NOZIONI DI INFERMIERISTICA

ALBINO CARRIZZO NOZIONI DI INFERMIERISTICA

1012100007
DIPARTIMENTO DI MEDICINA, CHIRURGIA E ODONTOIATRIA "SCUOLA MEDICA SALERNITANA"
CORSO DI LAUREA
INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROF. SANIT. DI INFERMIERE)
2021/2022

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 1
ANNO ORDINAMENTO 2013
SECONDO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1NOZIONI DI INFERMIERISTICA - MOD. INFERMIERISTICA GENERALE
336LEZIONE
2NOZIONI DI INFERMIERISTICA - MOD. SCIENZE DIETETICHE
112LEZIONE
3NOZIONI DI INFERMIERISTICA - MOD. MEDICINA DI LABORATORIO
224LEZIONE


AppelloData
NOZIONI DI INFERMIERISTICA13/06/2022 - 09:00
NOZIONI DI INFERMIERISTICA11/07/2022 - 09:00
Obiettivi
IL CORSO DI NOZIONI DI INFERMIERISTICA È ARTICOLATO IN 3 MODULI DIDATTICI. IL CORSO SI PROPONE DI FORNIRE I PRINCIPALI FONDAMENTI CULTURALI E SCIENTIFICI DELL’ASSISTENZA INFERMIERISTICA, CONOSCERE LE PRINCIPALI TEORIE DELL’ASSISTENZA INFERMIERISTICA ADOTTATE IN ITALIA E APPLICARE LE CONOSCENZE METODOLOGICHE ALLA BASE DEL PROCESSO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA. ULTERIORE OBIETTIVO DEL CORSO È QUELLO DI FORNIRE LE CONOSCENZE RELATIVE E LE NOZIONI DI BASE DELLE SCIENZE DELL’ALIMENTAZIONE E DELLE DIETETICA APPLICATA. INFINE, IL CORSO SI PROPONE DI FORNIRE ALLO STUDENTE GLI STRUMENTI PER SAPER DISTINGUERE I PRINCIPALI BIOMARCATORI ATTI AD INDIVIDUARE EVENTUALI PATOLOGIE IN ATTO.
IN ACCORDO CON I DESCRITTORI DI DUBLINO, ALLA FINE DEL CORSO E PER IL SUPERAMENTO DELL'ESAME, LO STUDENTE DOVRÀ DIMOSTRARE DI:
•AVER RAGGIUNTO UNA CONOSCENZA E UNA CAPACITÀ DI COMPRENSIONE DEI PROCESSI PRINCIPALI IN TUTTI E TRE I MODULI DIDATTICI.
•APPLICARE LE CONOSCENZE TEORICHE ALL'AMBITO INFERMIERISTICO, NUTRIZIONALE E DI LABORATORIO. AVER CONOSCENZA DEL RUOLO DEI NUTRIENTI NELLA FISIOLOGIA UMANA, DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA E DELLE TECNICHE UTILIZZATE IN AMBITO SANITARIO PER DETERMINARLA, DELLA FISIOLOGIA DEL SISTEMA GASTRO-INTESTINALE, DELLE PRINCIPALI VIE DI MODULAZIONE DELL’ASSUNZIONE DEL CIBO E DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE.
- DISCUTERE ED ESEGUIRE CORRELAZIONI SU SEMPLICI DATI O IPOTESI.
•SAPER VALUTARE IN MODO AUTONOMO E CRITICO EVENTUALI OPINIONI DIVERSE PRESENTI IN DETERMINATI ARGOMENTI TRATTATI NEL CORSO. RICONOSCERE IL RUOLO FONDAMENTALE DELLA CORRETTA CONOSCENZA TEORICA DELLA MATERIA NELLA PRATICA CLINICA E NELLA FUTURA PROFESSIONE INFERMIERISTICA.

Prerequisiti
CONOSCENZE BIOLOGICHE DI BASE CONCERNENTI IL METABOLISMO E LA SUBSTRUTTURA CELLULARE. CONOSCENZE BIOCHIMICHE DI BASE RIGUARDANTI LA STRUTTURA E LA FUNZIONE DELLE PRINCIPALI CLASSI DI MACROMOLECOLE BIOLOGICHE.
Contenuti
L’INFERMIERE: CRITERI GUIDA, ETICA, RESPONSABILITÀ, POTENZIALITÀ E LIMITI DELL’ESERCIZIO PROFESSIONALE. IL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE E LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO LA LEGGE 833/78 ED IL D.LGS. 502/92 ED IL D.LGS. 229/99 IL T.U.P.I. D.LGS. 165/2001;
I PRINCIPI E GLI OBIETTIVI DELLA RIFORMA, GLI ORGANI DI GESTIONE, I SERVIZI SANITARI, AMMINISTRATIVI, IGIENE PUBBLICA E MEDICO PREVENTIVO E IGIENE DEL LAVORO, IL DISTRETTO SANITARIO, I LEA, IL PIANO SANITARIO NAZIONALE (PATTO DELLA SALUTE) ED IL PIANO SANITARIO REGIONALE, L‘AZIENDA SANITARIA.
I BISOGNI FONDAMENTALI DELL’UOMO, LO SCOPO DELL’ASSISTENZA, IL CONCETTO DI PROFESSIONE E LA PROFESSIONALIZZAZIONE INFERMIERISTICA. IL PROFILO PROFESSIONALE DELL’INFERMIERE (DM 739/94). CENNI AL SUPERAMENTO DEL MANSIONARIO INFERMIERISTICO E DEL RUOLO AUSILIARIO DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA
LA LEGGE 26 FEBBRAIO 1999 N. 42
LA LEGGE 10 AGOSTO 2000, N.° 251
LA STORIA MODERNA DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA: CENNI ALLE TEORIE E AI MODELLI DELL’ASSISTENZA INFERMIERISTICA
IL CODICE DEONTOLOGICO DEGLI INFERMIERI
LA COMPETENZA INFERMIERISTICA DI BASE ED AVANZATA, LA GESTIONE DEL DOLORE, IL RICOVERO OSPEDALIERO, LA PRESTAZIONE AMBULATORIALE E DOMICILIARE. AMBITI DI SVILUPPO PROFESSIONALE E DI CARRIERA NELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA: AMBITO CLINICO, ORGANIZZATIVO, FORMATIVO E DI RICERCA. LA LEGGE 43/2006 SULLO SVILUPPO DI CARRIERA ORIZZONTALE E VERTICALE, IL DDL LORENZIN 22/12/2017.
I PARAMETRI VITALI, CONCETTI FISIOLOGICI, ACCERTAMENTO INFERMIERISTICO, LA RELAZIONE INFERMIERE PERSONA ASSISTITA
•ASSISTENZA DI BASE ALLA PERSONA, IGIENE, ASEPSI,
•ESAME OBIETTIVO, NUTRIZIONE, IL BILANCIO IDROELETTROLITICO
•ISPEZIONE, PALPAZIONE, PERCUSSIONE ED AUSCULTAZIONE.
MODULO DI SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE.
NUTRIENTI: CLASSIFICAZIONE, RUOLO FISIOLOGICO E LIVELLO DI ASSUNZIONE DI RIFERIMENTO PER LA POPOLAZIONE ITALIANA.
COMPOSIZIONE CORPOREA E DISPENDIO ENERGETICO: UTILIZZO E LIMITI DEL BODY MASS INDEX (BMI). COMPOSIZIONE CORPOREA, METABOLISMO BASALE E TECNICHE PER LA LORO VALUTAZIONE.
OBESITÀ E REGOLAZIONE DELL’ASSUNZIONE DI CIBO: OBESITÀ: CAUSE, COMORBIDITÀ E CLASSIFICAZIONE. OBESITÀ MONOGENICA. PIRAMIDE DELLA TERAPIA DELL’OBESITÀ. SEGNALI CENTRALI E PERIFERICI CHE REGOLANO L’ASSUNZIONE DI CIBO.
DIGESTIONE: LE FASI DELLA DIGESTIONE. DIGESTIONE ED ASSORBIMENTO DI CARBOIDRATI, PROTEINE E GRASSI. FASE CEFALICA, GASTRICA ED INTESTINALE. SISTEMA PORTALE EPATICO. RUOLO DEL PANCREAS, DEL FEGATO E DELLA COLECISTI NEL PROCESSO DIGESTIVO. ASSORBIMENTO DI VITAMINE, MINERALI E ACQUA.
L’INFERMIERE NELLA GESTIONE E PREVENZIONE DELLA MALNUTRIZIONE: SCREENING DEL RISCHIO NUTRIZIONALE. TEST MUST, NRS, MNA. NUTRIZIONE PER OS ED ARTIFICIALE.
MODULO DI MEDICINA DI LABORATORIO: BIOMARCATORI, DEFINIZIONE E CLASSIFICAZIONE. MATRICI BIOLOGICHE. VALIDAZIONE DELLE METODOLOGIE IN MEDICINA DI LABORATORIO. PERFORMANCE CLINICA DEI TEST DIAGNOSTICI. PRINCIPALI TECNICHE IN MEDICINA DI LABORATORIO. ESAME EMOCROMOCITOMETRICO E COAGULAZIONE. PRINCIPALI EMOGLOBINOPATIE. LEUCEMIE E SINDROMI MIELODISPLASTICHE. SISTEMA DELLA COAGULAZIONE E FIBRINOLISI. INDAGINI DI LABORATORIO PER LA VALUTAZIONE DELL’EMOSTASI. PATOLOGIE DELLA COAGULAZIONE. BIOMARCATORI SIERICI DELLE PATOLOGIE EPATICHE E DELLE VIE BILIARI. FUNZIONALITÀ RENALE. ESAME DELLE URINE. ANALISI CHIMICO-FISICHE DELLE URINE. ESAME MICROSCOPICO DEL SEDIMENTO URINARIO. ESAME MICROBIOLOGICO DELLE URINE. ENZIMI PANCREATICI E DIAGNOSTICA PANCREATICA. SCREENING E DIAGNOSI DEL DIABETE MELLITO.
INFEZIONI NOSOCOMIALI E INDAGINI DI LABORATORIO. TECNICHE DI MICROBIOLOGIA CLINICA E DI BIOLOGIA MOLECOLARE CLINICA PER L’INDIVIDUAZIONE DI PATOGENI. MONITORAGGIO BIOLOGICO E AMBIENTALE IN AMBIENTE OSPEDALIERO.

Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI. L’INSEGNAMENTO PREVEDE L’OBBLIGO DI FREQUENZA, ALMENO IL 75% DELLE ORE PREVISTE DEL MODULO NECESSARIO PER ACCEDERE ALL’ESAME DI PROFITTO.
Verifica dell'apprendimento
UNICO ESAME FINALE DI PROFITTO CON VOTO. IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È CERTIFICATO MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN ESAME CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI. LA PROVA NEL SUO INSIEME CONSENTE DI ACCERTARE SIA LA CAPACITÀ DI CONOSCENZA E COMPRENSIONE, SIA LA CAPACITÀ DI APPLICARE LE COMPETENZE ACQUISITE, SIA LA CAPACITÀ DI ESPOSIZIONE, SIA LA CAPACITÀ DI APPRENDERE E DI ELABORARE SOLUZIONI IN AUTONOMIA DI GIUDIZIO. I DOCENTI TITOLARI DEI MODULI COORDINATI PARTECIPANO ALLA VALUTAZIONE COLLEGIALE COMPLESSIVA DEL PROFITTO DELLO STUDENTE.
Testi
FONDAMENTI DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA CONCETTI E ABILITÀ CLINICHE DI BASE
MC GRAW HILL B.K. TIMBY

DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA (TERZA EDIZIONE)
EDITORE: IL PENSIERO SCIENTIFICO
EAN: 9788849006216

FISIOLOGIA MEDICA (EDIZIONE XIII, 2017)
EDITORE: EDRA-MASSON
ISBN: 9788821442377

ELEMENTI DI BIOCHIMICA CLINICA E MEDICINA DI LABORATORIO. MARCELLO CIACCIO. EDIZIONI EDISES

DISPENSE DALLE LEZIONI
Altre Informazioni
BIBLIOGRAFIA CONSIGLIATA
•SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI E CLINICHE MC GRAW HILL
LOREDANA SASSO, CARMELO GAGLIANO, ANNAMARIA BAGNASCO
•ASPETTI GIURIDICI DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA MC GRAW HILL
LUCA BENCI
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-05-05]