INFERMIERISTICA NELLE URGENZE E IN AREA CRITICA

Giorgio IACONETTA INFERMIERISTICA NELLE URGENZE E IN AREA CRITICA

1012100026
DIPARTIMENTO DI MEDICINA, CHIRURGIA E ODONTOIATRIA "SCUOLA MEDICA SALERNITANA"
CORSO DI LAUREA
INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROF. SANIT. DI INFERMIERE)
2020/2021

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 3
ANNO ORDINAMENTO 2013
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1INFERMIERISTICA NELLE URGENZE E IN AREA CRITICA - MOD ANESTESIOLOGIA
112LEZIONE
2INFERMIERISTICA NELLE URGENZE E IN AREA CRITICA - MOD. CHIRURGIA GENERALE
112LEZIONE
3INFERMIERISTICA NELLE URGENZE E IN AREA CRITICA - MOD. SCIENZE INFERMIERISTICHE
336LEZIONE
4INFERMIERISTICA NELLE URGENZE E IN AREA CRITICA - MOD. CARDIOLOGIA
112LEZIONE
5INFERMIERISTICA NELLE URGENZE E IN AREA CRITICA - MOD. NEUROCHIRURGIA
112LEZIONE


Obiettivi
IL CORSO FORNISCE GLI STRUMENTI METODOLOGICI PER LA CONOSCENZA DEI SINTOMI, DELLA DIAGNOSI E TERAPIA DELLE PRINCIPALI PATOLOGIE DI PERTINENZA NEUROCHIRURGICA.

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE

CONOSCERE LE NOZIONI FONDAMENTALI CHE SONO ALLA BASE DEL PROCESSO FISIOPATOLOGICO DELLE MALATTIE
COMPRENDERE I TRATTI ESSENZIALI E LA METODOLOGIA DEL PROCESSO VALUTATIVO CLINICO-DIAGNOSTICO

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE

CAPACITÀ DI VALUTARE L’IMPATTO DEI SINTOMI CLINICI CORRELANDOLI ALLA PATOLOGIA SPECIFICA
CAPACITÀ DI COMPRENDERE LE PRINCIPALI TAPPE DELL’ITER DIAGNOSTICO
CAPACITÀ DI COMPRENDERE IL SIGNIFICATO E LE MOTIVAZIONI DEL PROCESSO TERAPEUTICO DI UNA PATOLOGIA

AUTONOMIA DI GIUDIZIO

LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI VALUTARE IN AUTONOMIA GLI AMBITI DI UTILIZZO DEI PRINCIPI FONDAMENTALI DELLE PROCEDURE DIAGNOSTICO-STRUMENTALI

ABILITÀ COMUNICATIVE

LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI SOSTENERE CONVERSAZIONI SU TEMATICHE LEGATE AI FONDAMENTI CLINICI DELLE PRINCIPALI PATOLOGIE NEUROCHIRURGICHE, FACENDO RICORSO AD UNA TERMINOLOGIA SCIENTIFICA ADEGUATA
Prerequisiti
CONOSCENZE DI BASE DI NEUROANATOMIA E NEUROFISIOLOGIA
Contenuti
L’INSEGNAMENTO DELLA NEUROCHIRURGIA APPROFONDIRÀ I SEGUENTI CONTENUTI:

•SINDROME DI IPERTENSIONE ENDOCRANICA
•IDROCEFALO
•TRAUMATOLOGIA CRANICA
•TRAUMATOLOGIA VERTEBRO-MIDOLLARE
•TUMORI CEREBRALI
•TUMORI SPINALI
•EMORRAGIA SUBARACNOIDEA
•MALATTIE DEGENERATIVE
Metodi Didattici
L’INSEGNAMENTO PREVEDE 12 ORE DI LEZIONI FRONTALI CHE SI SVOLGONO IN AULA CON L’AUSILIO DI PROIEZIONI DI DIAPOSITIVE ED ALTRO MATERIALE DIDATTICO MULTIMEDIALE.

Verifica dell'apprendimento
L’ESAME FINALE CONSISTE IN UN COLLOQUIO ORALE.
IL VOTO FINALE È ATTRIBUITO IN TRENTESIMI ED È OTTENUTO DALLA MEDIA DELLE VALUTAZIONI DELLE DISCIPLINE FACENTI PARTE DEL MODULO. IL LIVELLO DI VALUTAZIONE MINIMO (18) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE MOSTRA DI AVERE UNA CONOSCENZA FRAMMENTARIA E LIMITATA DEGLI ARGOMENTI; IL LIVELLO MASSIMO (30) È ATTRIBUITO QUANDO LO STUDENTE DIMOSTRA DI AVERE UNA CONOSCENZA COMPLETA ED APPROFONDITA DEI CONTENUTI DEL CORSO. LA LODE VIENE ATTRIBUITA QUANDO IL CANDIDATO MOSTRA UNA SIGNIFICATIVA PADRONANZA E CAPACITÀ DI ELABORAZIONE DEI CONTENUTI TEORICI ED È IN GRADO DI ESPRIMERSI CON NOTEVOLE PROPRIETÀ DI LINGUAGGIO.
Testi
ASSISTENZA INFERMIERISTICA AL PAZIENTE NEUROCHIRURGICO. ANIN, ELSEVIER, 2004

LEZIONI DI NEUROCHIRURGIA. CARLO A. PAGNI. EDIZIONI LIBRERIA CORTINA, TORINO, 201
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2021-06-03]