Curriculum

Curriculum Docente

Sara Meninno è Ricercatrice presso il Dipartimento di Chimica e Biologia "Adolfo Zambelli" dell'Università degli Studi di Salerno dove svolge attività di ricerca scientifica presso il Laboratorio di Sintesi Asimmetrica.

Si è laureata in Chimica nel 2011 presso l’Università degli Studi di Salerno con la votazione 110/110 e lode. Ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca nel Febbraio 2015, con votazione Eccellente, discutendo una tesi dal titolo “Chiral organocatalysts mediated asymmetric oxyfunctionalization and tandem reactions”, tutor prof.ssa A. Lattanzi.

Dal 2015 al 2018 è stata assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Salerno (assegno di ricerca post-Doc di tipo A L. 240/2010) lavorando nell’ambito della sintesi di nuovi organocatalizzatori bi- e multifunzionali e loro applicazione in reazioni tandem stereoselettive per la sintesi di composti eterociclici.

Nel 2018 è risultata vincitrice della pubblica selezione bandita dalla Accademia Nazionale dei Lincei per una borsa di studio della Royal Society per svolgere attività di ricerca in Chimica in Gran Bretagna. Da Luglio a Dicembre 2018 è stata Visiting Research Fellow presso il Department of Chemistry, University of Southampton, United Kingdom, nel gruppo di ricerca del prof. Ramon Rios. Durante il periodo di ricerca trascorso in Inghilterra, la dott.ssa Meninno ha potuto ampliare le sue competenze lavorando nell’ambito della catalisi sinergica, realizzando una nuova metodologia per la sintesi stereoselettiva di derivati acridinici, molecole preziose per l’industria farmaceutica e agrochimica.

Dal 1 Agosto 2019 è Ricercatore universitario (a t.d. t.pieno, art. 24 c.3 lett. a, L. 240/10) con un contratto a valere sul PON (Programma Operativo Nazionale) "Ricerca e Innovazione" 2014-2020 - Azione 1.2 "Mobilità dei Ricercatori", di cui al D. D. MIUR n. 407 del 27 Febbraio 2018 - AIM "Attraction and International Mobility".

Nel Luglio 2020 ha conseguito, con giudizio unanime della Commissione, l’Abilitazione Scientifica Nazionale (art. 16, comma 1, Legge 240/10) al ruolo di Professore di Seconda Fascia per il Settore Concorsuale 03/C1 CHIMICA ORGANICA.

Svolge attività di ricerca finalizzata allo sviluppo di nuove metodologie organo- e foto-catalitiche che soddisfano un basso impatto ambientale per la sintesi di prodotti di interesse sintetico e biologico, anche a partire da materiali derivanti da fonti rinnovabili. L’attività di ricerca nel settore della fotocatalisi è svolta in collaborazione con il CNR Francese.

I risultati ottenuti dalla sua attività di ricerca hanno portato alla pubblicazione di 38 articoli in prestigiose riviste del settore (Author Scopus ID: 49361799700; ORCID icon http://orcid.org/0000-0001-8364-0211) e le hanno permesso di contribuire come coautrice a tre capitoli in volume, di cui uno per RSC Green Chemistry Sustainable Catalysis without Metals or Other Endangered Elements, e cinque articoli su Special Issues ad invito: “Women of Catalysis”, “Women in Chemistry”, “Women in Catalysis”, “Green Chemistry Themed Issue: Elemental Sustainability” e “Bifunctional Catalysis”.

Nel luglio 2021 è stata insignita dalla Società Chimica Italiana (Divisione di Chimica Organica) del Premio alla ricerca "Chimica Organica per l'Ambiente, l'Energia e le Nanoscienze" Junior, premio nazionale conferito a giovani ricercatori, per i risultati conseguiti e i suoi contributi allo sviluppo di nuove metodologie stereoselettive, a basso impatto ambientale, per la sintesi di composti eterociclici di interesse biologico, mediante l'uso di organocatalizzatori derivanti da fonti rinnovabili.

Inoltre, una sua recente pubblicazione su ChemSusChem dal titolo “Valorization of Waste: Sustainable Organocatalysts from Renewable Resources” https://doi.org/10.1002/cssc.201902500 è stata selezionata dall’Editorial Board come free of charge Cover Feature dell'Issue 3.