LABORATORIO ERBORISTICO

Laura DE MARTINO LABORATORIO ERBORISTICO

0712100102
DIPARTIMENTO DI FARMACIA
CORSO DI LAUREA
TECNICHE ERBORISTICHE
2018/2019

ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2016
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
216LABORATORIO
Obiettivi
IL CORSO È VOLTO ALLA ACQUISIZIONE DELLE CONOSCENZE DELLE PRINCIPALI TECNICHE DI LAVORAZIONE DELLE PIANTE MEDICINALI, NONCHE' ALL'ACQUISIZIONE DELLE RELATIVE TECNICHE DI PREPARAZIONE DI UN ESTRATTO VEGETALE.
LO STUDENTE APPLICANDO LE COMPETENZE ACQUISITE, DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI MANIPOLARE UNA PIANTA MEDICINALE NONCHE' DI PREPARARE ESTRATTI VEGETALI.
Prerequisiti
E’ RICHIESTA L’ACQUISIZIONE DEGLI OBIETTIVI RELATIVI ALLE SEGUENTI DISCIPLINE: BIOLOGIA VEGETALE, BOTANICA FARMACEUTICA.
Contenuti
-INTRODUZIONE AL CORSO. DEFINIZIONE DI DROGA E PRINCIPIO ATTIVO. DEFINIZIONE DI FITOCOMPLESSO.
-L’ANALISI DELLE DROGHE. PREPARAZIONE DEL CAMPIONE. POLVERIZZAZIONE, TEORIA, TECNICHE E MISURE. CAMPIONAMENTO. DETERMINAZIONE DELLA MATERIA ESTRANEA.
-ESAMI MACROSCOPICO E MICROSCOPICO.
-DETERMINAZIONI GENERALI: INDICE STOMATICO. DETERMINAZIONE DELLE CENERI; DETERMINAZIONE DEGLI ZUCCHERI; DETERMINAZIONE DELLE PECTINE; DETERMINAZIONE DELLA MATERIA ESTRAIBILE; DETERMINAZIONE DELL’UMIDITÀ; DETERMINAZIONE DELLE SOSTANZE VOLATILI. DETERMINAZIONE DEGLI OLI ESSENZIALI; DETERMINAZIONE DEL POTERE AMARICANTE; DETERMINAZIONE DELL’ATTIVITÀ EMOLITICA; DETERMINAZIONE DELL’INDICE DI RIGONFIAMENTO; DETERMINAZIONE DEI RESIDUI DI PESTICIDI; DETERMINAZIONE DEI METALLI PESANTI; DETERMINAZIONE DELLA RADIOATTIVITÀ.
-METODI CHIMICI. METODI ESTRATTIVI. LE BASI CHIMICO-FISICHE DELL’ESTRAZIONE. SOLVENTI. ESTRATTORI DI LABORATORIO E INDUSTRIALI.
-PREPARAZIONI DA PIANTE FRESCHE. PREPARAZIONI DA DRGHE SECCHE. ALTRE REPARAZIONI ERBORISTICHE.
-PRINCIPI GENERALI DELLA CROMATOGRAFIA: ADSORBIMENTO, RIPARTIZIONE, GEL-FILTRAZIONE, SCAMBIO IONICO.
-CROMATOGRAFIA SU STRATO SOTTILE.
Metodi Didattici
IL METODO DIDATTICO È FONDATO SU LEZIONI FRONTALI, IN CUI SONO PRESENTATI E DISCUSSI GLI ARGOMENTI DELL'INSEGNAMENTO CON IL CONTRIBUTO DI SLIDES PROIETTATE A GUIDA DELLO STUDENTE, E SU ESERCITAZIONI PRATICHE DI LABORATORIO.
COME DA REGOLAMENTO DIDATTICO, LA FREQUENZA DEVE INTENDERSI OBBLIGATORIA. LE MODALITÀ DI VERIFICA DELLA FREQUENZA VERRANNO COMUNICATE AGLI STUDENTI ALL’INIZIO DELLE LEZIONI.
Verifica dell'apprendimento
LE PROVE DI ESAME MIRANO A VERIFICARE IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI DELL’INSEGNAMENTO.
LE MODALITA' DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO AVVENGONO ESCLUSIVAMENTE ATTRAVERSO UN COLLOQUIO ORALE. VERRANNO VALUTATE LE CAPACITÀ CRITICHE E METODOLOGICHE DELLO STUDENTE. TALE COLLOQUIO HA COME OBIETTIVO LA VERIFICA DELLE CONOSCENZE DEGLI ARGOMENTI TRATTATI DURANTE LE LEZIONI E LE ABILITÀ ATTESE. LA VALUTAZIONE TIENE CONTO COMPLESSIVAMENTE DI: LIVELLO DI CONOSCENZA ACQUISITO; CAPACITÀ DI SINTESI E DI ESPOSIZIONE, APPROPRIATEZZA DI LINGUAGGIO; IL LIVELLO DELL'ESPOSIZIONE; CAPACITÀ DI ANALISI; TUTTO CIÒ IN RELAZIONE ALLE DIFFERENTI PARTI DEL PROGRAMMA. IL GIUDIZIO COMPLESSIVO DETERMINERÀ IL VOTO FINALE IN TRENTESIMI.


Testi
VIENE CONSIGLIATO L’USO DEI SEGUENTI TESTI DI RIFERIMENTO:

-APPUNTI DALLE LEZIONI.
-TREASE, EVANS, FARMACOGNOSIA, PICCIN, PADOVA.
-MORELLI, FLAMINI, PISTILLI, MANUALE DELL'ERBORISTA, TECNICHE NUOVE, MILANO.


  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2019-10-21]