MALATTIE SISTEMA NERVOSO

Roberto ERRO MALATTIE SISTEMA NERVOSO

1012200014
DIPARTIMENTO DI MEDICINA, CHIRURGIA E ODONTOIATRIA "SCUOLA MEDICA SALERNITANA"
CORSO DI LAUREA
FISIOTERAPIA (ABILITANTE ALLA PROF. SANIT. DI FISIOTERAPISTA)
2021/2022

OBBLIGATORIO
ANNO CORSO 2
ANNO ORDINAMENTO 2013
PRIMO SEMESTRE
CFUOREATTIVITÀ
1MALATTIE SISTEMA NERVOSO - MOD. NEUROLOGIA E NEUROFISIOLOGIA
224LEZIONE
2MALATTIE SISTEMA NERVOSO - MOD. PSICHIATRIA
112LEZIONE
3MALATTIE SISTEMA NERVOSO - MOD. MALATTIE DELL'APPARATO VISIVO
112LEZIONE
4MALATTIE SISTEMA NERVOSO - MOD. NEURORADIOLOGIA
112LEZIONE
5MALATTIE SISTEMA NERVOSO - MOD. RIEDUCAZIONE FUNZIONALE
224LEZIONE
AppelloData
MALATTIE SISTEMA NERVOSO22/02/2022 - 08:30
MALATTIE SISTEMA NERVOSO22/02/2022 - 08:30
MALATTIE SISTEMA NERVOSO23/03/2022 - 08:30
Obiettivi
CONOSCENZA DETTAGLIATA DELLA NEUROFISIOLOGIA E DELLA NEUROFISIOPATOLOGIA. CONOSCENZE TEORICHE NEL CAMPO DEI SINTOMI E DEI SEGNI CLINICO-STRUMENTALI CON CUI SI MANIFESTANO LE MALATTIE DEL SISTEMA NERVOSO NELL’ADULTO. CONOSCENZE TEORICHE NEL CAMPO DEI SINTOMI E DEI SEGNI CLINICO-STRUMENTALI CON CUI SI MANIFESTANO LE MALATTIE PSICHIATRICHE. CONOSCENZA PARTICOLAREGGIATA DEI SEGNI E SINTOMI DEL SISTEMA FUNZIONALE DELLA VISIONE CONNESSI AD AFFEZIONI NEUROLOGICHE. INTERPRETAZIONE DEGLI ELEMENTI BASILARI DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI FINALIZZATA ALL’INDIVIDUAZIONE DELLE MALATTIE DI CUI SOPRA. CONOSCENZA DETTAGLIATA DEI PRINCIPI RIABILITATIVI E DELLE METODOLOGIE UTILI AL RECUPERO DEL SISTEMA FUNZIONALE MANIPOLAZIONE/PRENSIONE, TRONCO, DEAMBULAZIONE E VISIONE. CONOSCENZA DEI PRINCIPI DI RIABILITAZIONE PSICHIATRICA.

OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI INCLUDERANNO L’ACQUISIZIONE DA PARTE DELLO STUDENTE DI: 1)CONOSCENZE GENERALI SULL’EVOLUZIONE CULTURALE, STORICA, SCIENTIFICA E NORMATIVA DELL’ASSISTENZA PSICHIATRICA, SULLA NOSOGRAFIA DEI DISTURBI PSICHICI, DEI LORO MODELLI EZIO-PATOGENETICI, E DELLA LORO EPIDEMIOLOGIA; 2) CONOSCENZA DEI PRINCIPALI QUADRI CLINICI PSICHIATRICI E DELLE DISABILTA’ AD ESSI CORRELATE SIA NELLE RELAZIONI INTERPERSONALI SIA NEL FUNZIONAMENTO LAVORATIVO; 3) CONOSCENZA DEI PRINCIPI GENERALI DELLA RELAZIONE FISIOTERAPISTA-PAZIENTE PSICHIATRICO; 4) ACQUIZIONE DEL METODO CLINICO E DI INDAGINE E DEI PRINCIPI PER RICONOSCERE, DIAGNOSTICARE E TRATTARE LE MALATTIE/COMPLICANZE NEUROLOGICHE DI PIÙ COMUNE RISCONTRO IN MEDICINA; 5) INTERPRETAZIONE DEGLI ELEMENTI BASILARI DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI FINALIZZATA ALL’INDIVIDUAZIONE DELLE MALATTIE DI CUI SOPRA; 6) CAPACITA' DI CONOSCERE LE PIÙ COMUNI PATOLOGIE DELL’APPARATO VISIVO, NONCHÉ DI GESTIRLE DA UN PUNTO DI VISTA FISIOTERAPICO.

CONOSCENZE E COMPRENSIONE
ALLA FINE DEL CORSO LO STUDENTE SARÀ IN GRADO DI
•CONOSCERE I PRINCIPALI QUADRI CLINICI DI INTERESSE NEUROLOGICO E PSICHIATRICO E COMPRENDERE LA LORO EVOLUZIONE;
•CONOSCERE LE POSSIBILI CONSEGUENZE SULLE ABILITÀ FUNZIONALI DELLE PERSONE DELLE PRINCIPALI MALATTIE PSICHIATRICHE, NEUROLOGICHE E COMPRENDERE IL LORO ESITO A LUNGO TERMINE
•CONOSCENZA E COMPRENSIONE DELL’APPARATO VISIVO, DELLE PATOLOGIE OFTALMOLOGICHE, DELLE NOZIONI ACQUISITE DURANTE LO SVOLGIMENTO DEL CORSO
•CONOSCENZA DELLE POSSIBILI INTERAZIONI TRA PATOLOGIE DELL’APPARATO VISIVO E PATOLOGIE DEL SISTEMA NERVOSO ED OSTEOMUSCOLARE
.CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
•CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE ALLA DEFINIZIONE DEI RAPPORTI CON I PAZIENTI
•CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE ALLA PRATICA CLINICA
•CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE PER IL MIGLIORE TRATTAMENTO DI PAZIENTI BISOGNEVOLI DI INTERVENTI DI PREVENZIONE, CURA E RIABILITAZIONE NELLE AREE DELLA MOTRICITÀ, DELLE FUNZIONI CORTICALI SUPERIORI, E DI QUELLE VISCERALI
•CAPACITÀ DI APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE ALLA VALUTAZIONE DI EVENTUALI INTERAZIONI TRA PATOLOGIE DELL’APPARATO VISIVO E COMPETENZE DELLO SPECIFICO AMBITO PROFESSIONALE
Prerequisiti
CONOSCENZE ADEGUATE DI ANATOMO-FISIOLOGIA DEI DISTRETTI DELLE DISCIPLINE DEL CORSO NONCHÉ DELLE NOZIONI DI BIOLOGIA E FISICA UTILI ALLA COMPRENSIONE DELLA FISIOPATOLOGIA DI QUESTI.
LO STUDENTE DOVRÀ AVER SUPERATO A TAL FINE GLI ESAMI RIPORTATI NEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDI
Contenuti
L'INSEGNAMENTO È DIVISO IN 5 MODULI: PSICHIATRIA, NEUROLOGIA E NEUROFISIOLOGIA, MALATTIE DELL'APPARATO VISIVO, NEURORADIOLOGIA, RIEDUCAZIONE FUNZIONALE.
MODULO DI PSICHIATRIA, 12 ORE: DIAGNOSI E CLASSIFICAZIONE IN PSICHIATRIA, PSICOPATOLOGIA GENERALE. SCHIZOFRENIA E SINDROMI SCHIZOFRENO-SIMILI. DEPRESSIONE, DISTURBO BIPOLARE, CICLOTIMIA, DISTIMIA. DISTURBI D’ANSIA, DISTURBO OSSESSIVO-COMPULSIVO. SINDROMI DA STRESS E DISTURBI D’ADATTAMENTO. DISTURBI DA CONVERSIONE. DISTURBI DISSOCIATIVI. DISTURBI DA SOMATIZZAZIONE E DEL CONTROLLO DEGLI IMPULSI. INSONNIA. DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE.EMERGENZE IN PSICHIATRIA E ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI PSICHIATRICI. ELEMENTI DI LEGISLAZIONE PSICHIATRICA
MODULO DI NEUROLOGIA E NEUROFISIOLOGIA, 24 ORE: ANATOMIA FUNZIONALE DEL SISTEMA NERVOSO, SEGNI E SINDROMI NEUROLOGICHE, CEFALEE, ALGIE TIPICHE ED ATIPICHE, EPILESSIA, SINCOPE,STATI DI COSCIENZA, COMA, TGA, DISTURBI DEL SONNO,COGNITIVITÀ E DEMENZE FISIOPATOLOGIA DEI DISORDINI COGNITIVI,DAT, DEMENZE NON-ALZHEIMER,MALATTIA CEREBROVASCOLARE (PREVALENTEMENTE SU BASE ISCHEMICA) ACUTA E CRONICA, FISIOPATOLOGIA DEL MOVIMENTO,SINDROMI IPOCINETICHE,SINDROMI IPERCINETICHE, MALATTIE IMMUNOMEDIATE DEL SISTEMA NERVOSO: SCLEROSI MULTIPLA, MALATTIE AUTOIMMUNI PIÙ COMUNI, INFEZIONI DEL SISTEMA NERVOSO:ENCEFALITI, MIELITI, MENINGITI, NEUROPATIE PERIFERICHE: CLASSIFICAZIONE E QUADRI CLINICI PIÙ FREQUENTI. MIOPATIE,DISTURBI DELLA GIUNZIONE NEUROMUSCOLARE, MALATTIE DEL M. SCHELETRICO, ENCEFALO-NEURO-MIOPATIE TOSSICHE E DISMETABOLICHE.
MODULO DI MALATTIE DELL'APPARATO VISIVO, 12 ORE: NOZIONI DI ANATOMIA (ORBITA, BULBO, ANNESSI). NOZIONI DI SEMEIOTICA (TONOMETRIA, OFTALMOSCOPIA, FLUORANGIOGRAFIA, BIOMICROSCOPIA, FLUORANGIOGRAFIA, ECOGRAFIA). PATOLOGIE PALPEBRALI (ENTROPION, ECTROPION, PTOSI, NEOFORMAZIONI, BLEFARITE). PATOLOGIE APPARATO LACRIMALE (GHIANDOLA LACRIMALE, VIE LACRIMALI). STRABISMO (LEGGE DI SHERRINGTON, LEGGE DI HERING, S.COMITANTE,S. INCOMITANTE, DEVIAZIONI ORIZZONTALI, DEVIAZIONI VERTICALI, DEVIAZIONI TORSIONALI, S.LATENTE, S. MANIFESTO). DIFETTI DI RIFRAZIONE (MIOPIA, ASTIGMATISMO, IPERMETROPIA, PRESBIOPIA). CATARATTA, CHERATITI, CONGIUNTIVITI, DISTROFIE CORNEALI, CHERATOCONO, UVEITI, GLAUCOMA, DOLORE OCULARE, OCCHIO ROSSO, ESOFTALMO, NERVO OTTICO, VIE OTTICHE, DISTACCO DI RETINA (REGMATOGENO, SECONDARIO,) RETINOSCHISI, MACULOPATIE (SENILE, MIOPICA, FOTOTRAUMATICA, FORO, SIEROSA CENTRALE), VASCULOPATIE RETINICHE (OCCLUSIONI ARTERIOSE, OCCLUSIONI VENOSE, RETINOPATIA IPERTENSIVA, RETINOPATIA DIABETICA)
MODULO DI NEURORADIOLOGIA, 12 ORE: STUDIO DELLE IMMAGINI – RX E TC DEL RACHIDE, LESIONI DEL RACHIDE CON STUDIO RX, TC E RMN, ANATOMIA E STUDIO DELL’ENCEFALO, VISIONE DI TC ED RMN DI VARIE LESIONI ENCEFALICHE
MODULO RIEDUCAZIONE FUNZIONALE (24 ORE LEZIONI 8 X ORE 3)
LE METODOLOGIE SINCRONICHE E DIACRONICHE. LA VISIONE SISTEMICA PER UNA EPISTEMOLOGIA RIABILITATIVA. APPROCCIO FENOMENOLOGICO NELLE SCIENZE COGNITIVE. MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PAZIENTE EMIPLEGICO, SCLEROSI MULTIPLA E PARKINSON. L’IMPORTANZA DEL PROCESSO COGNITIVO NEI CONFRONTI DELL’APPRENDIMENTO. OSSERVAZIONE, VALUTAZIONE E PRESA IN CARICO NEI PAZIENTI CON MALATTIA DI PARKINSON, SCLEROSI MULTIPLA E STROKE. IL CONFRONTO TRA AZIONI SECONDO LA METODOLOGIA NEUROCOGNITIVA
Metodi Didattici
LEZIONI FRONTALI ED ESERCITAZIONI (84 ORE)
LEZIONI TEORICHE CON IL SUPPORTO AUDIOVISIVO IN POWER POINT E VIDEO
LO STUDENTE DOVRA' AVER FREQUENTATO ALMENO IL 75% DELLE LEZIONI DEI SINGOLI MODULI DEL CORSO PER L'AMMISSIONE ALL'ESAME

Verifica dell'apprendimento
L'ESAME PREVEDE LO SVOLGIMENTO DI UNA PROVA ORALE.
LA PROVA ORALE È TESA AD APPROFONDIRE IL LIVELLO DELLE CONOSCENZE TEORICHE, L’AUTONOMIA DI ANALISI E GIUDIZIO, NONCHÉ LE CAPACITÀ ESPOSITIVE DELLO STUDENTE. IL LIVELLO DI VALUTAZIONE DELLE PROVE TIENE CONTO DELLA COMPLETEZZA ED ESATTEZZA DELLE RISPOSTE, NONCHÉ DELLA CHIAREZZA NELLA PRESENTAZIONE. VIENE IN PARTICOLARE VALUTATA LA CAPACITÀ DELLO STUDENTE DI ORIENTARSI IN UN PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO DI FRONTE ALLA PRESENTAZIONE DI CASI CLINICI.
IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DELL’INSEGNAMENTO È VERIFICATO GLOBALMENTE MEDIANTE IL SUPERAMENTO DI UN
ESAME CON VALUTAZIONE IN TRENTESIMI.


Testi
AA.VV. (2012) SISTEMA NERVOSO: NEUROLOGIA-NEUROCHIRURGIA-NEURORADIOLOGIA. IDELSON GNOCCHI
CASSANO G.B. PSICOPATOLOGIA E CLINICA PSICHIATRICA, UTET, 2005.
FASSINO S., ABBATE DAGA G., LEOMBRUNI P. MANUALE DI PSICHIATRIA BIOPSICOSOCIALE. CENTRO SCIENTIFICO EDITORE, 2007

KAPLAN & SADOCK'S. SINOSSI DI PSICHIATRIA
B. J. SADOCK, V. A. SADOCK, P. RUIZ
PICCIN-NUOVA LIBRARIA2018

-CARLO PERFETTI: UN LUNGO VIAGGIO ATTRAVERSO LA CONOSCENZA: UOMINI E MACCHINE.
RIFLESSIONE SUL SAPERE RIABILITATIVO. RIABILITAZIONE OGGI XX
-APPROCCIO FENOMENOLOGICO E SCIENZE COGNITIVE, LAURA SPARACI, (ISN 1120 2011), EDIZIONE IL MULINO

APPUNTI DALLE LEZIONI FRONTALI DEL CORSO
  BETA VERSION Fonte dati ESSE3 [Ultima Sincronizzazione: 2022-01-25]