Curriculum

Curriculum Docente

Nicola Lanzarone è dal 23/12/2019 professore associato di Lingua e Letteratura Latina (10/D3; L-FIL-LET/04). Dal 23/12/2016 al 22/12/2019 è stato Ricercatore a t. det. di tipo B (L. 240/2010) di Lingua e Letteratura Latina; il 19/07/2017 gli è stata conferita all'unanimità l'Abilitazione Scientifica Nazionale a professore di seconda fascia nel settore concorsuale 10/D3 (Lingua e Letteratura Latina); il 04/09/2018 gli è stata conferita all'unanimità l'Abilitazione Scientifica Nazionale a professore di prima fascia nel settore concorsuale 10D3 (Lingua e Letteratua Latina). Ha conseguito la laurea in Lettere classiche nel 1997 presso l’Università di Pisa, dove ha studiato sotto la guida di Gian Biagio Conte. Nello stesso anno ha conseguito il Diploma di licenza in discipline filologiche, linguistiche e storiche classiche presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Nel 2002 ha conseguito il titolo di Dottore di ricerca in Filologia classica presso l’Università di Salerno. Successivamente ha usufruito di varie borse di studio concesse dall’Università di Salerno per lo svolgimento di attività di ricerca: borsa di perfezionamento all’estero (Cambridge, UK), borsa post-dottorato, assegno di ricerca. Nel 2009 è stato borsista del DAAD (Deutscher Akademischer Austausch Dienst) presso l’Università di Mainz.

Presso l’Università di Salerno è stato più volte titolare di contratti di insegnamento. Dal 1/09/2015 al 22/12/2016 è stato docente di ruolo di Italiano, Storia e Geografia nella scuola secondaria di I grado.

Ha partecipato a diversi seminari e convegni, tra cui il 65° Annual Meeting della Renaissance Society of America (Toronto, 17-19 marzo 2019), per il quale ha organizzato un panel su "Pomponius Laetus and the Roman Academy". Ha collaborato con la Scuola Archeologica Italiana di Atene per la realizzazione del progetto "Topografia di Atene". Ha collaborato al progetto di ricerca PRIN 2009 BibCLat - Biblioteca digitale dei commentari latini. Dal 2014 è responsabile scientifico del Certamen Velinum, gara nazionale di traduzione e commento di un passo di prosa o poesia filosofica latina, che si tiene annualmente ad Ascea (Salerno) sotto il patrocinio della Società Filosofica Italiana e del MIUR.

Oltre che di contributi minori, è autore di due commenti scientifici: il primo al "De providentia" di Seneca, il secondo al libro VII del "Bellum civile" di Lucano, pubblicati entrambi dalla Le Monnier (Firenze), rispettivamente nel 2008 e nel 2016. È inoltre autore di un’edizione divulgativa, introdotta, tradotta e annotata, del "De constantia sapientis" e del "De otio" di Seneca (BUR, Milano 2001, 2010), ed è fra i curatori della miscellanea lucanea "Letture e lettori di Lucano" (Edizioni ETS, Pisa 2015). Nel 2018 ha pubblicato il volume "Il commento di Pomponio Leto all'Appendix Vergiliana. Edizione critica", Edizioni ETS, Pisa 2018.