Curriculum

Curriculum Docente

Enrica De Falco, laureata in agraria con lode presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Napoli Federico II, gruppo disciplinare AGR02 (Agronomia e Coltivazione erbacee), è docente di II fascia e afferisce al Dipartimento di Farmacia dell'Università degli Studi di Salerno dove è titolare degli insegnamenti di “Agronomia”, “Colture officinali” e “Coltivazione di piante per la produzione di alimenti funzionali e nutraceutici”. Ha ricevuto per più anni presso la Facoltà di Agraria dell’Università della Basilicata dove ha prestato servizio fino al 2001, l’incarico per i corsi di “Cerealicoltura”, “Biologia, tecnologia e produzione delle sementi”, "Colture officinali".

E’ componente del Comitato Tecnico Ordinatore del corso di laurea in Agraria “Gestione e valorizzazione delle risorse agrarie e delle aree protette”, istituito presso l’Università di Salerno.

Ha fatto parte dei docenti del “Corso di perfezionamento ed aggiornamento professionale in Scienze dell’Alimentazione” presso la Facoltà di Farmacia dell’Università di Salerno nel 2006 e 2007, dal 2010 ad oggi del “Corso di Perfezionamento in piante officinali e prodotti fitoceutici” attivato presso la Facoltà di Farmacia dell’Università di Napoli Federico II, del Master di I livello “Prodotti erboristici e fitoterapici” dell’Università di Salerno.

Ha fatto parte del Collegio dei docenti del Dottorato di ricerca “Biologia dei sistemi” dell’Università degli Studi di Salerno e per più anni della Commissione finale di valutazione del Dottorato di ricerca in “Scienze e tecnologie delle produzioni agro-alimentari” dell'Università degli Studi di Napoli Federico II.

E’ componente del Comitato Tecnico del Consorzio Osservatorio Appennino Meridionale e nell’ambito delle attività dell’Osservatorio ha contribuito al Corso di Esperto in Legalità Agro-Ambientale come esperto responsabile del modulo agronomico.

Nell’ambito del Dipartimento ha ricoperto l’incarico di presidente della “Commissione Tirocinio e Job Placement e nell'ambito dell'attività di collegamento con il mondo del lavoro ha contribuito alla organizzazione di seminari di aggiornamento e visite tecnico-didattiche per gli studenti dei diversi corsi di laurea. Ha collaborato alla gestione del Progetto “Campus Campania” POR Campania 2000-2006 – Asse 3 – Misura 7 – Azione “B” ricevendo l’incarico di “Direttore del percorso formativo “Erboristico-Controllo di qualità” per l’annualità 2006/2007. Ha collaborato alla organizzazione delle attività del Progetto “Schola 2” relative all’attività ORU 01.5 Trotula “Progetti di impresa al femminile per lo sviluppo locale - Imprenditoria femminile”.

L’attività scientifica è incentrata sull’uso delle piante per la salvaguardia dell'ambiente e la salute dell'uomo. In particolare la ricerca si è occupata dell'uso di piante per scopi ambientali, aspetti fisiologici, agronomici e qualitativi di specie alimentari mediterranee di particolare interesse funzionale, valutazione di sistemi colturali eco-compatibili, studio di sistemi foraggeri e pascoli in ambienti meridionali, valutazione dell’azotofissazione, studio di piante aromatiche e medicinali per usi diversi anche innovativi, recupero di metaboliti secondari da produzioni agricole dell'area mediterranea, individuazione di piante coloranti tra la flora spontanea dell'area mediterranea e residui agricoli da utilizzare in settori diversi. La ricerca è documenta da oltre 90 contributi e 2 brevetti inerenti le piante tintorie.

È responsabile dello Spin Off Accademico "Naturalmente Colore" approvato dall'Università degli Studi di Salerno per la realizzazione di rivestimenti colorati ecologici a base di piante dell'area mediterranea per la bio-edilizia.

Durante il periodo di servizio presso l'Università della Basilicata è stata responsabile dei progetti di ricerca: C.N.R. “Valutazione agronomica del farro” ed “Efficienza di utilizzazione dell’azoto nel frumento in relazione alla precessione ed al livello di concimazione”; POM “Ruolo ambientale, agronomico ed economico delle leguminose da granella per la valorizzazione di sistemi colturali a basso impatto ambientale”.

Durante il periodo di attività presso l'Università degli Studi di Salerno ha collaborato con il progetto “Piante Officinali” – CRAA Regione Campania” e con il progetto “Percorsi di orientamento” del CNR-Ibimet che ha avuto come obiettivo lo sviluppo dell’imprenditoria femminile nelle aree rurali attraverso filiere tessili di qualità.

È stata responsabile dei progetti CRAA “Analisi dei profili di tossicità e dei parametri tecnologici di cereali minori e di altre specie adatte alla coltivazione da destinare alla produzione di alimenti dietetici per celiaci”; Regione Campania – Ricerca Scientifica – L.5/2002 “Valutazione bio-morfologica, agronomica e qualitativa di cultivar di cicerchia (Lathyrus sativus L.) raccolte in area mediterranea”, Parco del Cilento e Vallo di Diano “Studio di piante tintorie da destinare alla filiera dei tessuti per la creazione di Marchi d’Area” (Interreg IIIC Tools “Linea Parco”), Fondazione MiDA "Valorizzazione degli scarti di carciofo bianco di Pertosa ad uso tintorio". Ha partecipato al progetto AGRIGENET (Network per la salvaguardia delle risorse genetiche agroalimentari campane) relativamente all'attività agronomica svolta dall'Università degli Studi di Salerno. E’ stata responsabile scientifico e soggetto capofila del progetto POLIECO 2 (Gestione innovativa degli scarti di coltivazione e lavorazione nella filiera delle erbe aromatiche) e responsabile scientifico del progetto RIPOT (Riconversione di aziende tabacchicole attraverso la coltivazione di piante officinali), entrambi finanziati dalla Misura 124 del PSR 2007-2013 della Regione Campania.