Progetti

Pio ZEPPA Progetti

IDENTIFICAZIONE E VALUTAZIONE FENOTIPICA E MOLECOLARE DI LINFOCITI B E T REGULATORS E MICROCLONI LINFOIDI NELLA TIROIDITE DI HASHIMOTO.

Lo studio sarà condotto in via prospettica presso la Facoltà di Medicina dell' Università di Salerno ed annessa Azienda Ospedaliera Universitaria previa approvazione del comitato etico della stessa Università. Lo studio prevede l'arruolamento di almeno 50 pazienti consecutivi in 18 mesi, afferenti alla cattedra di Endocrinologia ed annesso Servizio. Prerequisiti di arruolamento saranno: ingrossamento diffuso o nodulare, della ghiandola, pattern ecografico compatibile con HT, presenza di Ab serici anti-TPO e anti-TG. Tutte le metodiche e gli strumentari in uso sono nelle disponibilità delle cattedre di Endocrinolgia e di Oncoematologia della Facoltà di Medicina di Salerno e degli annessi Dipartimenti assistenziali. Azione 1: Arruolamento dei pazienti e consenso all' utilizzo dai prelievi per finalità diagnostiche e per lo svolgimento del progetto stesso. Azione 2: Valutazione clinico-sierologica dello stato funzionale e classificazione in eutiroidei (TSH, FT3, FT4 nei range) ed ipotiroidei (TSH+, FT3-, e FT4-). Azione 3: Acquisizione e valutazione del TLI nei singoli pazienti mediante biopsia aspirativa per ago sottile (FNAB), eco-guidata, effettuata su aree ghiandolari rappresentative della malattia. Tale metodica è stata scelta in quanto semplice, maneggevole, tollerabile ed è l'unica metodica in grado di fornire campioni cellulari in vivo per una patologia che non prevede di principio trattamento chirurgico. Al FNAB seguirà colorazione e valutazione microscopica immediata dei corrispondenti strisci citologici, secondo FNAB da utilizzare per valutazione fenotipica del TLI e per estrazione del DNA delle cellule linfoidi ed un prelievo di sangue periferico per la valutazione comparativa delle corrispondenti popolazioni linfocitarie. Azione 4: Tipizzazione delle popolazioni linfocitarie sia intraghiandolari che del sangue periferico mediante citometria a flusso (FC). Le metodica prevede sospensione del secondo FNAB in PBS, doppia centrifugazione, rimozione supernatante, aggiunta PBS, divisione della sospensione in cuvette, incubazione: 15' con Ab fluoresceinati, lisi delle emazie, fissazione delle cellule, acquisizione di almeno 5000 “eventi”, selezione per parametri fisici e fenotipizzazione. Saranno utilizzati i seguenti anticorpi fluoresceinati: CD4, CD8, CD5, CD10, CD19, CD21, CD25, CD40, CD69, CD95, catene leggere kappa e lambda. Una polymerase chain reaction (PCR) sarà utilizzata per amplificare le regioni variabili (VDJ) delle catene pesanti (IgH), usando kits commerciali. Azione 5: Acquisizione dei dati ottenuti, quantificazione e caratterizzazione delle popolazioni identificate, valutazione statistica dei dati, comparazione con gli aspetti fenotipici e molecolari dei corrispondenti NHL conclamati.1.Zeppa P, Sosa Fernandez LV, Cozzolino I, Ronga V, Genesio R, Salatiello M, Picardi M, Malapelle U, Troncone G, Vigliar E. Immunoglobulin heavy-chain fluorescence in situ hybridization-chromogenic in situ hybridization DNA probe split signal in the clonality assessment of lymphoproliferative processes on cytological samples. Cancer Cytopathol. 2012;120:390-400 I.F. 4.4342.Petruzziello F, Zeppa P, Catalano L, Cozzolino I, Gargiulo G, Musto P, D'Auria F, Liso V, Rizzi R, Caruso N, Califano C, Piro E, Musso M, Bonanno V, Pia Falcone A, Tafuto S, Di Raimondo F, De Laurentiis M, Pane F, Palombini L, Rotoli B. Amyloid in bone marrow smears of patients affected by multiple myeloma. Ann Hematol. 2010;89:469-74 I.F. 2.866I,3. Guerra A, Fugazzola L, Marotta V, Cirillo M, Rossi S, Cirello V, FornoMoccia T, Budillon A, Vitale M. A high percentage of BRAFV600E alleles in papillary thyroid carcinoma predicts a poorer outcome. J Clin Endocrinol Metab. 2012;97:2333-40. I.F. 6.4304.Guerra A, Sapio MR, Marotta V, Campanile E, Rossi S, Forno I, Fugazzola L, Budillon A, Moccia T, Fenzi G, Vitale M.The primary occurrence of BRAF(V600E) is a rare clonal event in papillary thyroid carcinoma. J Clin Endocrinol Metab. 2012;97:517-24. I.F. 6.430

StrutturaDipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria “Scuola Medica Salernitana”/DIPMED
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo3.451,41 euro
Periodo11 Dicembre 2013 - 11 Dicembre 2016
Gruppo di RicercaZEPPA Pio (Coordinatore Progetto)
SELLERI Carmine (Ricercatore)
VITALE Mario (Ricercatore)