Curriculum

Curriculum Docente

AMALIA GALDI

CURRICULUM SCIENTIFICO

Titoli

1986: Laurea in Lettere indirizzo classico, votazione 110/110 con lode, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Salerno, con una tesi dal titolo "Caratteri fondamentali della religiosità popolare nell’Alto Medioevo", relatore prof. Gerardo Sangermano.

1990-1991: Abilitazione all’insegnamento di Materie letterarie e storia negli Istituti di Istruzione Secondaria di II grado (classe di concorso A050), conseguita per superamento di concorso ordinario per titoli ed esami, indetto con D.M. 23-3-1990 nella provincia di Salerno.

1991-1992: Corso annuale di Perfezionamento "Analisi del Territorio Beni ambientali e culturali", presso il Dipartimento di Analisi delle componenti culturali del territorio dell’Università di Salerno.

1996-1997: Corso annuale di Perfezionamento "Società e storia", presso il Dipartimento di Scienze storiche e sociali dell’Università degli studi di Salerno.

2000: Abilitazione all’insegnamento di Materie letterarie e latino nei Licei e Istituti Magistrali (classe di concorso A051), nella sessione riservata di esami prevista dall'O.M. n. 153 del 15 giugno 1999.

1999-2001: Dottorato di ricerca in “Agiografia: fonti e metodi per la storia del culto dei santi”, sede amministrativa l'Università degli studi di Roma II "Tor Vergata" (1999-2001), con una tesi dal titolo "Culti dei santi, poteri e società nella Campania dei secoli XI-XII".

Dall’ a.a. 1996-1997 all’ a.a. 2005-2006; Cultore della materia presso la Cattedra di Storia medievale della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Salerno (corso di laurea in Lettere).

2002 – febbraio 2006: Assegno di ricerca biennale (rinnovato nel 2004) presso l’Università di Salerno, Facoltà di Lettere e Filosofia, Cattedra di Storia medievale (coordinatore: prof. Gerardo Sangermano), per un progetto di ricerca dal titolo: "Poteri ecclesiastici, signorie politiche e culti dei santi nel Mezzogiorno peninsulare: secoli XI-XIII".

Dal 1/3/2006 al 30/10/2014: Ricercatrice a tempo indeterminato di Storia medievale (M-STO/01), in servizio prima presso il Dipartimento di Latinità e Medioevo, poi di Scienze del Patrimonio culturale dell'Università di Salerno (conferma in ruolo dicembre 2009).

Dal 31/10/2014: professore associato di Storia medievale presso il medesimo Dipartimento.

Attività scientifica

organizzazione, come membro del comitato scientifico, di seminari/incontri di studio/

  • Agiografia e storia: un’equazione da verificare? Università di Salerno, 19-20 gennaio 2010
  • Momenti di storia delle diocesi medievali a confronto: territori, dinamiche socio-istituzionali, monumentalità, culture, Università di Salerno, 10 aprile 2013.
  • Le istituzioni ecclesiastiche meridionali in una difficile congiuntura: Giovanna I d'Angiò, la crisi del Regno, Università di Salerno, 12 marzo 2014.
  • Il culto dei santi militari fra tarda antichità e alto medioevo, Università di Salerno, 22 maggio 2014.

Partecipazione, in qualità di relatore, a convegni, seminari, conferenze e tavole rotonde

- 8 maggio 1998, al Seminario di studi "Pellegrinaggi e itinerari dei santi nel Mezzogiorno tra Medioevo ed età moderna", Napoli, 8-9 maggio 1998, con una relazione dal titolo “La diffusione del culto del santo patrono: l'esempio di s. Matteo di Salerno”

- 20 novembre 1998, al Seminario di studi "Monasteri e castelli nella formazione del paesaggio italiano. La viabilità", Benevento, 20 novembre 1998, con una relazione dal titolo “Andar per mare al castello. Itinerari e vie d'acqua fra la Badia di Cava e i porti del Cilento nel Medioevo”

- 17 giugno 1999, al Convegno internazionale di studi “Salerno nel XII secolo. Istituzioni, società, cultura”, Raito di Vietri sul Mare (Salerno), 16-20 giugno 1999, con una relazione dal titolo: “I santi e la città. Agiografie e dedicazioni”

- 29 ottobre 1999, al Seminario di studi “Culto dei santi e storia regionale. Bilanci e prospettive”, organizzato dall’AISSCA in collaborazione con l’Università degli studi dell’Aquila, L’Aquila 28-29 ottobre 1999, con una relazione dal titolo: “Gli studi agiografici medievali in Campania. Linee di ricerca, problemi e prospettive”

- 27 ottobre 2000, al Convegno internazionale di studi “Tra Roma e Gerusalemme nel Medio Evo. Paesaggi umani ed ambientali del pellegrinaggio meridionale”, Salerno-Cava dei Tirreni-Ravello 26-29 ottobre 2000, con una relazione dal titolo: ”Pellegrinaggio e santità nelle tradizioni agiografiche”

- 22 ottobre 2002, al XVI Congresso internazionale di studi sull'alto medioevo "I Longobardi dei Ducati di Spoleto e di Benevento" (Spoleto, 20-23 ottobre 2002 - Benevento, 24-27 ottobre 2002), con una comunicazione dal titolo: "Principi, vescovi e santi in Salerno longobarda"

- 5 giugno 2003, al Convegno "Giuliano d'Eclano e l'Hirpinia christiana" (Mirabella Eclano, 4-6 giugno 2003), con una relazione dal titolo: "Continuità del sacro e nuovi assetti istituzionali nella 'scopertà delle reliquie di s. Prisco a Quintodecimo nel XII secolo"

- 1 giugno 2004, al Seminario "La tesaurizzazione delle reliquie", (Università di Roma Tre, Dipartimento di Studi storici, geografici, antropologici, 1 giugno 2004), con una relazione dal titolo "Da sacra pignora a oggetti d'arte: il tesoro di S. Maria di Montevergine".

- 24 luglio 2004, al Convegno internazionale di Studi “Pantaleone da Nicomedia. Santo e taumaturgo tra Oriente e Occidente” (Ravello, 24-26 luglio 2004), con una relazione dal titolo “La diffusione del culto di San Pantaleone in Campania e in Puglia nei secoli XI-XV”.

- 6 novembre 2004, al Convegno di Studi “Dal torchio alle fiamme. Inquisizione e censura: nuovi contributi della più antica Biblioteca Provinciale d’Italia” (Salerno, Biblioteca Provinciale, 5-6 novembre 2004”), con una relazione dal titolo “Magia, superstizione e uso distorto del sacro nei Sinodi diocesani salernitani (1484-1672)”.

- 24 novembre 2004, al ciclo di Conferenze “Il monachesimo femminile in Campania nel Medioevo e in Età moderna” (Salerno, Chiostro dei Padri Cappuccini, ottobre-febbraio 2004), con una relazione dal titolo “Il monastero femminile di San Giorgio e il culto delle sante martiri salernitane”.

- 28 novembre 2004, al Convegno internazionale di Studi “Il primo chiamato: S. Andrea apostolo tra storia e fede” (Amalfi, 28-29 novembre 2004), con una relazione dal titolo “Traslazioni di reliquie in Campania tra poteri politici e religiosi (secoli IX-XII)”.

- 14 marzo 2005, al Convegno storico “San Gennaro tra storia-tradizione-culto-arte, a 1700 anni dal martirio”, organizzato dall’Archidiocesi di Benevento (Benevento, Auditorium “Giovanni Paolo II”, 14 marzo 2005), con una relazione dal titolo “Le traslazioni delle reliquie di S. Gennaro”.

- 14 maggio 2005, al IV Convegno nazionale “Percorsi di luce dall’Athos all’Italia: la Sacra Montagna e la nostra storia” (Roma, Palazzo Roccagiovine, 14 maggio 2005), con una relazione dal titolo “I monaci italo-greci dell’Italia meridionale e il Monte Athos”.

- 3 luglio 2005, al ciclo di Conferenze per il “IX centenario della traslazione delle reliquie dei santi patroni (1105-2005)” (Troia, 24 giugno – 16 luglio 2005), con una relazione dal titolo “Culto e traslazione delle reliquie dei santi Eleuterio, Anzia, Ponziano e Anastasio”.

- 22 luglio 2005, al Convegno di Studi “Pantaleone da Nicomedia, santo tra cielo e terra. Reliquie, culto, iconografia” (II Convegno di studi nel XVII centenario del martirio, 305-2005, Ravello 22-23 luglio 2005), con una relazione dal titolo “Miracoli di s. Pantaleone”.

- 22 settembre 2005, al Convegno internazionale di Studi “San Gennaro. XVII centenario del martirio (305-2005) (Napoli-Pozzuoli, 21-23 settembre 2005), con una relazione dal titolo “Le traslazioni medievali delle reliquie di S. Gennaro”.

- 24 luglio 2006, al III Convegno di studi “I santi venuti dall’Oriente. Trifone e Barbara sul cammino di Pantaleone” (Ravello, Complesso della SS. Annunziata, 24-25 luglio 2006), con una relazione dal titolo “Il culto medievale di s. Barbara in Campania”.

- 8 settembre 2007, al Convegno “L’assedio di Diano del 1497”, nel centenario della nascita di Pietro Laveglia (Teggiano, Chiesa della SS. Pietà-Castello Macchiaroli, 8-9 settembre 2007), con una relazione dal titolo “L’assedio e il culto di s. Cono”.

- 5 ottobre 2007, al Convegno internazionale di Studi “Pesci, barche, pescatori nell’area mediterranea dal medioevo all’età contemporanea” (Fisciano, Vietri sul Mare, Cetara 3-6 ottobre 2007), con una relazione dal titolo “Pesca e pescatori nei miracoli medievali”.

- 24 novembre 2007, al Convegno di Studi “Giobbe Ruocco, Capri, la storia. Per una rilettura nel cinquantenario della morte” (Capri, 23-24 novembre 2007), con una relazione dal titolo “Giobbe Ruocco e il culto di san Costanzo”.

- 16 maggio 2008, al Seminario “I ducati tirrenici: X-XII secolo” (Gaeta, 16-17 maggio 2008), con una relazione dal titolo “Salerno longobarda”.

- 19 giugno 2008 al Convegno di Studio “Italia Sacra. Le tradizioni agiografiche regionali” (Foligno, 19-21 giugno 2008), con una relazione dal titolo “Sacralizzazione e territorio in Campania dal Medioevo verso l’età moderna”.

- 17 febbraio 2009, al ciclo di Conferenze “Giovanni da Procida e il suo tempo” (Salerno, Liceo Scientifico “G. Da Procida”, 3-26 febbraio 2009), con una relazione dal titolo “La medicina salernitana del duecento”.

- 1 aprile 2009, al ciclo di Conferenze “Goti, Bizantini e Longobardi in Campania tra Tardoantico e Altomedioevo” (Salerno 25 marzo-3 giugno 2009), con una relazione dal titolo “Salerno longobarda: alla ricerca di un’identità?”.

- 9 maggio 2009 al Seminario di Studio “Le élites cittadine nel Mezzogiorno basso- medievale. Bilancio storiografico e prospettive di ricerca” (Napoli, 8-9 maggio 2009), organizzato dal “Centro interuniversitario per la storia delle città campane nel Medioevo”, con una relazione dal titolo “Discordie cittadine nella Salerno angioina”.

- 22 settembre 2009, in qualità di “discussant” (sessione “Il Regno nell’Italia meridionale”), e 23 settembre 2009, in qualità di relatore, alla tavola rotonda conclusiva del Colloquio internazionale “«Monasticum regnum». Religione e politica nelle pratiche di legittimazione e di governo tra Medioevo ed Età Moderna” (Torino, Università degli Studi, 21-23 settembre 2009).

- 19 gennaio 2010 all’Incontro di Studio “Agiografia e storia. Un’equazione da verificare” (Salerno, Università degli studi, 19-20 gennaio 2010), con una relazione dal titolo “Un mare senza santi. Testimonianze ex silentio”.

- 19 giugno 2010 al Convegno di Studi “Intorno alla Chiesa di San Menna a Sant’Agata dei Goti” (Sant’Agata dei Goti, 19 giugno 2010), con una relazione dal titolo “San Menna: un culto nella Campania normanna tra religione e politica”.

- 10 luglio 2010 al Seminario di Studi “Culto dei santi e identità politiche, istituzionali, territoriali” (XIV Seminario del Centro internazionale di studi “La Gerusalemme di S. Vivaldo”, Montaione (Fi), 8-10 luglio 2010), con una relazione dal titolo “Elaborazione agiografica e costruzione dell’identità territoriale. Il caso della ‘Campania’”.

- 21 ottobre 2010, alla tavola rotonda “I cieli del Mediterraneo: religione e storia nel Medioevo” (in occasione della VII edizione della “Festa della storia” – Bologna 2010).

- 28 ottobre 2010, al Convegno internazionale “Agiografia e culture popolari – Hagiography and Popular Cultures” (VII Convegno internazionale dell’Associazione Italiana per lo studio della santità, dei culti e dell’agiografia, in collaborazione con l’Hagiography Society, Verona, Università degli studi, 28-30 ottobre 2010), con una relazione dal titolo “Guarire nel medioevo tra taumaturgia dei santi, saperi medici e pratiche magiche”.

- 2 dicembre 2010 al Seminario di Studi “Fra Angioini e Aragonesi: città, istituzioni, uomini e culture (1266-1495)” (Amalfi, Biblioteca comunale, 2 dicembre 2010), con una relazione dal titolo “I Mendicanti in Campania: il caso della Costa d’Amalfi (secc. XIII-XV)”.

- 28 marzo 2011 al Convegno “Nel 150° anniversario dell’Unità. L’Italia dalla frammentazione all’Unità” (Salerno, 28 marzo 2011), con una relazione dal titolo “Il concetto d’Italia dal Tardo antico all’Età moderna”.

- 15 settembre 2011 al Convegno internazionale di Studi “Riforma della Chiesa, esperienze monastiche e poteri locali. La Badia di Cava e le sue dipendenze nel Mezzogiorno dei secoli XI-XII” (Badia di Cava, 15-17 settembre 2011), con una relazione dal titolo “Le Vitae dei santi padri cavensi tra memoria e rappresentazione”.

- 22 settembre 2011 al Congresso internazionale “San Modestino e l’Abellinum cristiana” (Avellino – Atripalda – Mercogliano 22-24 settembre 2011), con una relazione dal titolo “Le fonti agiografiche dei santi Modestino e Ippolisto, martiri irpini”.

- 5 novembre 2011 al XX Congresso internazionale di Studio della Fondazione Centro italiano di studi sull’alto medioevo “Bizantini, Longobardi e Arabi in Puglia nell’Alto Medioevo” (Savelletri di Fasano, BR, 3-6 novembre 2011), con una relazione dal titolo “Santi, vescovi e poteri politici nella Puglia settentrionale (secc. IX-XI)”.

- 18 novembre 2011 al V Convegno internazionale sulla Civiltà rupestre “Agiografia e iconografia nelle aree della civiltà rupestre” (Savelletri di Fasano, BR, 17-19 novembre 2011), con una relazione dal titolo “Santa Caterina di Alessandria”.

- 21 marzo 2012, al ciclo di conferenze “Salerno tra i Normanni e Gregorio VII” (Salerno 7 marzo-16 maggio 2012), con una relazione dal titolo “Gregorio VII tra Roma e Salerno”

- 10 maggio 2012 al Seminario “Il topos del viaggio per mare nell’agiografia medievale”, nell’ambito del dottorato di ricerca in Storia medievale (XXIV ciclo) dell’Università degli studi di Bologna (Dipartimento di Paleografia e Medievistica), con una relazione dal titolo “I santi e il mare nella ‘Campania’ medievale”.

- 5 giugno 2012 al Convegno internazionale “Ordini religiosi e santuari in età medievale e moderna” (Santuario di Paola, 4-6 giugno 2012), con una relazione dal titolo “I Benedettini e i santuari tra XI e XIII secolo”.

- 23 agosto 2012 al Convegno internazionale “Passages from antiquity to the Middle Age, V: Infirmitas. Social and Cultural Approaches to Cure, Caring and Health” (University of Tampere, Finland, 23-25 agosto 2012), con una relazione dal titolo “Different Levels of Medical Knowledge in the Multi-Cultured Southern Italy”.

- 30 settembre 2012, alla giornata di studio sul tema “Quis ut Deus? Il culto micaelico nella Provincia di Salerno” (Vettica di Amalfi, 30 settembre 2012), con una relazione dal titolo “Il culto micaelico tra Bizantini e Longobardi”.

- 1 febbraio 2013, al Convegno di studio “Il Ducato e il Principato di Benevento (secoli VI-XI)” (Benevento, “Sala Vergineo” del Museo del Sannio, 1 febbraio 2013), con una relazione dal titolo “Identità e pluralità in Benevento longobarda: poteri politici, vescovi e culti dei santi tra VIII e XI secolo”.

- 15 aprile 2013, al Convegno di studio “La Scuola Medica Salernitana come punto di incontro tra culture” (Salerno, Sala convegni Ordine dei Medici, 15 aprile 3013), con una relazione dal titolo “Origine e multiculturalità della Scuola medica salernitana tra mito e realtà: gli Ebrei e la “Chronica Elini”.

- 16 aprile 2013, al III Convegno internazionale dell’Associazione internazionale ricerche sui santuari “I santuari e il mare” (Vicenza, Santuario Santa Maria di Monte Berico, Auditorium dell’Istituto superiore di Scienze religiose, 15-17 aprile 2013), con una relazione dal titolo “I santuari visti dal mare: il Tirreno nel Portolano sacro (XV secolo).

- 10 maggio 2013, al Seminario “Discorsi monastici e società nell’Italia medievale / Discours monastiques et société dans l’Italie médiévale” (Roma, 10 maggio 2013), organizzato dall’ École Franςaise de Rome nell’ambito del programma “Percours et échanges en Méditerranée”, con una relazione dal titolo “Una vivace discussione monastica: il problema delle reliquie di s. Benedetto e s. Scolastica tra VII e XII secolo”.

- 8 giugno 2013, al III Convegno internazionale del Centro Europeo di Studi Agiografici “Sguardi incrociati. Santità e devozioni tra storia e antropologia” (Rieti, 7-8 giugno 2013), con una relazione dal titolo “Medici, santi e maghi: malattie e guarigioni nel medioevo”.

- 21 settembre 2013, al Convegno internazionale “People, text and artefacts: cultural transmission in the Norman worlds of the eleventh and twelfth centuries – Popoli, testi e manufatti: trasmissione culturale nei mondi normanni dei secoli XI e XII”, I sessione, organizzato dal Centro Europeo di Studi Normanni e dalle Università di Caen – Basse Normande, Cambridge, East Anglia, Napoli S.O.B. (Ariano Irpino, 20-22/9/2013, con una relazione dal titolo “Agiografia d’età normanna in Italia meridionale”.

- 24 ottobre 2013, al Convegno per il VII centenario della nascita di Giovanni Boccaccio “Boccaccio angioino” (Napoli – Salerno, 23-25 ottobre 2013), con una relazione dal titolo “Poteri, società e culture in Salerno angioina”.

- 16 maggio 2014, al Convegno internazionale “Arechi II e il Ducato di Benevento” (Benevento, Museo del Sannio, 15-17 maggio 2014), con una relazione dal titolo “Narrazioni agiografiche, culti e poteri nell’età di Arechi II”.

- 5 giugno 2015, al Convegno di Studi internazionale “Felix terra: Capua e la Terra di Lavoro in età longobarda” (Caserta-Capua, 4-7 giugno 2015), con una relazione dal titolo “Culti dei santi e presenze monastiche a Capua e nella Campania settentrionale”.

.- 23 settembre 2105, al Convegno di Studi: “Dal ‘Medioevo cristiano’ alla storia religiosa del Medioevo: quarant’anni di storiografia (1974-2014)” (Verona, 21-23 settembre 2015), con una relazione dal titolo “Religioni e culture nel Mezzogiorno medievale: Il monachesimo latino”.

  • 20 ottobre 2015, al XXI Congresso internazionale di Studio della Fondazione Centro italiano di studi sull’alto medioevo “Matilde di Canossa e il suo tempo” (San Benedetto Po, Revere, Mantova, Quattro Castella, 20-24 ottobre 2015), con una relazione dal titolo “Sichelgaita. Una donna di potere?”.
  • 19 novembre 2015, al Colloque International “Parcours universitaires et formations intellectuelles des Officiers Angevins” (Angers, 19-21 novembre 2015, [Projet ANR Europange - Université d’Angers]), con una relazione dal titolo “Le rôle de l’École de médecine de Salerne dans la formation du personnel angevin à la fin du Moyen Âge”.
  • 11 dicembre 2015, al Convegno di studi e Festschrift in onore di Anna Benvenuti (Università degli studi di Firenze, Dipartimento SAGAS, 11 dicembre 2015), con una relazione dal titolo “Identità cittadine e culto dei santi patroni”.
  • 27 settembre 2016, al 10th International Colloquium Compostela “Relics, shrines and pilgrimages in the European historical context” (Santiago de Compostela, 26th-28th September 2016), con una relazione dal titolo “Furta sacra in Southern Italy in the Middle Ages”.
  • 3 maggio 2018, al III Convegno internazionale del Centro studi longobardi “Liutprando, re dei Longobardi” (Pavia-Gazzada Schianno [Va], 3-8 maggio 2018), con una relazione dal titolo “Liutprando e il Ducato di Benevento”.
  • 14 settembre 2018, al Convegno “Salerno porto mediterraneo dalla fiera d San Matteo allo Zes” (Salerno, 14 settembre 2018), con una relazione dal titolo “Il porto e la fiera di Salerno in età sveva e angioina”.
  • 25 settembre 2018, alla VII edizione degli Incontri di storia marittima “Gli arsenali del Mediterraneo. Per una storia delle aree portuali” (Napoli, 25-9-2018), con una relazione dal titolo “Gli arsenali di Amalfi e Salerno nel medioevo”.
  • 29 settembre 2018, al “Festival del Medioevo” (Gubbio, 26-30 settembre 2018), con una relazione dal titolo “L’avventurosa vita di Roberto il Guiscardo”.
  • 24 novembre 2018, al Convegno internazionale “La grotta di San Michele ad Olevano sul Tusciano” (Salerno - Battipaglia [Sa], 24-25 novembre 2018), con una relazione dal titolo “Il pellegrinaggio nell’alto medioevo”.
  • 4 dicembre 2018, al Convegno “La medicina nel mondo occidentale. Dalla Scuola eleatica ai giorni nostri” (Università di Salerno, Campus di Baronissi, 4 dicembre 2018), con una relazione dal titolo “Cura attraverso l’alimentazione: l’eredità classica, la cultura arabo-giudaica, la Scuola medica salernitana)”.
  • 17 gennaio 2019, alla III edizione dei “Cantieri dell’agiografia” (Roma, 16-18 gennaio 2019), con una relazione dal titolo “Agiografia e costruzione della memoria nel monastero della SS. Trinità di Cava”, nell’ambito del panel, coordinato dalla sottoscritta, “Agiografia e costruzione della memoria monastica nel Mezzogiorno (XII secolo).
  • 7 marzo 2019, agli Incontri “Alle radici della nostra storia di Salerno” (Cattedrale di Salerno, Sala S. Tommaso”), con una conferenza dal titolo “Gli arcivescovi di Salerno nel XVI secolo”.

Partecipazione, in qualità di relatore, a corsi di alta formazione

- 14 ottobre 2009 alla Dodicesima Settimana di studi tardoantichi e romanobarbarici (Corso residenziale di alta formazione) “I Longobardi in Italia. Storia – arte – cultura”, organizzata dall’Università di Bari, Dipartimento di studi classici e cristiani, e dal Centro di studi micaelici e garganici (Monte Sant’Angelo, 12-16 ottobre 2009), con una relazione dal titolo “Identità cittadine e culto dei santi in epoca longobarda: Benevento, Napoli e Salerno”.

- 29 febbraio 2012 alla Scuola dottorale di alta formazione “Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo” organizzata da: École française de Rome, Università degli studi di Salerno – Dipartimenti di Scienze del Patrimonio Culturale e Studi Umanistici - Institut Universitaire de France, Istituto Storico Italiano per il Medioevo (Università di Salerno, 27 febbraio-2 marzo 2012), con una relazione dal titolo “Culti dei santi, agiografie e costruzione delle identità: il caso della Campania (secc. VIII-XI).

- 24 settembre 2014 alla Scuola dottorale di alta formazione “Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo” organizzata da: École française de Rome, Università degli studi di Salerno – Dipartimenti di Scienze del Patrimonio Culturale e di Studi Umanistici - Istituto Storico Italiano per il Medioevo (Università di Salerno, 22-26 settembre 2014), con una relazione dal titolo “Il posto dell’agiografia”.

- 23 giugno 2015 alla Scuola dottorale di alta formazione “Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo”, organizzata da: École française de Rome, Università degli studi di Salerno – Dipartimenti di Scienze del Patrimonio Culturale e di Studi Umanistici – Università degli studi della Basilicata (Università di Salerno, 22-26 giugno 2015), con una relazione dal titolo “Ideologia, testo e immagine nel Liber ad honorem Augusti di Pietro da Eboli”.

- 19 giugno 2018 alla Scuola dottorale di alta formazione “Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo”, organizzata da: École française de Rome, Università degli studi di Salerno – Dipartimenti di Scienze del Patrimonio Culturale e di Studi Umanistici – Università degli studi della Basilicata (Università di Salerno, 18-22 giugno 2018), con una relazione dal titolo “Le Vitae dei santi abati cavesi tra memoria e autorappresentazione”.

Partecipazione a progetti e corsi di formazione internazionali

  • Dal 2010 al 2013 membro del progetto di ricerca scientifica internazionale GDRE (Groupement de Recherche Europèen) “Aux fondements de la modernité étatique en Europe, l’héritage des clercs médiévaux”. Porteur de projet : Dominique Iogna-Prat, directeur de recherche au CNRS. Unité CNRS : Laboratoire de médiévistique occidentale de Paris (LAMOP), UMR 8589
  • Dal 2013 è membro del comitato scientifico della Scuola dottorale di alta formazione “Mondi mediterranei e Italia meridionale nel Medioevo”, con sede presso l’Università degli studi di Salerno, organizzata da: École Française de Rome, Università degli Studi di Salerno, Università degli Studi della Basilicata, Università degli Studi di Napoli Federico II. La Scuola organizza con cadenza annuale dei seminari internazionali destinati all’alta formazione in merito a tematiche relative alla civiltà e alla cultura dell’Italia meridionale e del più ampio ambiente mediterraneo in età medievale.

PRESENZA NEL COMITATO DIRETTIVO DI RIVISTE

  • “Rassegna storica salernitana”, pubblicata dalla Società Salernitana di Storia Patria di Salerno
  • "Schola Salernitana. Annali", pubblicata dal Dipartimento di Latinità e Medioevo fino al 2010, e poi dal Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale dell’Università di Salerno.

PRESENZA NEI COMITATI REDAZIONALI DI RIVISTE

  • “Rassegna del centro di cultura e storia amalfitana”, pubblicata dal Centro di cultura e storia amalfitana di Amalfi

PRESENZA NEI COMITATI DIRETTIVI DI COLLANE EDITORIALI

  • Testi e studi su istituzioni, cultura e memoria del Mezzogiorno medievale.
  • "Schola Salernitana. Studi e testi", pubblicata dal Dipartimento di Latinità e Medioevo fino al 2010 e dal 2011 dal Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale (dal 2018 in formato EBook sulla piattaforma Share Press).

PRESENZA NEI COMITATI SCIENTIFICO DI RIVISTE

  • Quaderni di storia religiosa

CURRICULUM DIDATTICO

Dal 19/10/1996 al 28/02/2006 è stata professore di ruolo, in seguito a superamento di pubblici concorsi, presso Istituti secondari di II grado di Materie letterarie e Storia e di Materie letterarie e latino.

INSEGNAMENTI UNIVERSITARI

Dall’a.a. 2005-2006 all’a.a. 2007-2008: Storia medievale al corso di laurea in Scienze dei beni culturali, per n. 48 ore di lezioni frontali (6 cfu)

a.a. 2007-2008: svolgimento di n. 20 ore di lezione per un modulo integrativo (2 cfu) di Storia medievale presso il corso di laurea in Filosofia dell’Università di Salerno

Dall’a.a. 2008-2009 all’a.a. 2010-2011: Storia delle istituzioni medievali (insieme al prof. Gerardo Sangermano) al corso di laurea magistrale in Beni culturali, curriculum in Gestione e conservazione del patrimonio archivistico e librario (I anno), per n. 15 ore di lezioni frontali rispetto alle 30 totali.

Dall’a.a. 2008-2009 a tutt’oggi: Storia medievale al corso di laurea in Beni culturali, per n. 60 ore di lezioni frontali. Dall’a.a. 2014-2015 lo stesso insegnamento è mutuato dal corso di laurea in Lettere.

Dall’a.a. 2011-2012 a tutt’oggi: Storia delle istituzioni medievali al corso di laurea magistrale in Gestione e conservazione del patrimonio archivistico e librario (I anno), per n. 30 ore di lezioni frontali.

Dall’a.a. 2014-2015 a tutt’oggi: Storia medievale al corso di laurea magistrale in Filologia moderna, per n. 45 ore di lezioni frontali.

Per gli a.a. 2006-2007 e 2007-2008: affidataria dell’insegnamento di Storia medievale presso la SICSI (Scuola Interuniversitaria campana di specializzazione all’insegnamento. Sezione di Salerno), per le classi di insegnamento A043/050 e A051.

PARTECIPAZIONE A COLLEGI DOCENTI DI DOTTORATI DI RICERCA

2006-2007 - 2012-2013: componente del collegio docenti del dottorato in “Filosofia, scienze e cultura dell’età tardo-antica, medievale e umanistica”, attivato presso l’Università degli studi di Salerno.

Dall’a.a. 2013-2014 a tutt’oggi: componente del collegio docenti del dottorato in “Ricerche e studi sull’antichità, il medioevo e l’umanesimo” (RAMUS), Curriculum 1, attivato presso l’Università degli studi di Salerno.

SEMINARI

30-31/01/2007: seminario svolto presso il dottorato in “Filosofia, scienze e cultura dell’età tardo-antica, medievale e umanistica”, dal titolo “Le testimonianze cultuali come fonte storica: tra possibilità ermeneutiche e filologia del testo”. Prima lezione: “Dal tardo antico all’alto medioevo”; seconda lezione; “I secoli centrali del medioevo e le testimonianze dell’Italia meridionale, tra istanze politiche e riforma della Chiesa”

1-2/03/2007: seminario per gli studenti della laurea triennale in Scienze dei Beni Culturali dal titolo: “Strumenti e metodi della ricerca medievistica” (ore 9-13)

Impegno in attività istituzionali, organizzative e di servizio all’Ateneo

  • Dal 2006 è componente della commissione per la compilazione dei tests di accesso in Storia per i corsi di Laurea in Scienze dei Beni culturali, prima, e di Beni culturali e Lettere, poi.
  • Dal 2006 è componente della commissione che cura i corsi di recupero per gli studenti che presentano debiti in Storia, riguardo i corsi di Laurea in Scienze dei Beni culturali, prima, e di Beni culturali, poi.
  • Dal 2012 al 2014 è stata membro della Giunta del Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale.
  • Dal 2013 al 2014 è stata membro del Consiglio della Facoltà di Scienze Umanistiche, svolgendo anche la funzione di Segretario.
  • Dal 2013 al 2014 è stata membro della Commissione paritetica della Facoltà di Scienze Umanistiche.
  • Dal 2016 a tutt’oggi è membro della commissione per i test di accesso del Consiglio di didattico del corso di laurea in Scienze dei beni culturali