LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

Domenica FALARDO LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

4322100021
DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE
LINGUE E LETTERATURE MODERNE
2020/2021

ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2018
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
630LEZIONE
Obiettivi
L’insegnamento è finalizzato a potenziare le abilità interpretative e le competenze linguistiche degli studenti attraverso lo studio di autori significativi della storia letteraria italiana e l’analisi storicamente e criticamente consapevole di testi esemplari. Al termine del corso gli studenti dovranno dimostrare di essere in grado, grazie agli strumenti critici acquisiti, di analizzare con tecniche e metodi adeguati i testi letterari sotto il profilo filologico, tematico, linguistico e stilistico inquadrandoli opportunamente nel loro contesto storico-culturale e di essere in possesso delle competenze necessarie per interpretare efficacemente contributi di saggistica letteraria. Gli studenti dovranno dimostrare inoltre di essere in grado di comunicare i contenuti di carattere linguistico-letterario facendo un uso appropriato del lessico della disciplina.
Prerequisiti
Buona conoscenza della storia della letteratura italiana, delle sue opere e dei suoi autori più significativi acquisita nell’ambito del percorso della laurea triennale.
Contenuti
UN PERCORSO NELLA NARRATIVA ITALIANA TRA ULTIMO OTTOCENTO E PRIMO NOVECENTO: QUADRI STORICO-LETTERARI, PARADIGMI LINGUISTICI E IDEOLOGICI.
LETTURA, ANALISI E COMMENTO DI TESTI RAPPRESENTATIVI DEI SEGUENTI AUTORI CHE SARANNO OGGETTO DI STUDIO: VERGA, D’ANNUNZIO, SVEVO, PIRANDELLO, TOZZI.
UNA PARTICOLARE ATTENZIONE SARÀ RIVOLTA AI SEGUENTI ROMANZI, DI DUE DEI QUALI, A SCELTA, SARÀ RICHIESTA LA LETTURA INTEGRALE: VERGA, “MASTRO-DON GESUALDO”; D’ANNUNZIO, “IL PIACERE”; PIRANDELLO, “IL FU MATTIA PASCAL”; TOZZI, “CON GLI OCCHI CHIUSI”; SVEVO, “LA COSCIENZA DI ZENO”.
ELEMENTI DI CRITICA LETTERARIA, DI FILOLOGIA, DI RETORICA E DI NARRATOLOGIA.
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI, ANCHE CON L’USO DI STRUMENTI MULTIMEDIALI.
Verifica dell'apprendimento
ESAME FINALE ORALE.
L’ESAME FINALE È COSTITUITO DA UN COLLOQUIO VOLTO AD ACCERTARE LA CONOSCENZA DA PARTE DEL CANDIDATO DELLE PRINCIPALI DINAMICHE CULTURALI E STORICO-LETTERARIE DEL CONTESTO DI RIFERIMENTO, NONCHÉ DEGLI ARGOMENTI, DEGLI AUTORI E DEI TESTI INDICATI NEL PROGRAMMA. NELLA VALUTAZIONE SI TERRÀ CONTO, OLTRE CHE DELLA CONOSCENZA DEI CONTENUTI, DEI SEGUENTI ASPETTI: A) PERTINENZA DELLE RISPOSTE; B) CAPACITÀ DI SVILUPPARE IL DISCORSO IN MANIERA AUTONOMA, ADEGUATAMENTE ARGOMENTATA E CRITICAMENTE ARTICOLATA; C) PROPRIETÀ E VARIETÀ DEL LINGUAGGIO USATO; D) PADRONANZA DEGLI STRUMENTI DI BASE DELL’ANALISI DEL TESTO LETTERARIO.

Testi
PER LO STUDIO DELLA STORIA LETTERARIA SI CONSIGLIA IL SEGUENTE MANUALE (I CAPITOLI DA STUDIARE SARANNO INDICATI DURANTE LE PRIME LEZIONI DEL CORSO):
-“LETTERATURA ITALIANA. VOL. 2. DAL SETTECENTO AI NOSTRI GIORNI”, A CURA DI A. BATTISTINI, BOLOGNA, IL MULINO, 2014.
SI CONSIGLIA INOLTRE:
-M. DARDANO, “LEGGERE I ROMANZI. LINGUA E STRUTTURE TESTUALI DA VERGA A VERONESI”, ROMA, CAROCCI, 2008 (I CAPITOLI DA STUDIARE SARANNO INDICATI DURANTE LE PRIME LEZIONI DEL CORSO).

MATERIALE DIDATTICO E ULTERIORI INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE SARANNO FORNITI NEL CORSO DELLE LEZIONI.
Altre Informazioni
NELLA PRIMA FASE DEL CORSO SARÀ ILLUSTRATO IL PROGRAMMA D’ESAME DETTAGLIATO COMPRENSIVO DELL’ELENCO DEI TESTI OGGETTO DI STUDIO CHE SARANNO ANALIZZATI DURANTE LE LEZIONI.
SI CONSIGLIA DI CONSULTARE I TESTI IN EDIZIONI ACCREDITATE E, NEL CASO DI CONSULTAZIONE DI MATERIALE DIGITALE, DI VERIFICARE L’ATTENDIBILITÀ DELLA FONTE.
LA FREQUENZA È VIVAMENTE CONSIGLIATA.
GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI SONO INVITATI A CONCORDARE IL PROGRAMMA CON LA DOCENTE.


  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-06-03]