Curriculum

Curriculum Docente

Maria Gabriella Stanzione è ricercatrice confermata di Diritto privato comparato presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università degli Studi di Salerno, idonea nell’abilitazione nazionale a professore associato (2017) per il settore scientifico-disciplinare IUS/02.

È titolare dell’insegnamento di Diritto comparato ed europeo della comunicazione e dell’informazione, nell’ambito del Corso di Laurea in Comunicazione Pubblica (Dipartimento di scienze politiche, sociali e della comunicazione).

Nel 2007 si laurea con lode presso l'Università di Roma Tor Vergata, Facoltà di Giurisprudenza.

Nel febbraio 2008 vince una borsa di dottorato in “Teoria delle istituzioni dello Stato tra federalismo e decentramento” presso l'Università di Salerno.

Nel settembre 2009 frequenta le lezioni della “Comparative Law School” organizzata dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Brescia.

Nel 2009 svolge uno stage di sei mesi presso la Corte Costituzionale collaborando con i giudici e svolgendo ricerche per il Servizio Studi della Corte, sezione di diritto comparato.

Nel maggio 2010 partecipa, in qualità di relatrice, al II Colloquio Biennale dei Giovani Comparatisti “Privato, pubblico, globale nelle prospettive del diritto comparato”.

Nel febbraio 2011 consegue il titolo di dottore di ricerca in “Teoria delle istituzioni dello Stato tra federalismo e decentramento” (Università di Salerno), con una tesi dal titolo “Principio di precauzione e diritto alla salute tra responsabilità del privato e della Pubblica Amministrazione”.

Nel 2011e nel 2012 svolge un corso semestrale di insegnamento (Diritto privato comparato) presso la Link University di Roma.

Nel febbraio 2012 vince un posto di ricercatore presso l'Università di Salerno.

Nell'aprile dello stesso anno frequenta con successo il I Ciclo della Faculté Internationale de Droit Comparé (Università di Strasburgo).

Nel settembre 2012 svolge una relazione dal titolo “La filiazione tra verità biologica e responsabilità del genitore: il riconoscimento di compiacenza”, al Convegno “Persona e Comunità familiare 1982-2012” (Salerno, 28 e 29 Settembre 2012, Palazzo della Provincia).

Nel 2013 partecipa all’organizzazione del convegno XXII Colloquio Biennale dell’Associazione Italiana di Diritto Comparato” - Salerno, 30 Maggio-1° Giugno 2013.

Nell’ottobre 2013 vince una borsa di studio del Max Planck Institut per il diritto privato internazionale e comparato di Amburgo per un periodo di ricerca di due mesi presso la biblioteca dell’istituto.

Nel maggio 2014 partecipa, in qualità di relatrice, al IV Colloquio Biennale dei Giovani Comparatisti, tenutosi a Roma il 30 e 31 maggio 2014 presso l’Università Europea, con un intervento dal titolo “Identità del figlio e diritto di conoscere le proprie origini biologiche”.

Nel maggio 2014 partecipa all’incontro di studi “Lo stato unico di filiazione nella concezione attuale della famiglia”, Potenza, 14 maggio 2014, con una relazione dal titolo “Il diritto del figlio di conoscere le proprie origini biologiche”.

Nel novembre 2014 partecipa all’incontro di studi “La filiazione nella società che cambia”, Salerno, 21 novembre 2014, con una relazione dal titolo “Il terzo genitore”.

Nel 2016 vince una borsa di studio Max Planck Institut per il diritto privato internazionale e comparato di Amburgo per un periodo di ricerca di un mese presso la biblioteca dell’istituto.

Il 26 luglio 2016 svolge una lecture dal titolo “The right to know one’s origines: a comparative perspective” presso il Max Planck Institut per il diritto privato internazionale e comparato di Amburgo, nell’ambito del ciclo di seminari “South East Europe and Beyond: Let’s Talk about Law!” (http://www.mpipriv.de/files/pdf4/Invitation_to_the_lecture_of_Maria_Gabriella_Stanzione.pdf).

Il 17 marzo 2017 partecipa, in qualità di relatrice, al convegno “Debatendo a procriação medicamente assistida”, Porto 16 e 17 marzo 2017, organizzato dalla Facoltà di diritto dell’Università di Porto, con una relazione dal titolo “Procriação Medicamente assistida e o direito de cada pessoa a conhecer as suas origens: uma perspetiva comparada” ( https://sigarra.up.pt/fdup/pt/noticias_geral.ver_noticia?p_nr=17994 ).

Il 5 ottobre 2017 partecipa, in qualità di relatrice, all’incontro di studi presso l’Università di Verona “La disciplina delle unioni civili e delle convivenze ad un anno dall’approvazione della Legge n. 76/2016”, organizzato dal Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Verona, con una relazione dal titolo “Omogenitorialità e filiazione: il caso della Second parent Adoption”.

Il 26 giugno 2018 svolge la keynote presentation al convegno “Ecological Integrity and Land Uses: Sovereignty, Governance, Displacements and Land Grabs” (Università di Salerno, 26 Giugno – 1° Luglio 2018).

Ha svolto numerosi periodi di ricerche all’estero, frequentando biblioteche e istituti di ricerca tra cui la Bibliotheque Cujas, il Centre André Tunc e l’Institut de Droit Comparé a Parigi, la Squire Law Library di Cambridge e il Max Planck Institut di Amburgo per il diritto privato internazionale e comparato.

È membro del Laboratorio di ricerca In.Di.Co. (Informazione, Diritto e Comunicazione).

È membro della Redazione della rivista giuridica online “comparazione e diritto civile” (www.comparazionedirittocivile.it - ISSN 2037-5662).

Cura l’ “Osservatorio sulla giurisprudenza straniera ed europea”, sezione della rivista giuridica online “Comparazione e diritto civile” (www.comparazionedirittocivile.it - ISSN 2037-5662).

Ha organizzato il ciclo di seminari “L’Europa dei cittadini e delle istituzioni. Dialoghi tra giuristi e scienziati della comunicazione” presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università di Salerno.

Ha organizzato il ciclo di seminari su “EU and OECD Concepts in Company Law” presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università di Salerno.

È autrice di monografie, saggi, commenti e note a sentenza nelle maggiori riviste italiane.

Nel 2017 consegue l’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore associato (settore IUS/02).