Progetti

Silvia SINISCALCHI Progetti

ANALISI DELLE TRASFORMAZIONI TERRITORIALI E DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL SOLCO IRNO-SOLOFRANA ATTRAVERSO LA CARTOGRAFIA STORICA: IL CASO DEI COMUNI DI FISCIANO E MERCATO SAN SEVERINO

Il solco Irno-Solofrana, con le sue gravitazioni verso il Salernitano, l’agro nolano-napoletano e l’area irpino-sannitica fino alla Puglia, ha conosciuto negli ultimi anni profondi mutamenti geografici, causati da uno sviluppo economico e sociale che, pur migliorando le condizioni di vita delle popolazioni locali, ne ha modificato però i contesti paesaggistici, spesso a danno dell’ambiente e del territorio tout court. In particolare i principali cambiamenti, già innescati dal progressivo sviluppo di alcuni distretti industriali negli anni ’50 e ’60 del secolo scorso (tra cui quelli “storici” del comparto conciario e agro-alimentare), sono stati accelerati dalla ricostruzione edilizia successiva al sisma del 1980, per essere poi sollecitati dalla nascita e dal potenziamento dell’A.S.I. dei comuni di Mercato San Severino, Fisciano e Baronissi, insieme alla creazione dei due poli dell’Università degli Studi di Salerno. Nonostante la rapida maturazione di tale processo socioeconomico, in queste aree è ancora possibile osservare la persistenza di antiche forme di economia tradizionale, legate a un genere di vita fondato su attività agricolo-allevative, artigianali e manifatturiere. L’attuale condizione di progressivo abbandono di queste ultime non ha cancellato i segni della loro secolare importanza, come mostrano la cartografia e la toponomastica storica (dal XV sec. in poi), con alcuni richiami emblematici alla personalità geografica e alla configurazione cronospaziale dei territori di riferimento. In proposito i comuni di Fisciano e Mercato San Severino costituiscono due casi emblematici e un interessante oggetto di ricerca e analisi geografica, sia in ambito scientifico che sul versante delle politiche locali e sovra-locali, per le recenti e profonde trasformazioni dei loro paesaggi. Adottando i concetti e gli strumenti geografici per misurare gli effetti (positivi e negativi) dell'attuale sviluppo rispetto agli obiettivi di tutela ambientale e qualità della vita delle collettività locali perseguiti dalle progettazioni istituzionali odierne a varie scale, la ricerca, tenendo conto delle linee programmatiche per lo sviluppo del territorio campano, procederà innanzitutto a un inquadramento geografico preliminare della zona considerata, all'interno degli attuali orientamenti volti a una nuova ripartizione della maglia amministrativa campana secondo una suddivisione in "sistemi territoriali di sviluppo", volti a fornire criteri di tutela paesaggistico-ambientale a scopo pianificatorio per la salvaguardia dell'integrità fisica e dell'identità culturale dei territori. Successivamente, per la raccolta di dati sui mutamenti territoriali verificatisi negli ultimi anni nei comuni di Fisciano e Mercato S. Severino e per una loro comparazione con il passato, si farà ricorso a fonti pertinenti - bibliografiche, cartografiche, iconografiche, catastali, archivistiche (anche in relazione al patrimonio documentario degli enti locali e di fondazioni e istituzioni private), storico-letterarie (opere di studiosi e scrittori locali) - e a ricerche sul campo, con il supporto documentale del Consorzio A.S.I. di Salerno. Il ricorso alla cartografia sarà indispensabile, sia per una comparazione dinamica tra carte di diversa epoca e provenienza, sia per misurare con esattezza i fenomeni inquadrati e definirli da un punto di vista tematico attraverso l'uso dei GIS. La comparazione cartografica della subregione in oggetto può così contribuire a rendere più che mai evidenti i suoi processi di trasformazione, aiutando a metterne a fuoco l’originaria identità territoriale e l'evoluzione nel tempo, rimarcando i punti di forza e di debolezza del suo attuale sviluppo e sottolineando al contempo il valore e l’importanza delle sue antiche vocazioni, per una politica di integrazione economica equilibrata e sostenibile di tutte le sue potenzialità.

StrutturaDipartimento di Studi Umanistici/DIPSUM
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo1.211,00 euro
Periodo28 Luglio 2015 - 28 Luglio 2017
Gruppo di RicercaSINISCALCHI Silvia (Coordinatore Progetto)