Projects

Carmen GALLUCCI Projects

LE DETERMINANTI BANK-SPECIFIC E FIRM-SPECIFIC DELLA GESTIONE DEL CREDITO: UN¿ANALISI POST-CRISI ECONOMICO-FINANZIARIA

Il lavoro intende applicare un modello di regressione gerarchica su un campione costituito da 123 banche di credito cooperativo e da più di 11.000 imprese clienti, operanti in Italia tra il 2013 e il 2014. Il dataset, riportante i principali indicatori di bilancio per le imprese e i dati sul rapporto banca-impresa, sarà fornito da CRIF (Centrale Rischi Finanziari), società specializzata in sistemi di informazione creditizia, che offre alle banche strumenti e soluzioni per la gestione della relazione con la clientela. Ulteriori e più dettagliati dati relativi ai bilanci delle banche saranno raccolti sulla banca dati Bankscope di Bureau Van Dijk e, successivamente, uniti al dataset principale. Le due principali variabili dipendenti saranno: -Concessione crediti m/l termine (CMLT): variazione percentuale dei fidi operativi per mutui, calcolata per ciascun rapporto banca-impresa come [(fido operativo mutui 2014 – fido operativo mutui 2013) / fido operativo mutui 2013]*100;-Concessione crediti breve termine (CBT): variazione percentuale dei fidi di conto corrente, calcolata per ciascun rapporto banca-impresa come [(fido di conto corrente 2014 – fido di conto corrente 2013) / fido di conto corrente 2013]*100. Saranno poi inserite nel modello le seguenti variabili indipendenti e di controllo: Cet1 (Common Equity Tier 1), calcolato come rapporto tra il TIER1 e le attività; Impaired/Gross, cioè l’ammontare di crediti incagliati sugli impieghi lordi; ROA; ROD; ROE, ROS, Leverage; il rapporto tra debiti e il totale delle passività (Debts/Liabilities); l’ammontare di debiti di breve periodo (Short-Term Debts); l’ammontare di debiti di medio-lungo termine (Long-Term Debts); il settore di appartenenza, distinguendo tra imprese appartenenti al settore agricolo (Agriculture), manifatturiero (Manufacturing), del commercio (Trade), dell’edilizia (Building) e ad altri servizi, ed escludendo quest’ultima per evitare problemi di multicollinearità; la dimensione delle imprese (Small size), come variabile dummy con valore 1 per le piccole imprese, quindi con un fatturato inferiore ai 10 milioni di euro, e 0 per le altre; e, infine, il multi-affidamento (Multiple banking), misurato come numero di rapporti che ciascuna impresa ha con le banche.

DepartmentDipartimento di Scienze Aziendali - Management & Innovation Systems/DISA-MIS
FundingFondi dell'ateneo
FundersUniversità  degli Studi di SALERNO
Cost2.556,63 euro
Project duration20 November 2017 - 20 November 2020
Proroga20 febbraio 2021
Research TeamGALLUCCI Carmen (Project Coordinator)
DELLA PIANA Bice (Researcher)
MARINO Vittoria (Researcher)
SANTULLI ROSALIA (Researcher)