Progetti

ROSAMARIA D'AMORE Progetti

IL RUOLO FUNZIONALE DELLA DISUGUAGLIANZA

L'interesse principale del progetto risiede nello studio del ruolo funzionale della disuguaglianza e del suo rapporto con l'economia dell'istruzione e con le politiche educative, che sono uno dei settori-chiave per comprendere la disuguaglianza di opportunità. A questo scopo sarà sviluppato un modello OLG di signalling con abilità non osservabile, credit constraints e mobilità intergenerazionale. Questo modello è particolarmente adatto agli obiettivi del progetto, soprattutto per quanto riguarda l'analisi di benessere delle politiche educative. Dal punto di vista teorico, infatti, è fondamentale rispondere a domande come: “quali sono gli effetti di benessere delle politiche educative quando l'istruzione è un segnale di abilità ma esistono credit constraints”? “Che tipo di impatto hanno sul sentiero di sviluppo di un'economia”? “Il pianificatore sociale è in grado di correggere le eventuali distorsioni dovute al decentramento delle decisioni”?Risultati preliminari mostrano che politiche in favore dell'uguaglianza di opportunità favoriscono l'efficienza e implicano l'istruzione pubblica come parte di un intervento Pareto-migliorativo.Una linea di ricerca correlata è legata alla possibilità di sviluppare ulteriormente alcuni risultati ottenuti in D'Amato e Di Pietro (2013, di prossima pubblicazione sul Journal of Economic Inequality), che riguardano la parità di opportunità, la mobilità occupazionale e l'evoluzione della ricchezza in un modello di investimento educativo con imperfezioni dei mercati finanziari. L'obiettivo finale è quello di fornire una caratterizzazione della distribuzione limite della ricchezza. Sul versante empirico, il progetto è interessato anche all'analisi dell'economia dell'istruzione in relazione alle pari opportunità a diversi gradi di curriculum dello studente. Per quanto riguarda gli aspetti psico-sociologici dell'economia dell'istruzione primaria, saranno presi in considerazione l'impatto della disuguaglianza e del background familiare sull' identità sociale e sulle prestazioni scolastiche. Esiste, inoltre, un aspetto dell'uguaglianza di opportunità ancora scarsamente analizzato, vale a dire l'integrazione etnica e culturale degli immigrati nel paese di destinazione. Su questo punto il progetto prevede uno studio dell'assimilazione degli immigrati in Germania in un quadro quasi-sperimentale, offerto dalla Anwerbestopp del 1973.

StrutturaCentro Interdipartimentale di ricerca in Economia del Lavoro e Politica Economica
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo10.000,00 euro
Periodo11 Dicembre 2013 - 11 Dicembre 2015
Proroga31 dicembre 2017
Gruppo di RicercaAMENDOLA Adalgiso (Coordinatore Progetto)
ABATEMARCO Antonio (Ricercatore)
AUTIERO Giuseppina (Ricercatore)
BARONE Adriana (Ricercatore)
BARRA CRISTIAN (Ricercatore)
BUBBICO Davide (Ricercatore)
CARDONE Antonio (Ricercatore)
CARRIERI Vincenzo (Ricercatore)
COCCORESE Paolo (Ricercatore)
COPPOLA Gianluigi (Ricercatore)
D'AMATO Marcello (Ricercatore)
D'AMORE ROSAMARIA (Ricercatore)
DELL'ANNO Roberto (Ricercatore)
DESTEFANIS Sergio Pietro (Ricercatore)
DI PIETRO CHRISTIAN (Ricercatore)
FARACE Salvatore (Ricercatore)
FERRAGINA Anna Maria (Ricercatore)
FRAGETTA Matteo (Ricercatore)
GALLI Fausto (Ricercatore)
GAROFALO Maria Rosaria (Ricercatore)
IORIO Roberto (Ricercatore)
LA ROCCA Michele (Ricercatore)
MARRANI Daniela (Ricercatore)
MAZZOTTA Fernanda (Ricercatore)
NESE Annamaria (Ricercatore)
O'HIGGINS Shane Niall (Ricercatore)
PAPACCIO ANNA (Ricercatore)
PARISI Lavinia (Ricercatore)
PICA Giovanni (Ricercatore)
PRATSCHKE Jonathan (Ricercatore)
RUSSO Giuseppe (Ricercatore)
SALSANO Emanuele (Ricercatore)
SENATORE Luigi (Ricercatore)
VACCARO Maria Jose' (Ricercatore)
VINCI Concetto Paolo (Ricercatore)