTA A STIMOLO APERTO CON RISPOSTA APERTA (LE DOMANDE VERTERANNO SUI SEGUENTI ARGOMENTI: L’IMPRENDITORE – LE CATEGORIE DI IMPRENDITORI – L’ACQUISTO DELLA QUALITÀ DI IMPRENDITORE – LO STATUTO DELL’IMPRENDITORE COMMERCIALE – L’AZIENDA – I SEGNI DISTINTIVI – LE OPERE DELL’INGEGNO E LE INVENZIONI INDUSTRIALI – LA DISCIPLINA DELLA CONCORRENZA – I CONSORZI FRA IMPRENDITORI – LA CONTRATTAZIONE D’IMPRESA (I CONTRATTI BANCARI, IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE, I CONTRATTI DELL’INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA) – I TITOLI DI CREDITO IN GENERALE – LA CAMBIALE – L’ASSEGNO BANCARIO E CIRCOLARE).
IN QUELLA ORALE LE DOMANDE VERTERANNO SUI SEGUENTI ARGOMENTI: LE SOCIETÀ (NOZIONE E TIPI) – LA SOCIETÀ SEMPLICE – LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO – LA SOCIETÀ IN ACCOMANDITA SEMPLICE – LA SOCIETÀ PER AZIONI – LA COSTITUZIONE – I CONFERIMENTI – LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA – IL BILANCIO – LE MODIFICHE DELLO STATUTO – GLI STRUMENTI DI FINANZIAMENTO – LO SCIOGLIMENTO E LA LIQUIDAZIONE – LE SOCIETÀ QUOTATE – LA SOCIETÀ IN ACCOMANDITA PER AZIONI – LA SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA – LE OPERAZIONI STRAORDINARIE (TRASFORMAZIONE, FUSIONE E SCISSIONE) – LE SOCIETÀ COOPERATIVE – LE SOCIETÀ EUROPEE – IL FALLIMENTO E LE ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI.
LA PROVA INTERCORSO SI SVOLGERÀ ALL’INCIRCA A METÀ DEL CORSO CON UNA DURATA DI 40 MINUTI. LA PROVA ORALE SI SVOLGERÀ NELLE DATE PREVISTE DAL CALENDARIO DEGLI APPELLI. AI FINI DELLA VALUTAZIONE, IN SEDE DI PROVA INTERCORSO, SARÀ ATTRIBUITO UN PUNTEGGIO DI 3 PER OGNI RISPOSTA MULTIPLA CORRETTA E DI 0 PUNTI PER OGNI RISPOSTA MULTIPLA ERRATA O NON INDICATA E UN PUNTEGGIO DA 0 A 15 PER LA RISPOSTA A STIMOLO APERTO CON RISPOSTA APERTA (SECONDO LA SEGUENTE SCALA DI VALORI: GRAVEMENTE INSUFFICIENTE; INSUFFICIENTE; SUFFICIENTE; DISCRETO; BUONO): PER UN TOTALE DI 30 PUNTI. IN SEDE DI ESAME ORALE L’ESPOSIZIONE DELLO STUDENTE SARÀ VALUTATA CON UN PUNTEGGIO TOTALE DI 30 PUNTI, SECONDO LA SEGUENTE SCALA DI VALORI: GRAVEMENTE INSUFFICIENTE; INSUFFICIENTE; SUFFICIENTE; DISCRETO; BUONO. LE PROVE S’INTENDONO SUPERATE CON IL VOTO MINIMO DI 18/30. LA PROVA INTERCORSO E LA PROVA ORALE HANNO L’OBIETTIVO DI VALUTARE IL LIVELLO DI COMPRENSIONE E DI CONOSCENZA RAGGIUNTO DALLO STUDENTE SUI CONTENUTI INDICATI NEL PROGRAMMA, LA PADRONANZA DEGLI STRUMENTI METODOLOGICI, NONCHÉ LA CAPACITÀ DI APPLICARE LA CONOSCENZA PER RISOLVERE PROBLEMI TEORICI E PRATICI. LA VALUTAZIONE FINALE RISULTERÀ DAL VALORE MEDIO DELLE VALUTAZIONI DELLA PROVA INTERCORSO E DELLA PROVA ORALE, SALVO CHE LO STUDENTE NON INTENDA AVVALERSI DEL RISULTATO DELLA PROVA INTERCORSO. IN QUESTO CASO, L’ESAME ORALE VERTERÀ SU TUTTO IL PROGRAMMA, COMPRESI GLI ARGOMENTI PREVISTI PER LA PROVA INTERCORSO. LA PROVA S’INTENDE SUPERATA CON IL VOTO MINIMO DI 18/30.
Testi
IN ALTERNATIVA, UNO DEI SEGUENTI LIBRI:
- G.F. CAMPOBASSO, MANUALE DI DIRITTO COMMERCIALE, TORINO, UTET, ULT. ED.;
- A. GRAZIANI, G. MINERVINI, U. BELVISO, V. SANTORO, MANUALE DI DIRITTO COMMERCIALE, PADOVA, CEDAM,ULT. ED.;
- AA.VV., MANUALE DI DIRITTO COMMERCIALE, BUONOCORE, TORINO, GIAPPICHELLI, ULT. ED.;

IN AGGIUNTA, PER LA NUOVA DISCIPLINA DEL CODICE DELL’INSOLVENZA E DELLA CRISI:
G. FAUCEGLIA, IL NUOVO DIRITTO DELLA CRISI E DELL'INSOLVENZA, TORINO, GIAPPICHELLI, ULT. ED.

E’ INOLTRE NECESSARIA LA CONSULTAZIONE DEL CODICE CIVILE E DELLE LEGGI SPECIALI NEL TESTO VIGENTE.
Altre Informazioni
TESTI NORMATIVI, PROVVEDIMENTI DI MAGGIOR INTERESSE E SENTENZE RECENTI SONO PUBBLICATE SUL SITO WEB DEL DOCENTE.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-01-25]