Curriculum

Curriculum Docente

24 maggio 2017: Inaugurazione del Centro di Studi Leibniziani della Shandong Normal University di Jinan (Cina)

Francesco Piro è nato a Napoli nel 1957.

Formazione e precedenti attività lavorative:

Si è laureato in Filosofia presso l'Università degli Studi di Salerno nel 1980 con una tesi su Martin Heidegger interprete di Cartesio e di Kant (relatori: proff. G. Zarone, R. Racinaro).

È stato borsista dell'Istituto Italiano per gli Studi Storici fondato da Benedetto Croce (1982-83). Ha svolto il dottorato di ricerca tra il 1983 e il 1986 presso l'Istituto di Filosofia dell'Università di Urbino (tutors: proff. I. Cubeddu, E. Giancotti e A. Illuminati) concludendolo una tesi di dottorato sulla filosofia della mente del giovane Leibniz.

Ha insegnato nella scuola media superiore dal 1986 al 1992. Dal 1992, è divenuto ricercatore presso l'Università di Salerno, Facoltà di Magistero, collaborando con le cattedre di Filosofia Morale (prof. M. Fimiani) e di Storia della Filosofia (proff. E. Nuzzo, A. Montano). È divenuto professore associato di Storia della Filosofia (ssd M-FIL/06) nel 2000 e professore ordinario nel 2005.

Posizione e compiti attuali:

Attualmente è Professore Ordinario di Storia della Filosofia (M-FIL/06) presso il Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione (DISUFF) dell'Università di Salerno.

Dal 2011 al 2019 ha presieduto il Corso di Studi di Scienze dell'Educazione del DISUFF (lauree L19, LM85, LM57) , corso di studi nel quale ha insegnato e insegna diverse discipline del settore scientifico-disciplinare M-FIL06, tra cui "Storia della filosofia", "Storia della filosofia moderna", "Storia della filosofia contemporanea".

Ha tenuto per più anni la cattedra di "Filosofia moderna" presso la Laurea Magistrale in Filosofia istituita presso il Dipartimento di Studi sul Patrimonio Culturale (DISPAC) dell'Università di Salerno. È membro dello staff della Scuola di Dottorato di Ricerca RAMUS istituita presso lo stesso Dipartimento.

Interessi e attività di ricerca:

I suoi interessi di ricerca prevalenti riguardano i modelli di razionalità scientifica e pratica elaborati nel corso dell'età moderna, nonché, più generalmente, la filosofia dell'azione.

È autore di studi su Leibniz pubblicati in inglese, francese, tedesco, e in altre lingue europee. Tra quelli pubblicati in lingua italiana, vi sono due monografie ("Varietas identitate compensata", Napoli 1990; "Spontaneità e ragion sufficiente", Roma 2002), nonché una delle più ampie edizioni e traduzioni italiane dell'opera di questo filosofo ("Dialoghi filosofici e scientifici", edito nella collana "Il pensiero occidentale" di Bompiani nel 2007).

Ha pubblicato studi sulle concezioni della morale e della razionalità pratica di diversi filosofi moderni (Descartes, Pascal, Spinoza, Christian Thomasius, Vico) nonché diversi studi di storia della psicologia filosofica, in cui si è soffermato sulle concezioni dell'immaginazione, dei sensi interni, delle passioni, nella filosofia e nella medicina del Medioevo e della prima età moderna (cfr. in particolare "Il retore interno", Napoli 1999).

Tra le riviste che hanno ospitato suoi saggi su questi temi, vi sono "Il Centauro", "Filosofia e teologia", "Paradigmi", gli "Annali dell'Istituto Italiano di Studi Storici", la "Rivista Italiana di Storia della Filosofia", il "Bollettino del Centro di Studi Vichiani", il "Bollettino della Società Filosofica Italiana", "Laboratorio dell'ISPF", "Medioevo", "Studia Leibnitiana" "Les Etudes Philosophiques", "XVIIème siècle".

Dal 2010 lavora a una rinnovata didattica dei saperi umanistici atta a potenziarne la capacità formativa per le esigenze della società contemporanea. Ha pubblicato diversi interventi su questo tema, nonché un ampio manuale di didattica per le competenze argomentative e critiche: "Manuale di educazione al pensiero critico" (Editoriale Scientifica, Napoli, 2015). Presiede attualmente il "Gruppo di ricerca sull'educazione al pensiero critico" che opera nell'ambito del Laboratorio di Storia della Filosofia e delle Scienze Umane del Disuff, e con il quale si può prendere contatti attraverso la pagina https: sites.google.com/unisa.it/educazione-al-pensiero-critico/home

Società scientifiche di riferimento:

È iscritto alla Società Filosofica Italiana (SFI), alla Società Italiana di Storia della Filosofia, alla European Society for Early Modern Philosophy (ESEMP), alla International Association for the Study of Controversies (IASC), alla G. W. Leibniz Gesellschaft, alla Societas Spinozana, del cui comitato scientifico è membro. È socio fondatore ed è stato membro del direttivo della Sodalitas Leibnitiana italiana.

Altri ruoli in ambito scientifico-culturale:

È membro dello Scientific Board delle riviste "Isonomia" e "Shift. International Journal of Philosophical Studies". Dal 1987, è membro della redazione centro-meridionale della rivista "Filosofia e Teologia" ed è autore, oltre che di diversi articoli su tale rivista, anche di editoriali di presentazione del lavoro collettivo della redazione (p. es. XXVII/3, 2013; XXXII/1, 2018).

Dalla fondazione della rivista nel 2017 presiede il comitato scientifico della rivista on line "Points of Interest. Rivista di indagine filosofiche e di nuove pratiche della conoscenza" (Stamen, Roma) e ha scritto l'editoriale scientifico dei nn. 1, 3, 5.

Fa parte del comitato scientifico della collana editoriale “Bibliotheca Cusana” presso l’editore Mimesis, Milano, nonché del comitato scientifico della collana editoriale “puntOorg” presso l’Editoriale Scientifica di Napoli.

È"investigador correspondente" del CHAM - Centro de Humanidades della Universidade NOVA di Lisbona (Portogallo) per il gruppo di ricerca "Pensamento Moderno e Contempôraneo".

È stato membro dell'unità locale salernitana nei PRIN 1998, 1999, 2003, 2004, 2005, 2009, 2012. Nel caso del PRIN 2009 è stato anche per un certo periodo responsabile dell'unità locale.

PremI:

Ha ricevuto nel 2003 per il libro "Spontaneità e ragion sufficiente. Determinismo e filosofia dell'azione in Leibniz" (Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2002) la menzione speciale al X Premio Internazionale di Saggistica "Salvatore Valitutti"

Short CV in English:

Francesco Piro (Napoli, 1957) took his degree in Philosophy at the University of Salerno (1980). Thereafter he followed post-graduate courses in Naples, Istituto Italiano per gli Studi Storici (1982-83), and in Urbino, Istituto di Filosofia (1983-1986). He obtained his Ph.D. with a dissertation on young Leibniz's philosophy of mind.
Actually, he teaches History of Philosophy at the Department of Human Sciences, Philosophy and Education of the University of Salerno (since October 1st 2005 as Full Professor) and has other teaching charges in other Departments of the same University. He is also part of the teaching team in the post-graduate school of studies on Late-Ancient, Medieval and Humanist Culture (RAMUS).
His published works concern mainly, but not exclusively, European Early-Modern Philosophy and the views on scientific and practical reason developed therein. Among the topics he published more intensively about, one may mention: (i) Leibniz's Metaphysics, Philosophy of Action, Principle of Sufficient Reason; (ii) Modern Natural Rights Doctrines and their political consequences: Leibniz and his followers, but also Baruch Spinoza, Christian Thomasius, Giambattista Vico and others; (iii) Psychology of Imagination, its evolution since Aristotle to the Modern Age and its actual interest; (iv) Critical Thinking and its place in Education.