Curriculum

Curriculum Docente

QUALIFICHE ATTUALI
•Direttore del CIRPA (Centro Interdipartimentale per la Ricerca di Diritto, Economia e Management della Pubblica Amministrazione) dell’Università degli Studi di Salerno
•Direttore del Master Universitario di Secondo Livello in Direzione delle Aziende e delle Organizzazioni Sanitarie - DAOSan, promosso dall'Università di Salerno in partnership con l'ARSAN (Agenzia Regionale Sanitaria della Regione Campania), l'Università di Napoli "Federico II" e l'Università degli Studi del Sannio
•Professore Ordinario – Prima Fascia Area 13 “Scienze economiche e statistiche” per il settore scientifico-disciplinare SECS-P10 (Settore B3) Organizzazione aziendale, presso l’Università degli Studi di Salerno
•Titolare degli insegnamenti di Organizzazione Aziendale, Organizzazione delle burocrazie professionali, Analisi dei processi organizzativi e quality systems, Leadership e inserimento nelle organizzazioni, Management dei servizi sanitari, Organizzazioni e relazioni nel sistema turistico, Organizzazione delle aziende pubbliche, Teoria delle decisioni e BPR, in seno ai corsi di laurea triennale e magistrale, di dottorato e Master dell'Università degli Studi di Salerno


1. PRINCIPALI ESPERIENZE FORMATIVE
2015 Trentino School of Management - Corso di formazione "Un nuovo management pubblico come leva per lo sviluppo”
2015 CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) – Politecnico di Milano: “Scuola di formazione permanente per direttori di dipartimento” (tutti i moduli)
1993-1995 University of Birmingham (UK) - Health Service Management Centre. PhD in “Valutazione e remunerazione delle performance nelle aziende sanitarie”, dichiarato equipollente ad un dottorato italiano (votazione: A - excellent)
1992-1993 University of Warwick (UK) - Master of Art in Industrial Relations (with distinction)
1990 Borsa Report - Master in Analisi e tecnica di borsa
1984-1988 Università Commerciale "L. Bocconi" - Laurea in Economia Aziendale (votazione: 110/110 e lode e dignità di stampa)
1979-1984 Liceo-Ginnasio statale "F. De Sanctis" (Salerno) - Maturità classica (votazione: 60/60)



2. RICONOSCIMENTI E BORSE DI STUDIO
2015 Provincie di Avellino e Salerno
Research grant quadrimestrale per attività di ricerca presso l’University College of Dublin (UCD)
2001 Unione Europea (TMR – AREHCAS)
Research grant per attività di ricerca presso l’University College of Dublin (UCD)
2000 Unione Europea (TMR – AREHCAS)
Research grant quadrimestrale per attività di ricerca presso l’Università di Nantes (Institute d’Administration des Entreprises)
1997 EHMA (European Healthcare Management Association)
Nomination, per il lavoro Incentivi e produttività nelle aziende sanitarie, al “Baxter Award 1998” (premio internazionale per la migliore opera in tema di management sanitario)
1995 British Council
Fellowship annuale per una ricerca comparativa presso l’ Health Service Management Centre dell’Università di Birmingham
1994 CNR-NATO (“Senior Fellowships Program” e “Advanced Program”)
Fellowship bimestrale e semestrale per attività di ricerca presso l’Health Service Management Centre dell’Università di Birmingham
1993 Fondazione “Guido Cortese”
Premio per la migliore ricerca sul tema: “Istituzioni, economia e società nel Mezzogiorno nella prospettiva dell’integrazione europea”
1993-1994 Università degli Studi di Salerno
Borsa di studio biennale per specializzazione all’estero presso l’Health Service Management Centre dell’Università di Birmingham
1989-1990 Associazione “Amici della Bocconi”
Borsa di studio biennale per attività di ricerca presso la cattedra di Economia delle Aziende Industriali presso l’Università Bocconi
1985-1988 Credito Bergamasco - Banca Popolare di Luino e di Varese
Premio di studio annuale per l’iscritto alla Bocconi con le migliori votazioni


3. ESPERIENZE ACCADEMICHE
2013-2015 Direttore del Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali – Management & Information Technology –DISTRA-MIT dell’Università degli Studi di Salerno
2011-2012 Titolare dell’insegnamento di Organizzazione aziendale presso l’Università degli Studi della Basilicata
2007-2012 Membro della Giunta della Facoltà di Economia
2007 Membro del Comitato Scientifico del Master di secondo livello in Governance del Territorio: attori e regolazioni – Go.Ter promosso dal Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università di Salerno
2005- in corso Professore ordinario per il settore scientifico-disciplinare Organizzazione aziendale
Titolare degli insegnamenti di Organizzazione Aziendale, Organizzazione delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche, Organizzazione Aziendale (corso progredito), Organizzazione degli Intermediari Finanziari, Gestione del cambiamento organizzativo
Docente di Valutazione e Controllo dei Dirigenti e Gestione delle Risorse Umane in seno alle attività formative del Corso di Dottorato in Economia e Direzione delle Aziende Pubbliche dell’Università degli Studi di Salerno
Docente di Gestione delle Risorse Umane in seno alle attività accademiche del Master di Secondo Livello in General Management della Pubblica Amministrazione (MPA) dell’Università degli Studi di Salerno
Membro del collegio dei docenti del dottorato in Economia e direzione delle aziende pubbliche
Titolare dell’insegnamento di Organizzazione Aziendale presso L’Università degli Studi di Napoli Federico II
2001-2005 Professore Associato per il settore scientifico-disciplinare Organizzazione aziendale; Titolare dei corsi di Organizzazione degli Intermediari Finanziari, Organizzazione delle Aziende e delle Amministrazioni Pubbliche, Gestione del cambiamento organizzativo, Organizzazione Aziendale (corso progredito)
1999-2001 Ricercatore per il settore scientifico-disciplinare Organizzazione aziendale
Titolare del corso di Organizzazione del lavoro (a.a. 99/00-0/01-01/02); Docente di Organizzazione aziendale e Gestione delle Risorse Umane alla Scuola di specializzazione in Economia e diritto delle Pubbliche Amministrazioni;
1998 Attività di ricerca e collaborazione didattica presso la cattedra di Organizzazione Aziendale dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”
1995-1999 Professore a contratto di Organizzazione del lavoro presso l’Università degli Studi di Salerno
1990 Stage di studio finanziati dall’Istituto “A. Lorenzetti” - Università Bocconi di Milano, Barclays de Zoete Wedd (Londra) e IMI Capital Markets (Londra)
1988-1990 Borsista di ricerca (Tutor Prof. Sergio Pivato) presso l’Università Commerciale Bocconi di Milano - Istituto di Economia delle aziende industriali
1988-1990 Ricercatrice e coordinatrice delle ricerche presso l’Università Commerciale Bocconi di Milano – Istituto di studi sulle borse valori “A. Lorenzetti”


4. LINGUE STRANIERE

Inglese: fluente
Francese: buono
Spagnolo: scolastico


5. ESPERIENZE PROFESSIONALI
Consulente/formatore/revisore presso società ed istituzioni pubbliche e private, tra cui: ASL Avellino 2, ASL Matera 4, ASL Napoli 1, ASL Napoli 2, ASL Salerno 1, ASL Salerno 2, ASL Salerno 3, ASP Potenza, Azienda Ospedaliera - Ospedale civile di Caserta, Azienda ospedaliera Policlinico Federico II, Azienda ospedaliera “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, Azienda ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino, Azienda dei Colli, Banca di Italia, CNEL, Consiglio Superiore della Magistratura, Codiman s.r.l. (Napoli), Comune di Cava dei Tirreni, Corte dei Conti, Ernst&Young, Il Sole24Ore Formazione (Milano), Ministero della Giustizia, Ordine Mauriziano (Torino), Santuario della Santissima Vergine del Rosario di Pompei, Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (Caserta), Scuola di
formazione per il personale dell'Amministrazione Giudiziaria (Salerno), SDOA (Salerno), STOA' (Ercolano), Università Europea di Roma, VGA mindware s.r.l.

Principali aspetti affrontati: riorganizzazioni aziendali, reingegnerizzazione dei processi, valutazione del personale, mappatura delle competenze, project management, rilevazione dei carichi di lavoro, revisione aziendale, analisi di clima, analisi di bilancio, rilevazione dei fabbisogni formativi, Common Assessment Framework, valutazione della performance organizzativa, lean management, activity based management, health technology assessment, controllo strategico, gestione del cambiamento, knowledge management, balanced scorecard, qualità e certificazione, project management, revisione dei flussi informativi e delle procedure informatiche, event management, trasparenza e anti-corruzione, public procurement.

Ambiti organizzativi studiati: Burocrazie professionali (aziende sanitarie, uffici giudiziari, università) e più in generale organizzazioni complesse (pubbliche amministrazioni, adhocrazie)


6. ALTRE ESPERIENZE
2016- in corso Membro del Comitato di Indirizzo della Rivista Azienda Pubblica
2016- in corso “Governance" Section Editor "Global Encyclopedia of Public Administration, Public Policy, and Governance" - Springer International Publishing
2016- in corso Componente del Consiglio Direttivo ASSIOA - Associazione Italiana di Organizzazione Aziendale
2016- in corso Membro iscritto all'albo degli esperti e dei collaboratori dell'Agenzia Nazionale per Servizi Sanitari Regionali (Agenas) - Area 1 "Economico /Gestionale - Giuridico/Amministrativa e della formazione manageriale" e Area 6 "Trasparenza e Integrità dei servizi sanitari"
2015- in corso Membro del gruppo di ricerca sulla valutazione della Terza Missione ed Esperti Disciplinari per la valutazione dei corsi di studio - ANVUR
2015- in corso Amministratore giudiziario di aziende
Membro di commissioni di gara “Grande Progetto - Risanamento ambientale e valorizzazione dei Regi Lagni, necessari alla rifunzionalizzazione, adeguamento e gestione degli impianti di depurazione” di Cuma e Napoli Nord
2014-2016 Membro del gruppo di ricerca sulla valutazione della ricerca e della didattica nelle aree umanistiche, giuridiche e sociali - ANVUR
2011-in corso Membro del Comitato Scientifico della collana Istituzioni e Organizzazioni (Guerini)
2011-in corso Membro di Salus Publica Sud (onlus per la qualità, sicurezza e trasparenza nella sanità meridionale)
2010-2016 Co-direttore della rivista Azienda Pubblica
2010-in corso Direttore del corso di dottorato in Economia e Direzione delle Aziende Pubbliche (EDAP) presso l'Università degli Studi di Salerno
2010-in corso Membro del Comitato Scientifico della rivista Sviluppo e Organizzazione
2009-in corso Presidente di Assodaosan (onlus avente la finalità di promuovere una sanità efficace, moderna, e di qualità)
2007-in corso Membro del Nucleo di Valutazione del Comune di Cava dei Tirreni
2006 Membro della Commissione paritetica nominata nell’ambito del Protocollo d’intesa tra l’Università degli Studi di Salerno e la Direzione generale del personale e della formazione del Ministero della Giustizia
2004 Membro del Comitato tecnico della Commissione Provinciale Impiego della Provincia di Salerno
2003-2010 Membro del Comitato Scientifico di Azienda Pubblica
2002-in corso Membro AIDEA (Accademia italiana di Economia Aziendale)
2001-2007 Membro del Nucleo di valutazione della ASL Napoli 1
2000-in corso Membro del network AREHCAS (Accounting in the Reform of European Health Care Systems) della Comunità Europea
2000-in corso Revisore dei conti
1996-in corso Socio V.R.Q. (Società Italiana per la Qualità dell’Assistenza Sanitaria)
1996-in corso Membro Svimap (Network universitario per lo sviluppo del management pubblico)
1995-in corso Dottore commercialista

7. INCARICHI DI DIREZIONE E RESPONSABILITA' PER PROGETTI DI RICERCA AMMESSI A FINANZIAMENTO SU BASE COMPETITIVA

7.1 Progetto: CCM 2017. Stratificazione del rischio di fragilità della popolazione: valutazione di impatto e analisi dei modelli organizzativi.
Partner coinvolti: ASL Salerno, Regione Emilia-Romagna, Azienda USL di Bologna, ASL Viterbo, ASST Niguarda
Finanziamento: stanziati dal Ministero della Salute Euro 450.000,00 per il progetto
Il Progetto si propone di valutare l’efficacia degli interventi attuati per la prevenzione secondaria nella popolazione adulta stratificata in base al rischio di fragilità e l’impegno economico ad essi associato. Il Progetto, inoltre si propone di valutare l’impatto, in termini di costi e di riduzione attesa di eventi avversi, derivante dalla presa in carico dei pazienti.
In termini metodologici, il Progetto si propone di: analizzare e confrontare i modelli organizzativi attivati dalle Regioni per la presa in carico dei pazienti individuati come fragili; analizzare gli strumenti di supporto motivazionale all’aderenza alle cure; valutare l’impatto sull’integrazione professionale associato all’utilizzo dei profili di rischio.
Nell’ambito del Progetto, i partner individuano - come categoria di soggetti fragili - quella della popolazione over 65 con frattura del femore, su cui è particolarmente concentrata l’attenzione dei policy maker e dei manager delle organizzazioni sanitarie, in ragione di evidenti scostamenti che numerose aziende registrano rispetto agli standard e ai dati medi del PNE.

7.2 Progetto: CLIPS 2.0.
Finanziamento: Finanziato dal MIUR per 1,6 ml euro (già attribuito) e da aziende private per 3.2 ML euro (valore stimato).
Si tratta di un Progetto per il miglioramento del Sistema Sanitario Regionale ispirato ad un approccio innovativo di change management calibrato sullo specifico contesto regionale, che presenta una struttura modulare e flessibile articolata su tre livelli di intervento.
Il CIRPA mette a disposizione della Regione i risultati del progetto denominato “CLIPS 2.0 Clinical pathways e risk management 2.0”, finanziata dal MIUR per un importo di 1.6 ML euro nell’ambito del programma di pre-commercial procurement, che ha per oggetto la prototipazione e la sperimentazione di servizi di ricerca e sviluppo (R&S) finalizzati all’implementazione di nuove soluzioni organizzative e di ICT per la riduzione dei livelli di rischio nelle aziende sanitarie, per la reingegnerizzazione dei percorsi assistenziali e il miglioramento degli esiti e dei costi. Esso focalizza l’analisi sulle procedure clinico-assistenziali relative a percorsi ritenuti ad alta criticità e rilevanza strategica, per l’evidenza di inappropriatezza organizzativa, standard di qualità insoddisfacenti, elevata rischiosità e significative problematiche di contenzioso.

7.3 Progetto: Stay Healthy, Work Healthy
Finanziamento: INAIL e fondi propri del CIRPA per un valore complessivo di € 100.000
Partner coinvolti: INAIL; AASSLL-Dipartimenti di Prevenzione; Medici di Medicina Generale; Medici con funzione di Medico competente; Associazioni di categoria; varie aziende campane
Negli ultimi tempi vi è una consapevolezza crescente del drammatico impatto del livello di health literacy (alfabetizzazione sanitaria) sulla spesa sanitaria e sugli outcomes. La regione Campania presenta livelli di health literacy inferiori alla media nazionale, in un quadro nazionale che, tra i Paesi europei, è peggiore solo rispetto alla Bulgaria. Il presente progetto si propone di promuovere la cultura della salute, della sicurezza e della prevenzione nei luoghi di lavoro, individuandoli quali setting privilegiati per favorire l’adesione a comportamenti salutari dei lavoratori e concorrere al miglioramento dei livelli di “occupational health literacy”.
Con il termine di occupational health literacy (OHL) si intende la “la capacità di un individuo di ricercare, ottenere, interpretare e comprendere le informazioni e le risorse sanitarie e di sicurezza di base necessarie a compiere scelte appropriate di tutela della salute e prevenzione dei rischi durante l’attività lavorativa”. Tale costrutto, che rappresenta una traslazione del concetto di health literacy (la capacità di un individuo di ricercare, ottenere, interpretare e comprendere le informazioni e le risorse sanitarie di base necessarie a compiere, durante tutto il corso della vita, scelte appropriate di salute), adotta una visione prospettica, individuando nei comportamenti e nello stile di vita inadeguati dell’individuo le cause primarie della dipendenza da sostanze (alcool, droghe, farmaci, et similia) e investe sul potenziale di azioni sistemiche finalizzate alla promozione di comportamenti salutari dei lavoratori nel proprio ciclo di vita. In questo contesto, il Progetto ambisce a diffondere la conoscenza sul tema e a favorire l’implementazione di piani e programmi di sensibilizzazione non solo verso la prevenzione dei rischi sui luoghi di lavoro e di quelli derivanti dall’adozione di comportamenti rischiosi (ad es., assunzione di sostanze) in relazione allo svolgimento dell’attività lavorativa, ma anche, e soprattutto, verso l’adozione di stili di vita salutari. La collaborazione con le aziende sanitarie e con i loro dipartimenti di prevenzione e con i medici di base risulta cruciale per incidere sui livelli di OHL dei lavoratori delle aziende campane.