Projects

Mariadomenica LO NOSTRO Projects

MODELLI, METODOLOGIE E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE PER LA COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE

Il progetto, che intende continuare e ampliare la raccolta di un corpus di gestualità comparativa cominciato nel 1998 - che ha dato origine a una tesi di DRA, dal titolo: de Jorio révisité (2000) e al volume A scuola di gestualità (2005), oltre a diversi articoli – dopo aver messo in luce i punti critici tra parlanti di diverse culture, vuole oltrepassare il limite della mancata scientificità attribuita al gesto a causa della sua stessa natura mobile. La realtà più sorprendente risulta essere la discrasia ancora vigente tra l’enorme attenzione, a largo spettro, riposta sull’argomento e sulle applicazioni della comunicazione non verbale, dai settori più umanistici (didattica delle lingue, interpretazione artistica, etc.) a quelli più scientifici (neuro linguaggio, terapeutico in ambito di malattie neurodegenerative e a ricorrenza genetico-familiare, robotica) rispetto alla concreta mancanza di una letteratura recente di rilievo, che evidenzia la difficoltà di far progredire la ricerca nel settore oltre quanto già rilevato dai maggiori esperti degli anni 60/70 e 90/2000 (cfr. punto 11). Probabilmente dovuta alla oggettiva difficoltà a standardizzare il gesto e il suo significato a renderla univocamente “automatico” interpretabile e riproducibile. Difficoltà che sicuramente ha riportato sempre un peso predominante nel mancare il giusto riconoscimento di una valenza pari, se non superiore de gesto alla parola, nonostante il legame indubbiamente imprescindibile e subalterno di quest’ultima. Nell’ottica di individuare il tassello che riduca tale discrasia, un ulteriore elemento distintivo della proposta, prevede un lavoro sulla definizione di una rappresentazione semantica computazionale dei gesti, a partire da ontologie esistenti in letteratura e negli archivi online, al fine di fornire una metodologia di realizzazione di dizionari di gesti digitali e di supportare le relative operazioni di consultazione. L’articolazione del progetto prevededi: 1. Analizzare gli elementi non verbali e para verbali esistenti nell’ambito delle aree francofone e italofone, valutando eventuali influenze anglofone. 2. Catalogare tutti gli emblemi e le espressioni idiomatiche che contemplano le parti del corpo e verificare eventuali corrispondenze tra le due lingue. 3. Costruire un sistema linguisticamente fisso per definire, descrivere e riprodurre il più esattamente possibile, eventuali definizioni mancanti. 4. Avvalersi di supporti audiovisivi al fine illustrativo. 5. Creare di materiale digitale utilizzabile al fine di formazione o auto formazione per ulteriori approfondimenti di conoscenze linguistiche e socioculturali. 6. Definire un modello ontologico (computazionale) per la rappresentazione di gesti nell’ambito di un dizionario digitale.

DepartmentDipartimento di Studi Politici e Sociali/DISPS
FundingFondi dell'ateneo
FundersUniversità  degli Studi di SALERNO
Cost1.667,00 euro
Project duration29 July 2016 - 20 September 2018
Research TeamLO NOSTRO Mariadomenica (Project Coordinator)
ATTOLINO Paola (Researcher)
ORCIUOLI Francesco (Researcher)