Curriculum

Emanuela DE FEO Curriculum

Laureata con lode in Ingegneria Edile-Architettura nel dicembre 2010 presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Salerno con tesi in Restauro Architettonico dal titolo Il progetto di rilievo e di restauro del castello di Magacela (Spagna), svolgendo il Laboratorio Progettuale nell'ambito di una borsa Erasmus Placement, presso la società di ingegneria spagnola GAVLE, operante nel campo della documentazione infografica del patrimonio culturale finalizzata al restauro.

Nel 2011 ha frequentato e conseguito il corso di perfezionamento “Técnicas y aplicaciones del láser escáner” presso il Laboratorio del Grupo de Investigación IGPU della Universidad de Extremadura, Escuela Politécnica de Cáceres (Spagna).

Ha conseguito poi il Dottorato di Ricerca in Progettazione Architettonica e Urbana e Restauro dell’Architettura (XXVII Ciclo) con giudizio ottimo nel gennaio 2015, presso il Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale della Seconda Università degli Studi di Napoli, con una tesi nel settore ICAR/19 dal titolo Architettura religiosa a Napoli di epoca angioina: rilievi, indagini documentarie, analisi stratigrafica. Il caso studio di S. Eligio al Mercato.

È stata borsista per lo svolgimento di attività di ricerca su progetti finanziati dal Dipartimento di Ingegneria civile e Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università degli Studi di Salerno.

È stata responsabile del Progetto di Innovazione PON dal titolo SPH3RA - Smart Paestum Heritage: 3D Reconstruction of Antiquity, vincitore del bando per la presentazione di idee progettuali “Smart Cities and Communities and Social Innovation” (PON - Ricerca e Competitività 2007-2013) promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Dal settembre 2015 al giugno 2018 è stata titolare di due assegni di ricerca: uno presso il Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università degli Studi di Salerno, dal titolo Analisi e rappresentazione della città antica e delle sue architetture tramite ricerche documentarie e tecniche integrate di rilievo e modellazione digitale; l’altro presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale dell’Università degli Studi di Padova, dal titolo Parco multimediale delle Mura di Padova: valorizzazione di paesaggi e percorsi culturali in un'ottica creativa e innovativa.

È stata cultore della materia dall’a.a. 2012/13 all’ a.a. 2016/17 e docente a contratto dall’a.a. 2017/18 all’a.a. 2018/19 del corso di Restauro Architettonico per il Dipartimento di Ingegneria Civile dell’Università degli Studi di Salerno.

Dal 1 agosto 2019 è Ricercatore ai sensi dell’art.24, comma 3, lett. a della Legge 240/2010 a valere sul PON “Ricerca e Innovazione” 2014/2010 – Azione 1.2 “Mobilità dei ricercatori” per il settore concorsuale 08/E2 (Restauro e storia dell’architettura) – settore scientifico-disciplinare ICAR 19 (Restauro) presso il Dipartimento di Ingegneria Civile.

Le attività di ricerca sono rivolte prevalentemente alla interpretazione delle modalità costruttive dell’edilizia storica, alla relazione tra la storia dell’architettura e il progetto di restauro, alla valorizzazione e divulgazione del patrimonio culturale tramite l’utilizzo di strumenti digitali per la produzione di ricostruzioni scientificamente controllate