INTERNATIONAL LAW AND CYBER SECURITY

Teresa RUSSO INTERNATIONAL LAW AND CYBER SECURITY

0222700024
DIPARTIMENTO DI SCIENZE AZIENDALI - MANAGEMENT & INNOVATION SYSTEMS
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
DATA SCIENCE E GESTIONE DELL'INNOVAZIONE
2021/2022

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2020
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
642LEZIONE
Obiettivi
L’INSEGNAMENTO MIRA AD INQUADRARE LA CATEGORIA DEL CYBER WARFARE/CYBER CONFLICT DAL PUNTO DI VISTA DEL DIRITTO INTERNAZIONALE E DELL’UNIONE EUROPEA

CONOSCENZA E COMPRENSIONE:
CONOSCERE E COMPRENDERE GLI STRUMENTI NORMATIVI E LE STRATEGIE ELABORATE NELL’AREA EURO-ATLANTICA PER CONTRASTARE E PREVENIRE TUTTI I TIPI DI ATTACCHI INFORMATICI, E PER GARANTIRNE LA SICUREZZA E LA RESILIENZA A LIVELLO INTERNAZIONALE E DELL’UNIONE EUROPEA. INOLTRE VERRANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE LE DISPOSIZIONI PREVISTE DAL REGOLAMENTO GENERALE DELL'UNIONE EUROPEA SULLA PROTEZIONE DEI DATI (GDPR), SOFFERMANDOSI IN PARTICOLARE SUI DOVERI DEI RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI, E LA DIRETTIVA NIS COME STRUMENTO PER ARMONIZZARE LA DIFESA CIBERNETICA DEI SINGOLI STATI EUROPEI.

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE: L’INSEGNAMENTO MIRA A FARE ACQUISIRE AGLI STUDENTI LE BASI TEORICHE CHE PERMETTERANNO LORO DI ORIENTARSI SULLE PRINCIPALI PROBLEMATICHE NORMATIVE RELATIVE ALLA CYBER SECURITY. ESSO MIRA AD INQUADRARE LA CATEGORIA DEL CYBER WARFARE/CYBER CONFLICT DAL PUNTO DI VISTA DEL DIRITTO INTERNAZIONALE E DELL’UNIONE EUROPEA.
Prerequisiti
SI CONSIGLIA LA CONOSCENZA DELL'INSEGNAMENTO DI CYBER WARFARE E DI SITUATION AWARENESS AND INTERNATIONAL SECURITY.
Contenuti
DIRITTO INTERNAZIONALE E CYBERSECURITY (21 ORE, PROF. TERESA RUSSO): NOZIONE ED INQUADRAMENTO DEL CYBERSPACE; ANALISI ED APPLICAZIONE DELLE NORME DI DIRITTO INTERNAZIONALE GENERALE E CONVENZIONALE ALLO SPAZIO CIBERNETICO; CYBER TERRORISM/CYBER WARFARE/CYBER ESPIONAGE/CYBER CRIME E LE SOLUZIONI NORMATIVE DELLE PRINCIPALI ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI (ONU, NATO, G8, OSCE); L’AZIONE DEL CONSIGLIO D’EUROPA SUL CYBER CRIME (CONVENZIONE DI BUDAPEST) E SULLA PROTEZIONE DEI DATI (CONVENZIONE DI STRASBURGO E LA SUA PROPOSTA DI MODIFICA), STUDIO DI CASI;
DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA E CYBERSECURITY (21 ORE, PROF. ROSSANA PALLADINO): LA STRATEGIA EUROPEA PER LA CYBER-SICUREZZA; LA NORMATIVA DELL’UE IN MATERIA DI SICUREZZA DELLE RETI E DEI SISTEMI INFORMATIVI; “CYBER SECURITY ACT” E AGENZIA DELL’UNIONE EUROPEA PER LA CYBER-SICUREZZA; IL CONTRASTO ALLA CYBER-CRIMINALITÀ; IL REGOLAMENTO GENERALE DELL’UNIONE EUROPEA SULLA PROTEZIONE DEI DATI (GDPR).
Metodi Didattici
L'INSEGNAMENTO SI COMPONE DI 42 ORE DI LEZIONI E SI SVOLGE NEL I SEMESTRE. SONO PREVISTE ESERCITAZIONI, SIMULATION GAMES DIRETTE ALL’ACQUISIZIONE DEL METODO DEL PROBLEM SOLVING, NONCHÉ ATTIVITÀ FORMATIVE DI CARATTERE SEMINARIALE. SARÀ UTILIZZATO UN METODO INTERATTIVO AL FINE DI STIMOLARE L’INTERESSE DEGLI STUDENTI RISPETTO ALLA DISCIPLINA E FAVORIRNE L’ACQUISIZIONE CRITICA DEI CONTENUTI.
Verifica dell'apprendimento
PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI:
-DISCUSSIONE PER GRUPPI, SOTTO LA GUIDA DEL DOCENTE, DEI CONTENUTI DELL’INSEGNAMENTO ANCHE AL FINE DI FAVORIRE MOMENTI DI AUTOVALUTAZIONE DELLO STUDENTE;
-POSSIBILITÀ DI SOSTENERE UNA PROVA INTERCORSO ORALE SU DI UNA PARTE DEL PROGRAMMA CHE, IN CASO DI ESITO POSITIVO, NON COSTITUIRÀ OGGETTO DI ULTERIORE VERIFICA;
- L’ANALISI DEGLI ATTI NORMATIVI E DELLA PRASSI GIURISPRUDENZIALE AL FINE DI FAVORIRE LA RICOSTRUZIONE E L'INQUADRAMENTO DEI CASI, NONCHÈ L’INDIVIDUAZIONE DELLA SOLUZIONE E STRATEGIA DA ADOTTARE.
- ESAME FINALE ORALE, ARTICOLATO IN QUESITI ATTI A VERIFICARE LA CONOSCENZA DEI CONTENUTI DELL'INSEGNAMENTO.

PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI:
- ESAME FINALE ORALE, ARTICOLATO IN QUESITI ATTI A VERIFICARE LA CONOSCENZA DEI CONTENUTI DELL'INSEGNAMENTO.

LA VERIFICA DEI RISULTATI FORMATIVI PREVISTI E' BASATA SU CRITERI RELATIVI ALLA CONOSCENZA GENERALE DELLA DISCIPLINA, ALLO SVILUPPO DELLE CAPACITÀ DI COGNIZIONE DEGLI ELEMENTI ESSENZIALI DELLA MATERIA ANCHE IN UNA PROSPETTIVA DI PROIEZIONE VERSO IL MONDO DEL LAVORO, AL PERFEZIONAMENTO DELLE CAPACITÀ CRITICO-RICOSTRUTTIVE RISPETTO ALLA DISCIPLINA IN OGGETTO ED AI SUOI ASPETTI PIÙ PROBLEMATICI NONCHÉ ALLA CAPACITÀ DI COMUNICAZIONE DELLE NOZIONI ACQUISITE CON SICUREZZA DI LINGUAGGIO E PRECISIONE TERMINOLOGICA. IL LIVELLO DI VALUTAZIONE MINIMO (18) SARÀ, PERTANTO, ATTRIBUITO QUALORA LO STUDENTE MOSTRI UNA CONOSCENZA FRAMMENTARIA E POCO APPROFONDITA DEI CONTENUTI TEORICI O UNA LIMITATA CAPACITÀ DI COLLEGARE I RIFERIMENTI NORMATIVI E GIURISPRUDENZIALI AL CONTESTO DI STUDIO. IL LIVELLO MASSIMO DI VALUTAZIONE (30) VERRÀ ATTRIBUITO QUALORA LO STUDENTE DIMOSTRI UNA CONOSCENZA COMPLETA ED APPROFONDITA DEI CONTENUTI TEORICI O MOSTRA UNA NOTEVOLE CAPACITÀ DI COLLEGARE I RIFERIMENTI NORMATIVI E GIURISPRUDENZIALI AL CONTESTO DI STUDIO. LA LODE VERRÀ ATTRIBUITA AI CANDIDATI CHE DIMOSTRINO SIGNIFICATIVA PADRONANZA DEI CONTENUTI TEORICI ED OPERATIVI E SAPPIANO ARGOMENTARE CON NOTEVOLE PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO E CAPACITÀ DI ELABORAZIONE AUTONOMA ANCHE IN CONTESTI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI DAL DOCENTE.
Testi
N. TSAUGOURIAS, RESEARCH HANDBOOK ON INTERNATIONAL LAW AND CYBERSPACE, EDWARD ELGAR PUBLISHING, 2015, CON ESCLUSIONE DELLE PARTI III E IV.

IN ALTERNATIVA

D. MARRANI, LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE PER LA SICUREZZA E LA STABILITÀ NEL CYBERSPACE, EDITORIALE SCIENTIFICA, NAPOLI, 2020.

CONSULTAZIONE, IN LINGUA ITALIANA O INGLESE, DEI PRINCIPALI DOCUMENTI, TRA I QUALI, LA CONVENZIONE DI STRASBURGO ED IL PROTOCOLLO DI EMENDAMENTO, LA CONVENZIONE DI BUDAPEST; LA DIRETTIVA 2016/1148/UE; IL REGOLAMENTO (UE) 2019/881; IL REGOLAMENTO (UE) 2016/679.

Altre Informazioni
L’ORGANIZZAZIONE DELL'INSEGNAMENTO È PENSATA PER STUDENTI CHE FREQUENTINO CON REGOLARITÀ. GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI POTRANNO AVVALERSI DI SPIEGAZIONI INTEGRATIVE E DELLA GUIDA DEI DOCENTI NELL’ACCESSO ALLA CONSULTAZIONE DI FONTI NORMATIVE E GIURISPRUDENZIALI.
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-09-27]