Progetti

Anna Maria FERRAGINA Progetti

UN APPROCCIO MULTIDIMENSIONALE A DISEGUAGLIANZA, ESCLUSIONE SOCIALE E SVILUPPO: UN'ANALISI SUI DATI EU-SILC

Il progetto analizza caratteristiche ed evoluzione della diseguaglianza nei Paesi UE, nonché le relazioni di causa ed effetto tra diseguaglianza, dinamica del PIL e variabili macroeconomiche e strutturali. L'analisi sarà condotta su dati micro, facendo riferimento ad una nozione multidimensionale e comparativa di diseguaglianza. La base informativa sarà costituita prevalentemente dai dati EU-SILC (Statistics on Income & Living Conditions) 2004-2011 e da Eurobarometer (diversi anni). Questi dataset forniscono informazioni a livello micro su campioni rappresentativi della popolazione europea, distinta per nazionalità, età e altre caratteristiche economiche e sociali; EU-SILC inoltre permette un'analisi longitudinale potendo seguire lo stesso campione della popolazione per anni successivi. Il programma di ricerca si sviluppa in due fasi.La prima è metodologica e si inserisce nel dibattito sulla misurazione della diseguaglianza multidimensionale. In letteratura sono presenti diversi metodi di aggregazione degli indicatori compositi. Essi si caratterizzano essenzialmente per differenti criteri di selezione degli indicatori elementari e di fissazione dei pesi da attribuire alle singole dimensioni della deprivazione. Questi criteri conferiscono flessibilità allo strumento di misurazione, ma possono rendere alquanto soggettivo il significato dell'indicatore, compromettendone il “valore d'uso” per la politica economica. Il contributo metodologico della ricerca è di sperimentare una tecnica volta a ridurre gli elementi di discrezionalità nell'individuazione dei pesi da assegnare alle singole dimensioni della disuguaglianza. Proporremo due approcci alternativi. Il primo è data-based e fa uso di metodi di analisi statistica multivariata, che minimizzano la perdita informativa (es. Analisi delle Componenti Principali) e testano l'esistenza di relazioni statisticamente significative tra variabili latenti e variabili osservate (es. Modelli di analisi confermativa multivariata con variabili latenti). Il secondo è agent perception-based, ed estrae, attraverso indagini campionarie, il peso relativo di ciascuna dimensione della deprivazione per il singolo individuo, utilizzandolo poi nell'aggregazione per il calcolo dell'indice sintetico individuale di deprivazione. Seguendo la letteratura più recente (Bellani, 2012) si svilupperanno anche dei metodi per tenere in conto della natura comparativa del concetto di diseguaglianza adottato. Si prevede di declinare la condizione soggettiva di deprivazione, non in senso assoluto, ma definendo per ciascun agente un gruppo di riferimento, selezionato applicando la Cluster analysis. Alla fine di questo processo, si dovrebbe riuscire ad ottenere una misura quantitativa per ciascun forma elementare di deprivazione, attraverso la differenza tra il valore dei singoli agenti ed il valore mediano del gruppo di riferimento. Nel primo anno di attività sono stati ottenuti da EUROSTAT i dati EU-SILC e si è proceduto ad una prima costruzione di variabili descrittive dei fenomeni indagati. La seconda fase della ricerca è di natura normativa. Partendo dai risultati che l'indicatore sintetico di deprivazione fornirà circa l'evoluzione temporale, la disaggregazione geografica, le caratteristiche socio-demografiche, lo status economico e la condizione occupazionale dei soggetti “deprivati”, si intende analizzare le relazioni di causalità tra le diverse forme di diseguaglianza osservate ed alcune delle variabili macroeconomiche di maggiore interesse per il policy maker (ad es.tasso di crescita, distribuzione del reddito, livelli di consumo, occupazione). Ciò permetterà di avere indicazioni di policy circa le forme più efficaci di promozione dell'inclusione sociale e di contrasto alla povertà. Il progetto inoltre si pone l'obiettivo supplementare di integrare diversi filoni di ricerca già presenti nel DISES e nel CELPE.

StrutturaDipartimento di Scienze Economiche e Statistiche/DISES
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo4.686,00 euro
Periodo28 Luglio 2015 - 28 Luglio 2017
Proroga28 Luglio 2018
Gruppo di RicercaAMENDOLA Adalgiso (Coordinatore Progetto)
AUTIERO Giuseppina (Ricercatore)
BARONE Adriana (Ricercatore)
BUBBICO Davide (Ricercatore)
CARDONE Antonio (Ricercatore)
CARRIERI Vincenzo (Ricercatore)
COPPOLA Gianluigi (Ricercatore)
DELL'ANNO Roberto (Ricercatore)
DESTEFANIS Sergio Pietro (Ricercatore)
FERRAGINA Anna Maria (Ricercatore)
FRAGETTA Matteo (Ricercatore)
GALLI Fausto (Ricercatore)
GAROFALO Maria Rosaria (Ricercatore)
MAZZOTTA Fernanda (Ricercatore)
NESE Annamaria (Ricercatore)
PARISI Lavinia (Ricercatore)
PRATSCHKE Jonathan (Ricercatore)
TROISI Roberta (Ricercatore)