Projects

Margherita FIANI Projects

APPLICAZIONI DELLA TECNICA LIDAR ALLO STUDIO DELLA REGOLARIT DELLE SUPERFICI DELLE PAVIMENTAZIONI DI INFRASTRUTTURE

L’uso di un Terrestrial Laser Scanner (TLS) messo in stazione su una serie di punti consente in linea di principio il raggiungimento di precisioni sufficienti per il rilievo di una pavimentazione (strada o pista aeroportuale) finalizzato a definirne la geometria superficiale. Interessa verificare sperimentalmente se le aspettative sono raggiunte e l’onere di rilievo e di elaborazione. La precisione raggiunta e l’onere richiesto dovranno essere confrontati con quelli ottenuti con i metodi tradizionali.Attualmente per il rilievo dei profili di una pavimentazione stradale vengono utilizzate apparecchiature statiche e dinamiche. Alcuni studiosi distinguono invece tra apparecchiature per la misura indiretta del profilo stradale e quelle per la misura diretta. Le prime sono denominate dispositivi di tipo "a risposta" e misurano “l’effetto”, in termini cinematici, prodotto dall’interazione veicolo- pavimentazione sull’autovettura stessa. I secondi, detti profilometri, invece restituiscono il profilo stradale campionato per punti con un assegnato intervallo, capaci di fornire un profilo digitale della tessitura di tipo bidimensionale (macrotessitura).Per la determinazione della geometria della pavimentazione di una pista aeroportuale, oltre ai profilometri, vengono anche usati livelli di precisione per determinare le quote di punti materializzati con capisaldi e Total Station (TS) per rilevare profili lungo sezioni distribuite regolarmente lungo la pista, profili dai quali estrarre le pendenze. La TS è posta su punti di stazione e il prisma retroriflettente occupa i punti delle sezioni da rilevare con un passo costante, dell’ordine di alcuni/parecchi metri. Il risultato della misura è una nube di punti della pista di densità molto elevata anche se variabile con la distanza del punto dallo strumento. La nostra sperimentazione prevede il rilievo con metodologia TLS statica su un tratto di pista aeroportuale e su strada per avere un confronto in termini di produttività e di precisione effettivamente raggiungibile. In linea di principio le varie scansioni possono essere co-registrate e dar luogo a una unica nube utilizzando dei target riconoscibili su scansioni adiacenti, senza conoscerne la posizione rispetto un Sistema di Riferimento Assoluto. Si ritiene però opportuno georiferire il rilievo laser in un Sistema assoluto e questo richiede il rilievo dei target con tecniche di tipo tradizionale (ricevitori GPS in modalità RTK o NRTK) con stazione master posizionata direttamente in uno punto di coordinate note con alta precisione. Si prevede la messa a punto di un metodo di produzione del Digital Elevation Model (DEM) (tipo Grid o TIN) a partire dai punti della nube; ciò richiede la scelta dell’algoritmo di interpolazione dei punti sui nodi del grigliato e il passo di questo. Il DEM prodotto consentirebbe di ricostruire (numericamente) la superficie della pista e su di esso si potranno realizzare tutte le sezioni, longitudinali e trasversali, d’interesse; per automatizzare la scelta di sezioni significative e ricavare i corrispondenti profili si prevede di realizzare un software specifico.I profili dedotti dal DEM proveniente da TLS dovranno essere confrontati con quelli ottenuti direttamente con gli altri metodi di rilievo, per valutarne la precisione e produttività. Tra i risultati della ricerca è prevista la realizzazione di un software per l'analisi dei dati di misura e la stesura di linee guida per l'utilizzo della tecnica TLS al rilievo della regolarità delle pavimentazioni di infrastrutture.

DepartmentDipartimento di Ingegneria Civile/DICIV
FundingFondi dell'ateneo
FundersUniversità  degli Studi di SALERNO
Cost3.335,22 euro
Project duration7 November 2014 - 6 November 2016
Proroga6 novembre 2017
Research TeamFIANI Margherita (Project Coordinator)