MALATTIE DEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE E DEGLI ORGANI DI SENSO

Massimo AMATO MALATTIE DEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE E DEGLI ORGANI DI SENSO

1060100056
DIPARTIMENTO DI MEDICINA, CHIRURGIA E ODONTOIATRIA "SCUOLA MEDICA SALERNITANA"
CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO DI 6 ANNI
MEDICINA E CHIRURGIA
2020/2021

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 5
ANNO ORDINAMENTO 2016
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1MALATTIE DEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE E DEGLI ORGANI DI SENSO - MOD MALATTIE ODONTOSTOMATOLOGICHE
224LEZIONE
2MALATTIE DEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE E DEGLI ORGANI DI SENSO - MOD MALATTIE APPARATO VISIVO
224LEZIONE
3MALATTIE DEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE E DEGLI ORGANI DI SENSO - MOD OTORINI LARINGOIATRIA
224LEZIONE
4MALATTIE DEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE E DEGLI ORGANI DI SENSO - MOD CHIRURGIA MAXILLOFACCIALE
112LEZIONE
Obiettivi
IL CORSO DI OFTALMOLOGIA SI PROPONE DI FAR CONOSCERE AGLI STUDENTI DI MEDICINA L’EZIOLOGIA, LA DIAGNOSI E LA TERAPIA DELLE PATOLOGIE CHE INTERESSANO L’APPARATO VISIVO. ALLA FINE DEL CORSO GLI STUDENTI DOVRANNO ESSERE IN GRADO DI DIAGNOSTICARE E DI CURARE LE PIÙ COMUNI PATOLOGIE DELL’APPARATO VISIVO, PER QUANTO SIA POSSIBILE CON LE APPARECCHIATURE IN DOTAZIONE DI UN MEDICO DI MEDICINA GENERALE, NONCHÉ DI RICONOSCERE LE INDICAZIONI CORRETTE PER RICHIEDERE UNA CONSULENZA OCULISTICA
IL MODULO DI ODONTOSTOMATOLOGIA SI PROPONE DI FORNIRE AGLI STUDENTI DEL CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA LE NOZIONI DI BASE DELLE PATOLOGIE ODONTOSTOMATOLOGICHE IMPORTANTI NELLA FORMAZIONE MEDICA E SVILUPPARE ATTITUDINE ALLA PREVENZIONE ED ALLA DIAGNOSI CON UN PRIMO INDIRIZZO TERAPEUTICO E CHE LO PORTINO AD AVERE: CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DELLE PATOLOGIE ODONTOSTOMATOLOGICHE; CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE ALLE PATOLOGIE ODONTOSTOMATOLOGICHE; AUTONOMIA DI GIUDIZIO SUL PROPRIO INTERVENTO TERAPEUTICO E DELL'ODONTOIATRA ABILITÀ COMUNICATIVE CON IL PAZIENTE CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO DEI PROGRESSI DELLA DISCIPLINA
IL CORSO DI OTORINOLARINGOIATRIA INTENDE FORNIRE AGLI STUDENTI LE NECESSARIE CONOSCENZE DI PREVENZIONE, DIAGNOSI E TRATTAMENTO DELLE PIÙ COMUNI MALATTIE CHE INTERESSANO GLI ORGANI DEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE DI COMPETENZA SPECIALISTICA OTORINOLARINGOIATRICA (NASO, SENI PARANASALI E RINOFARINGE; CAVO ORALE ED OROFARINGE; IPOFARINGE, LARINGE E COLLO; GHIANDOLE SALIVARI, ORECCHIO). LO STUDENTE ALLA FINE DEL CORSO DOVRÀ ESSERE IN GRADO DI INDIVIDUARE UN CORRETTO ITER DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO A PARTIRE DALLA ANAMNESI E DAL SINTOMO ANCHE TENENDO NELLA GIUSTA CONSIDERAZIONE LE PIÙ RECENTI ED INNOVATIVE TECNICHE STRUMENTALI (ENDOSCOPIA, RINOMANOMETRIA, POLISONNOGRAFIA, BALLOON SINUPLASTY, LASER, PIEZOSURGERY ECC.)
Prerequisiti
CONOSCENZE ADEGUATE DI ANATOMO-FISIOLOGIA DEI DISTRETTI DELLE DISCIPLINE DEL CORSO NONCHÉ DELLE NOZIONI DI BIOLOGIA E FISICA UTILI ALLA COMPRENSIONE DELLA FISIOPATOLOGIA DI QUESTI.
LO STUDENTE DOVRÀ AVER SUPERATO A TAL FINE GLI ESAMI RIPORTATI NEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDI: FISIOLOGIA UMANA E ANATOMIA UMANA II
Contenuti
NOZIONI DI ANATOMIA ( ORBITA, BULBO, ANNESSI). NOZIONI DI SEMEIOTICA ( TONOMETRIA, OFTALMOSCOPIA, FLUORANGIOGRAFIA, BIOMICROSCOPIA, FLUORANGIOGRAFIA, ECOGRAFIA).PATOLOGIE PALPEBRALI (ENTROPION, ECTROPION, PTOSI, NEOFORMAZIONI, BLEFARITE),PATOLOGIE APPARATO LACRIMALE (GHIANDOLA LACRIMALE, VIE LACRIMALI),STRABISMO (LEGGE DI SHERRINGTON, LEGGE DI HERING, S.COMITANTE,S. INCOMITANTE, DEVIAZIONI ORIZZONTALI, DEVIAZIONI VERTICALI, DEVIAZIONI TORSIONALI, S.LATENTE, S. MANIFESTO),DIFETTI DI RIFRAZIONE (MIOPIA, ASTIGMATISMO, IPERMETROPIA, PRESBIOPIA),CATARATTA, CHERATITI, CONGIUNTIVITI, DISTROFIE CORNEALI, CHERATOCONO, UVEITI, GLAUCOMA, DOLORE OCULARE, OCCHIO ROSSO,ESOFTALMO,NERVO OTTICO,VIE OTTICHE,DISTACCO DI RETINA (REGMATOGENO, SECONDARIO, ),RETINOSCHISI,MACULOPATIE ( SENILE, MIOPICA, FOTOTRAUMATICA, FORO, SIEROSA CENTRALE),VASCULOPATIE RETINICHE ( OCCLUSIONI ARTERIOSE, OCCLUSIONI VENOSE, RETINOPATIA IPERTENSIVA, RETINOPATIA DIABETICA)
CENNI DI EMBRIOLOGIA DELLA BOCCA E DEI MASCELLARI E DELL’APPARATO DENTARIO;ANATOMIA DELLA BOCCA,ISTOLOGIA DELLA MUCOSA ORALE E DEI TESSUTI DENTARI, ANATOMIA TOPOGRAFICA DEL CAVO ORALE;ERUZIONE DENTARIA;LE ANOMALIE DENTARIE, LE INCLUSIONI DENTARIE; LA DISODONTIASI DEL TERZO MOLARE; LA MALATTIA PARODONTALE; LA CARIE DENTARIA, LA PATOLOGIA DELLA POLPA DENTARIA ;LE PARODONTITI APICALI;ASCESSI E FLEMMONI PERIMANDIBOLARI E PERIMASCELLARI;OSTEOMIELITI DEI MASCELLARI DI ORIGINE DENTARIA;LE NEOFORMAZIONI CISTICHE DELLE OSSA MASCELLARI;PATOLOGIE INFETTIVE INFIAMMATORIE, AUTOIMMUNI E PRECANCEROGENE DELLA CAVITÀ ORALE;TUMORI ORALI; LE MALOCCLUSIONI DENTOSCHELETRICHE
ANATOMIA E FISIOLOGIA DEI DISTRETTI ED APPARATI DI COMPETENZA OTORINOLARINGOIATRICA (NASO E SENI PARANASALI, ORECCHIO, CAVO ORALE, FARINGE E LARINGE), MALATTIE DEL NASO E DEI SENI PARANASALI (ESAME RINOFIBROENDOSCOPICO, RINOMANOMETRIA E RINOMETRIA ACUSTICA, TEST FUNZIONALI RINOLOGICI,IDENTIFICAZIONE DELLE ALTERAZIONI ANATOMO-STRUTTURALI, PROCESSI FLOGISTICI ACUTI E CRONICI, ALLERGIA NASOSINUSALE, RINOSINUSITI CRONICHE CON E SENZA POLIPOSI, TUMORI BENIGNI E MALIGNI), MALATTIE DEL RINOFARINGE (VEGETAZIONI ADENOIDI, TUMORI BENIGNI E MALIGNI, PATOLOGIA TUBARICA E TEST DELLA FUNZIONALITÀ TUBARICA), MALATTIE DEL CAVO ORALE (MALFORMAZIONI CONGENITE - LABIOPALATOSCHISI - GLOSSITI E STOMATITI, TUMORI BENIGNI E MALIGNI), MALATTIE DELL'OROFARINGE (FARINGITI ACUTE E CRONICHE, ANGINE SPECIFICHE ED ASPECIFICHE, TUMORI BENIGNI E MALIGNI), MALATTIE DELLE GHIANDOLE SALIVARI (METODICHE DIAGNOSTICHE E SCIALOENDOSCOPIA,SCIALOADENITI ACUTE E CRONICHE, CALCOLOSI SALIVARE, TUMORI BENIGNI E MALIGNI), RONCOPATIA E SLEEP APNEA SYNDROME (OSAS): DIAGNOSI E TRATTAMENTO, MALATTIE DEL LARINGE (LARINGOSCOPIA INDIRETTA, FIBROLARINGOSCOPIA, MICROLARINGOSCOPIA DIRETTA IN SOSPENSIONE, NEOFORMAZIONI BENIGNE - NODULI, POLIPI, EDEMI DI REINKE, PAPILLOMI - TUMORI MALIGNI), TRACHEOTOMIA E TRACHEOSTOMIA,MALATTIE DELL'ORECCHIO, CENNI SUL TRATTAMENTO MEDICO E CHIRURGICO DELLE PRINCIPALI MANIFESTAZIONI PATOLOGICHE DEL DISTRETTO CERVICO-FACCIALE DI COMPETENZA OTORINOLARINGOIATRICA
ANATOMIA DEL DISTRETTO ORO-MAXILLO-FACCIALE, MALFORMAZIONI CRANIO-MAXILLO-FACCIALE (CRANIO-FACIO-STENOSI, SINDROMI MALFORMATIVE COMPESSE QUALI SINDROME OTOMANDIBOLARE, FRANCESCHETTI, SCHISI, PIER-ROBIN), FRATTURE DEI MASCELLARI E DELLO SCHELETRO CRANIO FACCIALE, NEVRALGIE TRIGEMINALI, TUMORI A CARICO DELLO SCHELETRO MAXILLO-FACCIALE, CENNI DI CHIRURGIA PREPROTESICA E PREIMPLANTARE, CENNI DI CHIRURGIA ORTOGNATICA (PROGENISMO, MICROGNAZIE, ASIMMETRIE, MORSI APERTI E PROFONDI, ANESTESIA LOCO-REGIONALE IN CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE, SOCCORSO D’URGENZA NEI TRAUMI MAXILLO-FACCIALI
Metodi Didattici
LEZIONI TEORICHE CON IL SUPPORTO AUDIOVISIVO IN POWER POINT E FILMATI
ESERCITAZIONI PRATICHE (VISITE E ATTIVITÀ CHIRURGICHE) PRESSO IL REPARTO E LE SALE OPERATORIE
LO STUDENTE DOVRA' AVER FREQUENTATO ALMENO IL 75% DELLE LEZIONI DEI SINGOLI MODULI DEL CORSO PER L'AMMISSIONE ALL'ESAME
Verifica dell'apprendimento
ESAME SCRITTO E/O ORALE SUGLI ARGOMENTI INDICATI NEL PROGRAMMA DEL CORSO
Testi
ODONTOSTOMATOLOGIA: G. VALLETTA, E. BUCCI, S. MATERASSO, PICCIN 1997
JAN LINDHE, NIKLAUS P. LANG, THORKILD KARRING PARODONTOLOGIA CLINICA E IMPLANTOLOGIA ORALE
EDI-ERMES EDITORE
M. DE VINCENTIIS E A. GALLO: MANUALE DI OTORINOLARINGOIATRIA PICCIN ED. , FEBBRAIO 2008
TRATTATO DI PATOLOGIA CHIRURGICA MAXILLO-FACCIALE – SOCIETÀ ITALIANA DI CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE. ED. MINERVA MEDICA, ANNO 2007.
ELEMENTI DI CHIRURGIA ORO-MAXILLO-FACCIALE – BRUSATI R. ED MASSON, ANNO 1999.
CHIRURGIA ODONTOSTOMATOLOGICA – DI LAURO F., BUCCI E. ED. FLORIO, ANNO 2000
MALATTIE ODONTOSTOMATOLOGICHE – VALLETTA G. ED. PICCIN, , ANNO 2005
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-06-03]